info@iuline.it / 06 96668278

Accreditata MUR con D.M. 02/12/2005
/*};*/?>

Universal Design for Learning: progettazione didattica e tecnologie

Il corso di perfezionamento, progettato in collaborazione con Wonderful Education srl nell’ambito dell’attività di Future Education Modena, con lo sviluppo tematico dei moduli coordinato da Carolina Tironi (Inclusion & Technology Expert) è volto a fornire solide basi teorico-pratiche fondate sul modello internazionale dello Universal Design for learning (UDL).

In collaborazione con


Il corso si propone di indirizzare i docenti e le figure che operano o in ambito educativo, a sviluppare competenze rispetto alle applicazioni didattiche dei tre principi dell UDL. Un’attenzione particolare verrà riservata all’attivazione di strategie inclusive e all’utilizzo integrato delle tecnologie all’interno dell’azione didattica. Al termine del percorso lo studente avrà sviluppato solide basi metodologiche funzionali a progettare e monitorare lezioni ad alta accessibilità didattica.

 

Nello specifico il corso consentirà di sviluppare le seguenti competenze:

  • comprendere la struttura quadro internazionale dello Universal Design for Learning;
  • conoscere ed applicare la normativa che regola l’inclusione nella scuola italiana;
  • comprendere le caratteristiche che definiscono gli “studenti esperti”;
  • comprendere le variabili che definiscono le “barriere dell’apprendimento”;
  • applicare i tre principi dell’UDL all’interno dell’azione didattica
  • comprendere in che modo alcuni processi cognitivi influenzano l’apprendimento (sistemi di memoria, attentivi, ruolo delle emozioni)
  • comprendere il ruolo delle tecnologie nella scuola italiana;
  • saper utilizzare alcune soluzioni tecnologiche ad alta accessibilità didattica;
  • comprendere le modalità più funzionali per redigere PDP e PEI all’interno dei percorsi degli studenti con Bisogni Educativi Speciali;
  • conoscere ed applicare misure compensative e dispensative analogiche e digitali funzionali a rispondere alle caratteristiche di studenti con Bisogni Educativi Speciali.

Il corso è rivolto principalmente a docenti, aspiranti docenti, figure professionali che operano in ambito educativo e diplomati che intendano acquisire ed approfondire le proprie competenze rispetto all’applicazione di pratiche didattiche inclusive sul modello dello Universal Design for Learning (UDL).

È possibile accedere al percorso formativo con il Diploma di laurea o titolo equivalente e/o equipollente.

Il numero minimo necessario per l’attivazione del Corso è di 25 iscritti.

Il costo complessivo di iscrizione, frequenza, esame finale e conferimento del certificato finale è di € 516,00  pagabili in un’unica soluzione al momento dell’iscrizione e comprensivi dell’importo di € 16,00 per la marca da bollo virtuale.

Successivamente sarà necessario perfezionare l’iscrizione al corso anche presso l’Università Telematica degli Studi IUL, attraverso il portale studenti Gomp . La procedura è descritta dettagliatamente nella Guida all’iscrizione. Una volta compilata online la domanda, sarà necessario versare l’imposta di bollo virtuale di € 16,00 che verrà generata all’interno della sezione Tasse e Contributi. La domanda generata sul portale studenti Gomp, debitamente compilata e firmata, dovrà essere trasmessa alla Segreteria in una delle due seguenti modalità:

  • in formato digitale all’indirizzo iul@pec.it; esclusivamente da un proprio indirizzo di posta certificata nominale (ovvero dal quale si evinca nome e cognome del corsista); con firma autografa in formato .pdf, con firma digitale in formato .p7m (verranno accettati solo i formati indicati, non i file in formato .jpeg);
  • in formato cartaceo con la firma in originale, all’indirizzo postale “UNIVERSITÀ TELEMATICA DEGLI STUDI IUL, VIA M. BUONARROTI, 10 – 50122 FIRENZE”.

Per chiunque ne fosse in possesso, è possibile effettuare i pagamenti tramite la Carta del Docente.

Le iscrizioni al Corso sono aperte fino al 23/03/2022.

L’inizio delle attività didattiche è previsto entro il mese di aprile 2022.

Per maggiori informazioni: Tel. 06 96668278; indirizzo e-mail: info@iuline.it.

Il modello formativo della IUL, flessibile e personalizzabile in base alle conoscenze ed esperienze pregresse degli studenti prevede per ciascun modulo momenti di didattica erogativa (azioni didattiche assimilabili alla didattica frontale) e momenti di didattica interattiva (forum, e-tivity, ecc.).

L’articolazione della didattica online per ogni CFU è la seguente:

  • 1 h di didattica erogativa (DE): registrazioni audio o video, lezioni in web-conference (riunioni online, altresì denominate “sincroni”), courseware prestrutturati o varianti assimilabili (si tratta di qualsiasi materiale strutturato ai fini didattici e offerto in ambienti web di vario tipo);
  • 5 h di didattica interattiva (DI): interventi didattici da parte del docente o del tutor rivolti alla classe o a una sua parte sotto forma di dimostrazioni o spiegazioni aggiuntive (FAQ, mailing lists, forum), interventi brevi effettuati dai corsisti in forum, blog e wiki, e-tivity (individuali o collaborative) effettuate dai corsisti con relativo feed-back;
  • 19 h di autoapprendimento (studio individuale ed autonomo).

 

Il modello adottato inoltre prevede l’apprendimento assistito lungo tutto il percorso formativo, oltre che dai docenti anche da tutor disciplinari esperti di contenuto e da un tutor di percorso, figura trasversale con competenze trasversali.

 

Al termine del percorso formativo è previsto lo svolgimento e la discussione di un Project work: l’attività, svolta con il costante supporto online del docente e del tutor, prevede lo sviluppo di un lavoro di ricerca individuale, partendo da uno degli argomenti affrontati durante la didattica del Corso e concordato con il docente e il tutor.

Requisito indispensabile per poter accedere alla discussione finale è aver svolto tutti i test/prove previste nei singoli moduli del Corso. Si precisa sin da ora che non è prevista la possibilità di ripetere le prove/test di fine Modulo.

La discussione finale si svolgerà in presenza presso una delle sedi convenzionate IUL od esclusivamente in modalità telematica in caso di perdurare della situazione sanitaria emergenziale dovuta al COVID-19.

 

Il corso è strutturato in 5 moduli e prevede una prova finale (project work).

Le attività degli insegnamenti prevedono momenti di approfondimento individuale su contenuti proposti dai docenti, a cui si affiancano momenti più operativi moderati dai tutor disciplinari sia in modalità sincrona, ovvero tramite il sistema di videoconferenza, sia asincrona per mezzo del forum.

Di seguito è indicata la ripartizione dei 20 CFU previsti:

Moduli SSD CFU
Modulo 1 Universal Design for Learning: l’innovazione nella progettazione didattica M-PED/03 – DIDATTICA E PEDAGOGIA SPECIALE 6
Modulo 2 Applicazioni didattiche del primo principio UDL: Provide Multiple means of engagement M-PED/03 – DIDATTICA E PEDAGOGIA SPECIALE 3
Modulo 3 Applicazioni didattiche del secondo principio UDL: Provide Multiple means of representation M-PED/03 – DIDATTICA E PEDAGOGIA SPECIALE 3
Modulo 4 Applicazioni didattiche del terzo principio: Provide Multiple means of Action & Expression M-PED/03 – DIDATTICA E PEDAGOGIA SPECIALE 3
Modulo 5 UDL e soluzioni tecnologiche per un’accelerazione dei processi di apprendimento M-PED/03 – DIDATTICA E PEDAGOGIA SPECIALE 4
Project work 1
TOTALE 20

Di seguito si riportano le tematiche trattate nei diversi moduli.

 

Modulo 1 – Universal Design for Learning: l’innovazione nella progettazione didattica

Docente: Carolina Tironi e Andrea Mangiatordi

Il modulo si propone di avviare i/le docenti ad una conoscenza approfondita dell’International Classification of Functioning, Disability and Health (ICF). I/le corsisti/e avranno modo, in particolare, di comprendere in che modo il modello internazionale dello Universal Design for Learning si costituisce come un approccio altamente innovativo per rispondere alle esigenze applicative dei professionisti dell’educazione del XXI secolo. Attraverso un’analisi approfondita dei concetti di “studente esperto” e di “barriere dell’apprendimento” verranno sviluppate solide competenze per progettare una didattica che tenga conto dell’eterogeneità che caratterizza le classi. Un’attenzione particolare verrà dedicata anche al ruolo che riveste la dimensione emotiva dell’apprendimento, secondo l’approccio Social Emotional Learning (SEL).

 

Modulo 2 – Applicazioni didattiche del primo principio UDL: Provide Multiple means of engagement

Docente: Gianni Ferrarese, Carolina Tironi e Angela Boldini

All’interno del modulo verranno approfondite le strategie didattiche funzionali a garantire un elevato livello di coinvolgimento delle lezioni. Un‘attenta analisi della pertinenza delle proprie scelte progettuali in riferimento ai punti di verifica del primo principio UDL, consentirà ai e alle corsisti/e di attivare una lettura metacognitiva delle scelte didattico-pedagogiche. L’obiettivo è quello di sviluppare nei/nelle docenti competenze adeguate a progettare lezioni valorizzanti e accessibili per tutti gli studenti e le studentesse al fine di accorciare le distanze all’interno di classi altamente eterogenee. Un’attenzione particolare verrà dedicata ai processi attentivi e di memoria la cui conoscenza è funzionale a comprendere in maniera approfondita il valore di specifiche scelte operative.

 

Modulo 3 – Applicazioni didattiche del secondo principio UDL: Provide Multiple means of representation

Docente: Gianni Ferrarese, Carolina Tironi e Angela Boldini

Il modulo si propone di incoraggiare i/le docenti ad aumentare il livello di accessibilità dei propri contenuti didattici al fine di favorire ed ottimizzare il processo di apprendimento di tutti gli studenti e le studentesse. Un’attenzione particolare verrà dedicata all’utilizzo strategico di simboli, schemi e rappresentazioni iconografiche, anche in relazione ai processi cognitivi che caratterizzano l’apprendimento. La conoscenza dei molteplici canali con i quali un contenuto può essere rappresentato costituisce una condizione necessaria per comprendere in che modo sia possibile superare le rigidità curricolari che impediscono l’accesso alle informazioni.

 

Modulo 4 – Applicazioni didattiche del terzo principio: Provide Multiple means of Action & Expression

Docente: Gianni Ferrarese, Carolina Tironi e Angela Boldini

Il modulo si pone l’obiettivo di illustrare da un lato le caratteristiche che identificano i “Bisogni Educativi Speciali” (BES) e dall’altro di sollecitare i/le docenti all’attivazione di strategie didattiche utili a sviluppare abilità metacognitive in tutti e tutte i propri studenti e studentesse. Avviare all’utilizzo strategico di un metodo di studio efficace può favorire in maniera significativa lo sviluppo di abilità utili a raggiungere il successo scolastico. Un’attenzione particolare verrà dedicata alla dimensione valutativa dei processi, oltre che dei prodotti, e al valore dell’errore inteso come preziosa occasione di crescita.

 

Modulo 5 – UDL e soluzioni tecnologiche per un’accelerazione dei processi di apprendimento

Docente: Elisabetta Nanni e Anna Dipace

L’utilizzo integrato e ragionato delle tecnologie si costituisce come una condizione necessaria per favorire ed accelerare i processi di apprendimento. Il modulo si pone l’obiettivo di indirizzare i corsisti e le corsiste a progettare lezioni in cui le soluzioni tecnologiche trovino un proprio spazio applicativo in relazione agli obiettivi curricolari. Un’attenzione particolare verrà dedicata allo sviluppo di competenze operative rispetto a specifiche soluzioni tecnologiche ad alta accessibilità didattica. Coerentemente con l’approccio UDL, le tecnologie verranno approcciate tenendo conto non solo della loro utilità rispetto agli studenti e alle studentesse certificati/e, ma anche all’applicabilità delle tecnologie stesse all’interno del contesto classe.