info@iuline.it / 06 96668278

Accreditata MUR con D.M. 02/12/2005
  • it

Pedagogia delle risorse umane a.a. 2018/2019

Corso di Studio in

Metodi e tecniche delle interazioni educative – L19

a.a. 2018/2019

 

INSEGNAMENTO

Pedagogia delle risorse umane

M-PED/01; CFU: 12

I ANNO; II SEMESTRE

Docente: Prof.ssa Daniela Sarsini (scarica CV)

Tutor disciplinare: Dott. Alessandro Cambi (scarica CV)

Scarica la scheda dell’insegnamento (PDF)

 

Qualifica e curriculum scientifico del docente

 

Daniela Sarsini, professore ordinario di Pedagogia Generale e Sociale, Università degli Studi di Firenze, fino al 30 Ottobre 2016; Presidente del c.d.s in Metodi e Tecniche delle Interazioni Educative nella Italian University Line (IUL) dove insegna Pedagogia delle risorse umane; docente a contratto nel c.d.s. in Scienze dell’Educazione e della Formazione per l’insegnamento di Attività motorie e sportive, Università di Firenze; è membro della direzione scientifica della Rivista Studi sulla formazione. Ha diretto per l’Università di Firenze i TFA (Tirocini formativi attivi) dal 2013 al 2016 per l’area pedagogica, psicologica e filosofica, ha coordinato numerosi master, corsi di perfezionamento e di aggiornamento.

 

Le sue ricerche si sono sviluppate, secondo l’ottica pedagogica, attorno ai temi della corporeità e dello sport, dell’infanzia e della scuola relativamente agli apprendimenti cognitivi, emozionali e comunicativi, oltre agli studi attorno alla formazione in età adulta e nell’adolescenza. Nel versante didattico ha sviluppato ricerche sulla programmazione, valutazione e progettazione curricolare. Ha approfondito le problematiche relative all’educazione artistica ed estetica, ambientale e sociale. Tra le indagini di pedagogia sociale, ha affrontato le questioni relative all’educazione alla genitorialità, alla musica, alla formazione permanente dei docenti.

Articolazione dei contenuti e suddivisione in moduli didattici del programma

 

Le risorse umane nell’arco della vita: comunicazione, formazione, nuovi media.

 

INDICE E DEFINIZIONE DEI CONTENUTI

 

  • Modulo 1: Pedagogia e risorse umane

–          Definizioni di pedagogia generale e sociale

–          Le risorse umane in ambito lavorativo

–          Il dibattito pedagogico sulle risorse umane

–          Conoscenze e competenze pedagogiche

  • Modulo 2: La comunicazione

–          Fondamenti pedagogici della comunicazione

–          L’agire pedagogico e la comunicazione

–          Comunicazione e lifelong learning

–          La comunicazione nelle professioni educative

  •  Modulo 3: Formazione ai nuovi media

–          Educare ai nuovi linguaggi

–          Le competenze digitali

–          Professionalità educative e nuovi media

–          Costruire il futuro: risorse umane e stili cognitivi

Obiettivi formativi L’insegnamento di Pedagogia delle risorse umane ha l’obiettivo di favorire l’acquisizione di conoscenze teoriche, metodologiche e tecniche utili per le attività educative nei contesti formali e informali.

L’insegnamento intende fornire una visione articolata del rapporto tra lavoro e formazione nella società contemporanea e delle forme relazionali e comunicative in ambito professionale oltre a permettere una conoscenza critico-educativa dei nuovi linguaggi massmediologici.

Risultati d’apprendimento previsti A.      Conoscenza e comprensione

Acquisire competenze e conoscenze adeguate alla pedagogia delle risorse umane in relazione ad altre interpretazioni disciplinari fra le quali quelle economico-sociali, utilizzando gli strumenti tecnologici adeguati.

 

B.    Conoscenza e capacità di comprensione applicate

Saper applicare nel proprio ambito professione le principali indicazioni educative e didattiche che emergono nel corso.

 

C.    Autonomia di giudizio

Apprendere un metodo di studio e di comprensione della realtà che sia critico, riflessivo, coerente con la globalità e la complessità della società attuale.

 

D.    Abilità comunicative

Sapersi relazionare con gli altri in forma dialogica, comprensiva e partecipativa.

 

E.    Capacità di apprendimento

Apprendere un metodo di studio e di progettazione che può essere esteso ad altri ambiti scientifici e in diversi settori lavorativi con particolare attenzione agli aspetti formativi permanenti e ricorrenti.

Competenze da acquisireRISULTATI ATTESI

A.      Utilizzo di libri di testo avanzati, conoscenza di alcuni temi   d’avanguardia nell’ambito della materia oggetto di studio.

Gli studenti vengono indirizzati all’utilizzo di risorse bibliografiche non soltanto tradizionali (cartacee) ma – attraverso un percorso di analisi critica delle risorse in rete – anche digitali.

 

B.      Approccio professionale al proprio lavoro e possesso di competenze adeguate per concepire argomentazioni, sostenerle e per risolvere problemi nell’ambito della materia oggetto di studio. Capacità di raccogliere e interpretare dati utili a determinare giudizi autonomi.

Attraverso l’analisi di “casi di studio” ed esempi pratici desunti dalla vita quotidiana verranno evidenziati i meccanismi socio-psico-pedagogici alla base del nostro pensiero critico e che sottendono le modalità con le quali possiamo formulare giudizi e pareri. Verranno quindi forniti – oltre agli strumenti per il reperimento e la valutazione dei dati – alcune delle principali “buone pratiche” per una corretta interpretazione dei dati acquisiti.

C.      Capacità di comunicare informazioni, idee, problemi e soluzioni ad interlocutori specialisti e non specialisti. Agli studenti verranno fornite indicazioni e metodologie utili a permettere loro di organizzare una presentazione multimediale e saperla esporre utilizzando lessico e modalità comunicative adeguate al pubblico di riferimento.

 

D.      Capacità di intraprendere studi successivi con un alto grado di autonomia.
Gli studenti saranno aiutati a organizzare il proprio studio in modo proficuo mediante strumenti e metodi che favoriscano l’“imparare a imparare”.

Organizzazione della didattica

 

DIDATTICA EROGATIVA

  • N° 24 videolezioni, ciascuna di 30 minuti
  • n° 3 video lezioni in sincrono per approfondimenti e discussione elaborati
  • Podcast di tutte le video lezioni sopramenzionate.

 

DIDATTICA INTERATTIVA

  • 1 forum di orientamento al corso;
  • 3 forum di approfondimento tematico (1 per ciascun modulo);
  • 9 e-tivity suddivise nel modo seguente:

Modulo 1 – n.3 e-tivity :

–          Mappa concettuale su rapporto tra pedagogia e risorse umane

–          Presentazione con slides su argomento a piacere

–          Breve relazione sul primo modulo

Modulo 2 – n. 3 e-tivity:

–          Mappa concettuale sui fondamenti della pedagogia della comunicazione

–          Webquest sulle competenze comunicative nel corso della vita

–          Breve relazione sul secondo modulo

Modulo 3 – n. 3 e-tivity:

–          Le competenze digitali dell’educatore/docente (presentazione su slide)

–          Wenquest sulle nuove frontiere della didattica digitale

–           Breve relazione sul terzo modulo

 

AUTOAPPRENDIMENTO

Per ciascun modulo sono previsti materiali didattici: approfondimenti tematici, articoli e slide del docente, letture open access, risorse in rete, bibliografia di riferimento, ecc.

Testi consigliati

 

  • F.Cambi, A.Mariani, M.Giosi, D. Sarsini, Pedagogia generale, Roma Carocci 2018, pp. 17-79; 125-213

Materiali di approfondimento

Dossier sul sapere pedagogico e sulla pedagogia delle risorse umane, disponibile in piattaforma in formato PDF

VIDEO:

 

Modalità di verifica in itinere L’accesso alla prova finale è subordinato allo svolgimento delle seguenti 9 e-tivity.

 

Modulo1 –  n.3  e-tivity :

–          Mappa concettuale su rapporto tra pedagogia e  risorse umane

–          Presentazione con slides su argomento a piacere

–          Breve relazione sul primo modulo

 

Modulo2 – n. 3 e-tivity

–          Mappa concettuale sui fondamenti della pedagogia della comunicazione

–          Webquest sulle competenze comunicative nel corso della vita

–          Breve relazione sul secondo modulo

Modulo3 – n. 3 e-tivity

–          Le competenze digitali dell’educatore/docente (presentazione su slide)

–          Wenquest sulle nuove frontiere della didattica digitale

–          Breve relazione sul terzo modulo

 

Relazione finale (facoltativa) su argomento a piacere, scelto tra quelli che costituiscono i temi trattati durante il corso.

Modalità di svolgimento dell’esame finale La verifica dell’apprendimento avverrà attraverso il colloquio orale sui contenuti del corso e sull’eventuale relazione finale presentata. Il voto (min 18, max 30 con eventuale lode) è determinato dal livello della prestazione per ognuna delle seguenti dimensioni dell’esposizione orale: padronanza dei contenuti, appropriatezza delle definizioni e dei riferimenti teorici, chiarezza dell’argomentare, dominio del linguaggio specialistico.

Colloquio orale in presenza o mediante collegamento on line

Lingua d’insegnamentoItaliano