info@iuline.it / 06 96668278

Accreditata MUR con D.M. 02/12/2005
  • it

Pedagogia delle relazioni formative a.a. 2018/2019

Corso di Studio in

METODI E TECNICHE DELLE INTERAZIONI EDUCATIVE

a.a. 2018/2019

 

INSEGNAMENTO:

PEDAGOGIA DELLE RELAZIONI FORMATIVE

 

SSD M-PED/01 ; 12 CFU

II ANNO;  I SEMESTRE

Docente: Prof. FRANCO CAMBI (scarica CV)

Tutor disciplinare: Dott.ssa ALESSANDRA ANICHINI (scarica CV)

Scarica la scheda dell’insegnamento (PDF)

Qualifica e curriculum scientifico del docente

 

 

È stato professore ordinario di pedagogia generale dal 1987 al 2011, dal 1990 nell’Università di Firenze. È stato direttore del Dipartimento di Scienze dell’educazione per più di dieci anni. Per un periodo analogo ha diretto anche il Dottorato in Scienze dell’educazione. La sua bibliografia è molto ampia e variegata.

 

Articolazione dei contenuti e suddivisione in moduli didattici del programma

 

INDICE E DEFINIZIONE DEI CONTENUTI

La relazione educativa oggi e la centralità del dialogo

·         Teorie del dialogo

·         Breve storia del dialogo in pedagogia

·         Dialogo e cura nell’educazione attuale

·         Articolazione interna del dialogo educativo: categorie chiave

L’insegnamento sarà suddiviso nei seguenti moduli:

Modulo 1: La pedagogia oggi: la tradizione filosofica; la svolta scientifica, tra scienze umane e filosofia

Modulo 2: Tra cura e formazione: la cura educativa; la centralità del dialogo; il dialogo nelle varie agenzie educative

Modulo 3: Cos’è il dialogo educativo: teorie del dialogo; dialogo e scienze umane; il dialogo nella pedagogia attuale.

Modulo 4: Dialogo e formazione: l’educatore dialogico tra incoraggiamento, sostegno e cura sui; tutelare e sviluppare l’io come persona.

 

Obiettivi formativi

 

L’insegnamento si pone l’obiettivo di formare un’immagine attuale della pedagogia, della relazione educativa e della pratica dialogica per sviluppare una coscienza sensibile e colta negli educatori.

 

Risultati d’apprendimento previsti

 

A.      Conoscenza e comprensione

Dare competenze e conoscenze adeguate.

 

B.      Capacità di applicare conoscenza e comprensione

Applicare le competenze sviluppate a casi specifici.

 

C.      Autonomia di giudizio

Capacità di studio autonomo.

 

D.      Abilità comunicative

Sviluppo delle capacità di verbalizzazione e scambio discorsivo.

 

E.       Capacità di apprendimento

Acquisizione di un metodo efficace di studio.

 

 

Competenze da acquisire

 

RISULTATI ATTESI

 

A.      Utilizzo di libri di testo avanzati, conoscenza di alcuni temi d’avanguardia nell’ambito della materia oggetto di studio attraverso bibliografie, articoli e volumi.

 

B.      Approccio professionale al proprio lavoro e possesso di competenze adeguate per concepire argomentazioni, sostenerle e per risolvere problemi nell’ambito della materia oggetto di studio attraverso studi di casi.

 

C.      Capacità di raccogliere e interpretare dati utili a determinare giudizi autonomi e competenze specialistiche da mettere al centro di tutta l’attività didattica tra docente e allievi.

 

D.      Capacità di comunicare informazioni, idee, problemi e soluzioni ad interlocutori specialisti e non specialisti, anche online.

 

E.       Capacità di intraprendere studi successivi con un alto grado di autonomia attraverso pratiche di apprendimento personale.

Organizzazione della didattica

 

 

DIDATTICA EROGATIVA

  • N°12  Videolezioni
  • N° 12 Podcast di tutte le video lezioni sopramenzionate.

 

DIDATTICA INTERATTIVA

  • 1 forum di orientamento;
  • 4  forum di approfondimento tematico (1 per ciascun modulo);
  • 1 e-tivity strutturata (come descritta nelle Modalità di verifica del profitto in itinere)
  • Si organizzeranno incontri interattivi con gli studenti in sincrono (ess. question time, ricevimento studenti, revisione compiti individuali, ecc.) secondo le necessità che emergeranno

 

AUTOAPPRENDIMENTO

Per ciascun modulo sono previsti materiali didattici: approfondimenti tematici, articoli del docente, letture open access, risorse in rete, bibliografia di riferimento, ecc.

 

Testi consigliati  

A. Mariani et alii, Pedagogia generale, Roma, Carocci, 2017, (capitoli Cambi e Mariani)

 

C. Fratini, Le dinamiche affettivo relazionali nei processi di insegnamento-apprendimento, in F. Cambi (a cura di), Nel conflitto delle emozioni, Roma, Armando, 1998, pp. 161-175.

 

F. Cambi, La relazione educativa e il ruolo del dialogo (testo on line).

 

Un testo a scelta tra:

 

G. Zagrebelsky, Senza adulti, Torino, Einaudi, 2016

 

E. Morin, I sette saperi necessari per l’educazione del futuro, Milano, Cortina, 2001

 

F. Cambi, M. Gennari, Leopardi come educatore, Genova, Il Melangolo, 2018

 

Risorse  online per approfondire:

 

Michele Ragone, Le parole di Danilo Dolci

 

 

Franco Cambi, Per una pedagogia dell’intercultura

 

Zigmunt Bauman, La rivoluzione del dialogo Assisi 2016

 

Sulle orme di Morin

Gustavo Zagrebelsky: “Democrazia e identità dell’individuo”

 

Per rispondere in maniera flessibile alle specifiche esigenze di ogni singolo studente, il docente si riserva la possibilità di consigliare letture alternative o aggiuntive durante le lezioni e agli studenti che ne faranno richiesta.

 

Modalità di verifica in itinere  

L’accesso alla prova finale è propedeutico allo svolgimento di n° 1 e-tivity, che consiste nell’elaborazione di un testo personale di 3/4 cartelle su uno dei temi trattati nel corso.

 

Modalità di svolgimento dell’esame finale  

La verifica dell’apprendimento avverrà attraverso un colloquio orale in presenza sui contenuti del corso, riprendendo almeno tre dei temi disciplinari di pertinenza.

Il voto (min 18, max 30 con eventuale lode) è determinato dal livello della prestazione per ognuna delle seguenti dimensioni dell’esposizione orale: padronanza dei contenuti, appropriatezza delle definizioni e dei riferimenti teorici, chiarezza dell’argomentare, dominio del linguaggio specialistico.

 

Lingua d’insegnamento Italiano