info@iuline.it / 06 96668278

Accreditata MUR con D.M. 02/12/2005
  • it
  • en

PROFILO E FUNZIONI DEL CONSULENTE PER IL MIGLIORAMENTO SCOLASTICO 2016/2017 – SECONDA EDIZIONE

Il Master ha l’obiettivo di formare una figura che abbia le competenze per accompagnare le istituzioni scolastiche nella predisposizione e nello sviluppo di un percorso di miglioramento. L’approccio proposto si basa sui risultati delle sperimentazioni condotte da INDIRE nell’ambito dei progetti nazionali PQM, VSQ e VALeS e considera in una dimensione sinergica sia i risultati di apprendimento degli alunni, sia l’innovazione didattica e organizzativa dell’istituzione scolastica. Per dare rilievo a quest’ultima dimensione del miglioramento, il Master propone un’ampia panoramica delle opportunità che l’INDIRE mette a disposizione delle scuole come frutto dei progetti e delle attività di ricerca svolti nell’ambito della propria mission istituzionale. Nel nuovo Sistema Nazionale di Valutazione la dimensione del miglioramento si colloca a valle della fase di autovalutazione; il consulente che opera a supporto del Piano di Miglioramento della scuola deve quindi essere in grado di mettere in relazione queste due fasi, grazie alla padronanza sia degli strumenti di analisi degli indicatori e dei risultati delle prove di valutazione degli alunni, sia del quadro normativo che definisce e accompagna lo sviluppo del sistema di valutazione delle scuole, senza tralasciare come tutto questo si colleghi alla dimensione dell’autonomia scolastica e al quadro di riferimento rappresentato dalla recente legge della “Buona Scuola” (L. 13 luglio 2015, n. 107). L’approfondimento sul profilo del consulente, già oggetto di recenti studi svolti dai ricercatori di INDIRE, ci spinge a considerare le tecniche relazionali, comunicative e organizzative richieste a figure che interagiscono con i Dirigenti Scolastici e con i nuclei interni di valutazione nel quadro di una relazione di aiuto e di stimolo ai processi di crescita e di innovazione interni alla scuola. E’ quindi necessario che il consulente abbia nel proprio bagaglio professionale anche le conoscenze necessarie per interpretare gli assetti dell’organizzazione in cui interviene, gli stili di leadership e i flussi comunicativi e decisionali che la caratterizzano. Infine, per le attività di tirocinio, verranno forniti i materiali e le griglie di riferimento per la progettazione, l’attuazione e la verifica dei piani di miglioramento che INDIRE ha proposto a tutte le scuole italiane.