info@iuline.it / 06 96668278

Accreditata MUR con D.M. 02/12/2005
  • it
  • en

Operatori dell’accoglienza e mediatori interculturali

Il tema dei migranti è da sempre uno dei più “caldi”, specialmente ora che l’ondata migratoria verso l’Italia ha raggiunto numeri veramente notevoli. Far fronte alle esigenze che l’aumento dell’immigrazione ha comportato è sicuramente, in questo momento, una vera e propria urgenza. In risposta a questa emergenza intervengono i centri di accoglienza e gli operatori che vi lavorano. Tali centri sono detti “Centri per l’immigrazione” e si distinguono in: CDA (Centri di accoglienza), CARA (Centri di accoglienza richiedenti asilo) e CIE (Centri di identificazione ed espulsione). I richiedenti asilo, i rifugiati, i cosiddetti “clandestini” sono generalmente persone che fuggono dalle condizioni invivibili in cui versano i loro paesi di origine e cercano rifugio e protezione in Italia e in altri paesi europei. Sono, per la loro situazione, dei soggetti vulnerabili e bisognosi d’assistenza. Gli operatori dei centri preposti a questo scopo devono quindi essere, non solo armati di pazienza e buona volontà, non solo preparati nelle proprie specifiche discipline (giuridiche, sociali, psicologiche, linguistiche o altre) , ma anche formati al “saper accogliere” attraverso uno studio dedicato. Questo è l’obiettivo fondamentale del Master che, unendo la preparazione nelle discipline teoriche di base alle esperienze pratiche, vuole fornire a coloro che intendono intraprendere questo percorso le competenze necessarie a ricoprire al meglio il delicato ruolo dell’operatore dell’accoglienza.

Link e materiali utili: