info@iuline.it / 06 96668278

Accreditata MUR con D.M. 02/12/2005
  • it

Management delle infrastrutture sportive – II edizione

Master di I livello, a.a. 2022/2023

Il percorso formativo mira a formare una figura professionale qualificata per la gestione degli impianti sportivi (compresi impianti comunali e afferenti a diverse discipline sportive) in grado di rispondere, con competenze specifiche, alle molteplici esigenze di questo settore, attualmente privo di figure di riferimento con una preparazione specialistica.


Il percorso formativo proposto è stato progettato nell’ottica di una strategia generale dell’Ateneo; infatti, negli ultimi anni, la IUL si è affiancata progressivamente al mondo dello sport. Questa scelta strategica è stata condotta in particolare per due motivi: sviluppare adeguate strategie di visibilità e coinvolgere le nuove generazioni. Del resto, i valori fondanti dello sport sono in molti casi coincidenti con quelli che da sempre il mondo universitario si prefigge di veicolare. Queste le motivazioni che hanno spinto l’Ateneo ad entrare nel mondo dello sport: ha supportato l’Eurobasket Roma, società sportiva che milita in Serie A2 del campionato italiano di pallacanestro, ha stretto accordi di collaborazione con alcune delle più importanti società sportive di Roma e con enti nazionali e internazionali, pubblici e privati. Inoltre, rafforzando il proprio ruolo all’interno del settore della formazione nel mondo dello sport, la IUL ha realizzato nel corso degli anni, importanti progetti di formazione nell’ambito della sperimentazione didattica studenti-atleti di alto livello, coinvolgendo più di 600 docenti provenienti da tutto il territorio nazionale, infine nell’anno accademico 2018/2019, è stato attivato il corso di laurea triennale in “Scienze motorie, pratica e gestione delle attività sportive” (classe L-22), in linea con le scelte già adottate dall’Ateneo sul versante della formazione in ambito sportivo.

 

Pertanto, il percorso proposto risulta essere in piena continuità con l’offerta complessiva della IUL e non si discosta dalla mission di un Ateneo che ha sempre guardato con attenzione ai temi della pedagogia e della didattica: la pratica sportiva può insegnare l’importanza della disciplina e della tenacia, il gioco di squadra, il gusto della sfida, il rispetto per l’avversario e per i compagni, la cultura della fatica condivisa, dell’amicizia, dell’accoglienza. È necessario dunque sviluppare le componenti etiche, culturali e sociali in ambito sportivo. In tal senso, lo sport può diventare un veicolo strategico al servizio della persona ma anche del territorio.

 

Il percorso formativo mira a formare una figura professionale qualificata per la gestione degli impianti sportivi (compresi impianti comunali e afferenti a diverse discipline sportive) in grado di rispondere, con competenze specifiche, alle molteplici esigenze di questo settore, attualmente privo di figure di riferimento con una preparazione specialistica. Nel dettaglio il master/corso consentirà ai partecipanti di acquisire competenze teorico pratiche in gestione strategica, progettazione, amministrazione e tematiche fiscali, impatto sociale, sicurezza, marketing e comunicazione. La formazione si svolgerà in modalità telematica, attraverso lezioni interattive, testimonianze e materiali di approfondimento dedicati.

 

Il manager/gestore degli impianti sportivi avrà il compito di dirigere e coordinare il funzionamento della struttura sportiva in modo da garantirne l’efficienza organizzativa ed assicurare il buon andamento del servizio; inoltre sovrintende la gestione amministrativa, l’organizzazione del lavoro ed il coordinamento del personale, la manutenzione dei locali e dell’attrezzatura, l’efficacia delle attività proposte e dei servizi. Garantisce che la struttura risponda alle norme igienico-sanitarie e di sicurezza.

Lavora nell’ambito di strutture sportive di tutte le dimensioni permanenti o stagionali in qualità di imprenditore, dipendente o collaboratore, nel settore privato ma anche nel pubblico (impianti sportivi comunali). È responsabile dell’insieme delle attività che assicurano il funzionamento di un impianto sportivo e dell’erogazione del servizio all’utenza. Programma e promuove l’attività, anche attraverso un diretto rapporto con gli utenti, soprattutto quando l’impianto è di piccole dimensioni. Organizza il lavoro dello staff, che comprende sia il personale con competenze tecnico-sportive a diretto contatto con i frequentatori, sia il personale che svolge ruoli gestionali ed amministrativi come gli addetti alle manutenzioni e alle pulizie o il personale amministrativo. All’esterno, segue le relazioni con federazioni, leghe, associazioni e società sportive, imprese produttrici di beni e servizi per lo sport (impianti, ecc.), aziende, sponsor, media a contenuto sportivo, enti pubblici territoriali, attività ed eventi turistico-sportivi.

Tale figura professionale è caratterizzata da:

 

Il corso è realizzato in collaborazione con SG PLUS GHIRETTI & PARTNERS SRL..

I principali destinatari sono tutti coloro che lavorano nel mondo dello sport e desiderano ricoprire tale ruolo professionale presso Pubbliche Amministrazione e/o società private.

 

È possibile accedere al percorso formativo con diploma di laurea o con diploma di scuola secondaria superiore:

  • per coloro che accedono con il Diploma di laurea o titolo equivalente e/o equipollente l’iscrizione al percorso sarà intesa come iscrizione al Master di I livello.
  • per coloro che accedono con un diploma di scuola secondaria di secondo grado l’iscrizione al percorso formativo sarà intesa secondo la modalità di iscrizione al “Corso di Alta formazione”. In questo caso i corsisti che porteranno a conclusione il percorso formativo avranno diritto ad un attestato di frequenza.

 

Studenti provenienti da paesi non afferenti all’Unione Europea

Ai fini dell’iscrizione il candidato dovrà presentare dichiarazione di valore in loco del titolo conseguito e fotocopia autenticata degli studi compiuti. Tutti i documenti vengono rilasciati dalla rappresentanza italiana competente per territorio. Non verranno accettate domande presentate oltre i termini, prive dei su citati documenti e pervenute autonomamente e non tramite nota consolare.

Non sono ammesse iscrizioni sotto condizione.

Dovranno presentare domanda di iscrizione (entro la data stabilita ogni anno dal MIUR rintracciabile al sito www.miur.it) presso la rappresentanza italiana competente per il territorio.

Ai fini dell’iscrizione il candidato dovrà presentare dichiarazione di valore in loco del titolo conseguito e fotocopia autenticata degli studi compiuti. Tutti i documenti vengono rilasciati dalla rappresentanza italiana competente per territorio.

Non verranno accettate domande presentate oltre i termini, prive dei su citati documenti e pervenute autonomamente e non tramite nota consolare.

Non sono ammesse iscrizioni sotto condizione.

 

Il numero minimo per l’attivazione del corso è di 20 partecipanti.

 

Il costo complessivo di iscrizione, frequenza, esame finale e conferimento del titolo è di € 1.916,00 (millenovecento/00) ), comprensivi di euro 16,00 (sedici/00) di imposta di bollo virtuale, pagabile in 3 rate:

  • € 716,00 (settecentosedici/00), comprensivi dell’importo di € 16,00 (sedici/00) per la marca da bollo virtuale, da versarsi entro e non oltre la data di inizio del Master/Corso di Alta formazione;
  • € 600,00 (seicento/00) da versarsi entro e non oltre il 30/05/2023;
  • € 600,00 (seicento/00) da versarsi entro e non oltre il 30/07/2023.

Per chiunque ne fosse in possesso, è possibile effettuare i pagamenti tramite la Carta del Docente.

 

In caso di ritardato pagamento delle rate successive alla prima sarà obbligatorio, per tutti i corsisti, il versamento di ulteriori € 30,00 (trenta/00) per diritti di mora.

 

Le iscrizioni al Corso sono aperte fino al 15/03/2023 e l’inizio delle attività didattiche è previsto nel mese di aprile 2023, fatte salve eventuali proroghe alle iscrizioni.

 

L’iscrizione al corso avviene attraverso il portale studenti Gomp (https://gomp.iuline.it/). La procedura di iscrizione e di pagamento attraverso il sistema PagoPA è descritta dettagliatamente nella Guida pubblicata

sul sito istituzionale contestualmente al presente Bando.

In caso di ritardato pagamento della seconda rata verrà il corsista verrà sospeso dal percorso formativo.

 

Per perfezionare la propria iscrizione, una volta effettuata la procedura e compilata online la domanda di iscrizione, questa dovrà necessariamente essere trasmessa alla Segreteria in una delle seguenti modalità:

  • in formato digitale: trasmissione della scansione della propria domanda di iscrizione, debitamente firmata e compilata, esclusivamente da un proprio indirizzo PEC nominale, ovvero dal quale si evinca il nome e cognome dell’iscritto, al seguente indirizzo: iul@pec.it;
  • invio della domanda in formato cartaceo: il documento, debitamente compilato e firmato, deve essere inviato per posta ordinaria o raccomandata a: “UNIVERSITÀ TELEMATICA DEGLI STUDI IUL, VIA M. BUONARROTI, 10 – 50122 FIRENZE”.

 

Per maggiori informazioni: Tel. 06 96668278; indirizzo e-mail: info@iuline.it.

Il modello formativo della IUL, flessibile e personalizzabile in base alle conoscenze ed esperienze pregresse degli studenti prevede per ciascun modulo momenti di didattica erogativa (azioni didattiche assimilabili alla didattica frontale) e momenti di didattica interattiva (forum, etivity, ecc.).

 

L’articolazione della didattica online per ogni CFU è la seguente:

  • 2 h di didattica erogativa (DE): registrazioni audio o video, lezioni in web-conference (riunioni online, altresì denominate “sincroni”), courseware prestrutturati o varianti assimilabili (si tratta di qualsiasi materiale strutturato ai fini didattici e offerto in ambienti web di vario tipo);
  • 4 h di didattica interattiva (DI): interventi didattici da parte del docente o del tutor rivolti alla classe o a una sua parte sotto forma di dimostrazioni o spiegazioni aggiuntive (FAQ, mailing lists, forum), interventi brevi effettuati dai corsisti in forum di approfondimenti tematici monitorati costantemente dal docente e da un tutor disciplinare;, blog e wiki, e-tivity (individuali o collaborative) effettuate dai corsisti con relativo feed-back; incontri in modalità sincrona con il docente per approfondimenti su specifici argomenti del modulo
  • 19 h di autoapprendimento (studio individuale ed autonomo).

 

Il modello adottato inoltre prevede l’apprendimento assistito lungo tutto il percorso formativo, oltre che dai docenti anche da tutor disciplinari esperti di contenuto e da un tutor di percorso, figura di supporto con competenze trasversali che:

  • supporta gli studenti all’utilizzo e alla fruizione dell’ambiente formativo-comunicativo;
  • ha conoscenza approfondita dell’ambiente IUL e delle scelte metodologiche;
  • interagisce con tutti gli attori del percorso formativo (segreteria didattica e amministrativa, docenti, tutor disciplinari e studenti) attraverso mailing list e forum;
  • filtra e indirizza le richieste e le informazioni provenienti dagli studenti stessi verso docenti, tutor disciplinari, segreteria didattica e amministrativa.

 

Il percorso formativo prevede inoltre lo svolgimento di un Project work o di un tirocinio.

L’attività di Project Work (attività online), svolta con il costante supporto online del docente e del tutor, prevede lo sviluppo di un lavoro di ricerca individuale, partendo da uno degli argomenti affrontati durante la didattica del Corso e concordato con il docente e il tutor.

L’attività di tirocinio (attività in presenza) prevede invece la presenza presso una struttura sportiva o società di gestione finalizzata ad acquisire competenze e skill legate agli argomenti in oggetto.

L’attivazione dei tirocini sarà legata alle condizioni sanitarie del paese e alla disponibilità delle strutture sportive individuate.

 

Al termine del percorso formativo è previsto lo svolgimento e la discussione di una tesi: l’attività, svolta con il costante supporto online del docente e del tutor, prevede lo sviluppo di un lavoro di ricerca individuale, partendo da uno degli argomenti affrontati durante la didattica del Master/Corso di Alta formazione e concordato con il docente e il tutor. Requisito indispensabile per poter accedere alla discussione finale è aver svolto tutti i test/prove previste nei singoli insegnamenti del percorso e il project work (o in alternativa il tirocinio).

La discussione finale si svolgerà in presenza in una delle sedi dell’Ateneo (Roma o Firenze) e sarà comunicata durante il percorso formativo.

L’organizzazione del percorso formativo prevede 6 macroaree tematiche, ognuna delle quali corrisponde ad un modulo, che affrontano i principali temi per la gestione di un impianto sportivo.

 

Nella tabella sottostante è riportato il dettaglio dell’organizzazione didattica del percorso formativo.

 

CONTENUTI
ModuliSSDCFU
Modulo 1 – Gestione strutturaleICAR/12 – TECNOLOGIA DELL’ARCHITETTURA9
Modulo 2 – Normative di riferimentoIUS/01 – DIRITTO PRIVATO9
Modulo 3 – Modelli di gestione aziendaleSECS-P/07 – ECONOMIA AZIENDALE9
Modulo 4 – Amministrazione e fiscalitàSECS-P/07 – ECONOMIA AZIENDALE9
Modulo 5 – Organizzazione e gestione delle attivitàSECS-P/08 – ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE6
Modulo 6 – Comunicare gli impianti sportiviSPS/08 – SOCIOLOGIA DEI PROCESSI CULTURALI E COMUNICATIVI3
PW o Tirocinio9
Tesi6
TOTALE60

 

Modulo 1 – Gestione strutturale

ICAR/12 – TECNOLOGIA DELL’ARCHITETTURA

Docente – Arch. Davide Allegri, Coordinatore didattico e Docente del Master Universitario di I e II livello in Progettazione Costruzione Gestione delle Infrastrutture Sportive del Politecnico di Milano.

  • Impiantistica e infrastruttura sportiva: la pianificazione, il progetto e la costruzione.
  • La manutenzione e l’efficientamento energetico.
  • La normativa in materia di sicurezza degli impianti.
  • Gli arredi. Cosa deve contenere una palestra tipo.
  • Le autorizzazioni necessarie per lo svolgimento di lavori di ampliamento, ripristino e manutenzione.
  • La progettazione delle aree ricreative. Quale futuro per le club house?

 

Modulo 2 – Normative di riferimento

IUS/01 – DIRITTO PRIVATO

Docente – Avv. Guido Martinelli, Avvocato specializzato in diritto sportivo ed esperto di terzo settore, ha insegnato presso molteplici Università e Master sportivi

  • Il circolo sportivo tra diritto statale e diritto sportivo.
  • Il nuovo testo unico sullo sport.
  • L’inquadramento delle risorse umane impiegate e Contratti di lavoro.
  • Contratti di pubblicità e sponsorizzazione.
  • Contratti di sub concessione delle attività di ristoro, vendita prodotti o di attività specifiche (vedi SAT o centri estivi).
  • Le convenzioni con la pubblica amministrazione per la gestione di impianti.
  • Lo sport e la riforma del terzo settore.
  • La responsabilità nello sport.
  • La giustizia sportiva.
  • Il doping.
  • La tutela del marchio.
  • Gli organi sociali: loro ruolo e compiti.
  • Le coperture assicurative.
  • La tutela sanitaria delle attività sportive.

 

Modulo 3 – Modelli di gestione aziendale

SECS-P/07 – ECONOMIA AZIENDALE

Docente – Dott. Alberto Manzotti, Docente Luiss, ex Consigliere di Amministrazione Fondazione dello Sport del Comune di Reggio Emilia ed esperto di pianificazione e controllo di gestione per impianti sportivi

  • Istituzioni di economia aziendale.
  • Un piano economico – finanziario.
  • Il controllo di gestione.
  • La pianificazione dei flussi di cassa.
  • Modalità di finanziamento. Italia ed Europa.
  • La finanza di progetto.
  • I sistemi di fund raising. Dal crowdfunding al licensing.
  • La rendicontazione sociale nei bilanci degli enti sportivi.
  • I ristoranti dei centri sportivi: risorsa o costo?

 

Modulo 4 – Amministrazione e fiscalità

SECS-P/07 – ECONOMIA AZIENDALE

Docente – Dott. Roberto Bresci, Presidente Comitato Regionale Toscana FIN, dottore commercialista esperto in fiscalità degli enti sportivi dilettantistici

  • Tipologia del soggetto ed inquadramento fiscale.
  • Tenuta della contabilità: prima nota.
  • La redazione del rendiconto preventivo e del bilancio consuntivo.
  • Gli obblighi dichiarativi.
  • Le scadenze fiscali.
  • La gestione dei rapporti con il personale dipendente.
  • Gli obblighi legati alla sostituzione di imposta e previdenziale.

 

Modulo 5 – Organizzazione e gestione delle attività

SECS-P/08 – ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE

Docente – Dott. Roberto Ghiretti, Docente in diversi Master universitari e Business School, Presidente di SG Plus Ghiretti & Partners, ex Direttore della Lega Volley Maschile

  • Il rapporto tra centro sportivo e territorio che lo circonda.
  • L’organizzazione dell’evento sportivo all’interno del centro.
  • Il centro sportivo e la città. Come rapportarsi con le autorità pubbliche.
  • Le attività del centro sportivo “fuori dal centro”.
  • Individuazione di nuove aree di business.
  • Come integrare sport, benessere, territorio e servizi alla persona.
  • La realizzazione di un piano di marketing

 

Modulo 6 – Comunicare gli impianti sportivi

SPS/08 – SOCIOLOGIA DEI PROCESSI CULTURALI E COMUNICATIVI

Docente – Dott. Fabio Pagliara, Presidente della Fondazione Sport City, ex segretario generale della Federazione Italiana Atletica Leggera

  • La strategia per comunicare un impianto sportivo.
  • Come rendere tutte le attività dell’impianto uno strumento di comunicazione.
  • Gli strumenti per comunicare: social e sito internet, corner shop e rapporti promo-pubblicitari.
  • La creazione e la gestione di una community.