info@iuline.it / 06 96668278

Accreditata MUR con D.M. 02/12/2005
  • it

Giurisprudenza, classe LMG-01

Teoria generale del diritto

Informazioni

Anno accademico: 2021/2022

Periodo: I ANNO; II SEMESTRE

SSD: IUS/20

Crediti: 6 CFU

Scarica il programma

Docente a contratto; Laureato con lode in Scienze Politiche; precedentemente borsista presso la Scuola di Direzione e Organizzazione Aziendale Fondazione Genovesi Salerno; già collaborato con la cattedra di Filosofia della politica- UNISA; Dottorato di ricerca in Scienze Giuridiche curricula Diritto del lavoro; svolge la professione ordinistica di Consulente del Lavoro;  Consulente Esperto esterno in contrattualistica di lavoro c/o Regione Campania; Docente MIUR Scienze Giuridiche; Mediatore in materia civilistica CCIAA di Salerno. Autore di numerosi articoli e note a sentenza su riviste specializzate in diritto del lavoro.

 

Il corso si articolerà in due parti: una prima parte monografica dedicata agli sviluppi della disciplina e ad un’analisi delle correnti teoriche principali e agli effetti applicativi della filosofia in dottrina.

La teoria della norma giuridica. Si esaminerà l’epistemologia del diritto la sua funzione, il diritto positivo, le sue correnti, la classificazione delle norme.

Le teorie dell’ordinamento giuridico; Cos’ e’ una classificazione ordina mentale, le fonti, i caratteri imperativi, le pluralità degli ordinamenti.

Una seconda parte che verterà sugli effetti delle teorie applicate alla forma generale dello Stato in ordine al funzionamento ed ai meccanismi di funzionamento dei sistemi democratici attraverso un’analisi delle istituzioni, delle leggi e dei limiti dei sistemi democratici, anche alla luce del pensiero liberale.

The course will be divided into two parts: a first monographic part dedicated to the developments of the discipline and an analysis of the main theoretical currents and the applicative effects of philosophy in doctrine.The theory of the legal norm. We will examine the epistemology of law, its function, positive law, its currents, the classification of norms. Theories of the legal system; What is a mental order classification, the sources, the imperative characters, the pluralities of the legal systems.A second part that will focus on the effects of the theories applied to the general form of the state in relation to the functioning of the post-unification Italian parliament and democratical institutions.

Il corso si propone di presentare e approfondire alcuni concetti teorici generali e universali del diritto, partendo da un esame dei contenuti offerti dall’ordinamento giuridico positivo. L’analisi dei concetti fondamentali alla base dell’ordinamento verrà condotta guidando lo studente a vagliare criticamente le categorie concettuali individuate dalla dottrina teorico-giuridica. Al termine del corso lo studente è chiamato a dimostrare una conoscenza adeguata alle tematiche trattate nel programma e approfondite nel corso delle lezioni, nonché’ a dar prova di saper esporre correttamente i principali concetti esaminati, sotto il profilo tanto espressivo quanto teorico.

A. Conoscenza e comprensione

Sviluppare le capacità di comprensione del diritto vigente e competenze attraverso l’esame di alcuni concetti giuridici generali e l’analisi del loro funzionamento all’interno del ragionamento giuridico.

 

B. Conoscenza e capacità di comprensione applicate

Lezioni frontali e follow-up su problemi di comprensione del testo segnalati dagli studenti negli incontri programmati.

 

C. Autonomia di giudizio

L’analisi del contenuto del testo porterà alla formazione di una propria capacità critica/chiave di lettura con la quale affrontare la comprensione de3lla parte speciale sulla crisi del parlamentarismo in Italia tema di stringente attualità e mai desueto nelle nostre prassi politico istituzionali.

 

D. Abilità comunicative

Padroneggiamento del linguaggio giuridico e metagiuridico riferito ao casi concreti che lo coniugano agli aspetti teorici dello studio della disciplina.

 

E. Capacità di apprendimento

Skills e ambiente d’apprendimento formato attraverso la lezione frontale appositamente strutturato con progressive conoscenze, slides e le mappe concettuali ove fornite.

A. Utilizzo di libri di testo avanzati, conoscenza di alcuni temi d’avanguardia nell’ambito della materia oggetto di studio.

 

B. Approccio professionale al proprio lavoro e possesso di competenze adeguate per concepire argomentazioni, sostenerle e per risolvere problemi nell’ambito della materia oggetto di studio. Capacità di raccogliere e interpretare dati utili a determinare giudizi autonomia.

 

C. Capacità di comunicare informazioni, idee, problemi e soluzioni ad interlocutori specialisti e non specialisti.

 

D. Capacità di intraprendere studi successivi con un alto grado di autonomia.
Come da piano di studi fornito, l’esame di Teoria generale del diritto fornisce allo studente le abilità e le competenze utili ad affrontare gli studi posti in diretta propedeuticità con questo livello di conoscenze.

DIDATTICA EROGATIVA

  • 6h di videolezioni registrate fruibili da piattaforma.
  • 2 incontri sincroni in piattaforma.
  • Podcast di tutte le video lezioni sopramenzionate.

DIDATTICA INTERATTIVA

  • 1 forum di orientamento al corso.
  • 2forum di approfondimento tematico (1 per modulo).
  • Possibilità di svolgere lavori di (e in) gruppo.
  • 2 e-tivity strutturate come descritte nelle Modalità di verifica in itinere.

 

AUTOAPPRENDIMENTO

Per ciascun modulo sono previsti materiali didattici: approfondimenti tematici, articoli e slide del docente, letture open access, risorse in rete, bibliografia di riferimento, ecc.

  • Bobbio – Teoria generale del diritto Giappichelli Torino (parte generale)
  • N. Bobbio – Il futuro della democrazia (Cap. I, III, V, VII) (parte speciale)

L’accesso alla prova finale (esame) è subordinato allo svolgimento delle seguenti 2e-tivity:

  • Etivity 1 – Una breve tesina su un argomento da approfondire a scelta dello studente su argomenti trattati nella prima parte del corso;
  • Etivity 2 – Una breve tesina a tema libero sui contenuti del corso o su argomenti a carattere strettamente interdisciplinare.

La verifica dell’apprendimento avverrà attraverso il colloquio orale sui contenuti del corso e sull’eventuale relazione finale presentata. Il voto (min 18, max 30 con eventuale lode) è determinato dal livello della prestazione per ognuna delle seguenti dimensioni dell’esposizione orale: padronanza dei contenuti, appropriatezza delle definizioni e dei riferimenti teorici, chiarezza dell’argomentare, dominio del linguaggio specialistico.