info@iuline.it / 055 0380900

Accreditata MUR con D.M. 02/12/2005
  • it

Scienze psicologiche delle risorse umane, delle organizzazioni e delle imprese, classe L-24

Psicometria

Informazioni

Anno accademico: 2023/2024

Periodo: I ANNO; II SEMESTRE

SSD: MPSI/03

Crediti: 9 CFU

Scarica il programma

Luigi Tinella è assegnista di ricerca post-doc in Psicometria presso l’università degli Studi di Bari. È Psicologo/Psicoterapeuta ad orientamento cognitivo-comportamentale. Tra i suoi interessi di ricerca sono inclusi: la misurazione in psicologia, la cognizione spaziale, l’invecchiamento sano e patologico, il comportamento di guida e il disturbo ossessivo compulsivo.

La Psicometria è la disciplina che si occupa della rilevazione e misurazione dei fenomeni psicologici. Tratta quindi le tematiche connesse alla misura in psicologia e i concetti di base per affrontare problemi di quantificazione e di elaborazione di dati psicologici. Nella formazione dello psicologo assume un ruolo importante dato che nello svolgimento della professione occorre sapere utilizzare strumenti come test e questionari, condurre analisi sui dati raccolti e saperli comunicare. Infine, rappresenta un aiuto per capire i risultati presentati sulle riviste scientifiche del settore che sono una fonte per il continuo aggiornamento richiesto nell’ambito della professione.

 

L’insegnamento è costituito da 3 moduli:

  • Modulo 1 – La misura in Psicologia

Nel primo modulo del corso (La misura in Psicologia) sarà introdotto il processo di misurazione delle variabili psicologiche descrivendone le caratteristiche e saranno inoltre presentate le scale di misura e le loro proprietà.

  • Modulo 2 – Descrivere i dati

Nel secondo modulo (Descrivere i dati) saranno introdotte le tecniche d’analisi di tipo descrittivo, che rappresentano un utile strumento per conoscere l’andamento dei dati raccolti. In particolare, saranno presentate le distribuzioni di frequenza, gli indici di tendenza centrale, di variabilità e di posizione. Le spiegazioni sono accompagnate da esempi, con dati provenienti da diversi ambiti applicativi, in modo da meglio comprendere la procedura di calcolo. Infine, sono descritte le rappresentazioni grafiche e le loro proprietà, in modo da sapere scegliere adeguatamente il tipo di rappresentazione in base alla variabile misurata.

  • Modulo 3 – Associazione tra variabili

Nel terzo modulo (Associazione tra variabili e validità della ricerca) si affronterà in primo luogo la relazioni tra due variabili. Nel caso di variabili qualitative viene introdotta la tabella di contingenza e presentato il modo per calcolare le frequenze sia semplici che condizionate. Nel caso di variabili quantitative viene presentato, come misura di associazione, il coefficiente di correlazione. Attraverso esempi con dati provenienti dall’ambito psicologico si mostreranno le procedure di calcolo anche attraverso l’uso del software statistico JASP. Nella seconda parte del terzo modulo, verrà trattato il tema della validità della ricerca con particolare attenzione alle sue minacce. Saranno inoltre presentati i disegni di ricerca  più  utilizzati  nell’ambito  della  ricerca  con  variabili psicologiche.

The measurement in psychology. Introduction to descriptive statistics applied to psychological data. Introduction to the use of the software JASP. Methods for describing how to report the results of a psychological research.

L’insegnamento di Psicometria mira a sviluppare le competenze teorico/operative relative ai metodi e alle tecniche di indagine scientifica in psicologia.

In particolare, l’insegnamento si pone l’obiettivo di illustrare allo studente le procedure statistiche e informatiche necessarie per la pianificazione della raccolta dati di una ricerca psicologica, per la presentazione descrittiva dei risultati ottenuti.

Obiettivo: conoscenza e comprensione – area generale

  • Modulo 1

Conoscenze e capacità di comprensione dei concetti di base della psicometria e della statistica applicata alle discipline e ai costrutti psicologici. Conoscenze delle principali scale di misura.

  • Modulo 2

Conoscenza e comprensione degli indicatori di tendenza centrale e di dispersione della distribuzione. Conoscenza e comprensioni degli indicatori di posizione.

  • Modulo 3

Conoscenza e comprensione dei concetti di affidabilità e validità. Conoscenza della relazione tra variabili misurate su diversi tipi di scale.

 

Obiettivo: applicare conoscenza e comprensione – area generale

  • Modulo 1

Le esercitazioni hanno l’obiettivo di favorire l’applicazione delle conoscenze acquisite circa la descrizione, la rappresentazione grafica e la tabulazione di un set di dati.

  • Modulo 2

Le esercitazioni hanno lo scopo di sviluppare le capacità di raccogliere, analizzare e interpretare in maniera critica dati relativi a variabili psicologiche

  • Modulo 3

Le esercitazioni hanno lo scopo di favore la capacità di formulare giudizi critici e autonomi, inclusa la capacità di riflessione su temi scientifici o etici connessi con le discipline psicologiche.

 

Obiettivo: conoscenza e comprensione – area specifica

I tre Moduli didattici mirano a fornire allo studente conoscenze e capacità di comprendere e applicare i concetti e le tecniche psicometriche di base con un approccio professionale:

  • Modulo 1: la misura in psicologia
  • Modulo 2: Introduzione alla statistica inferenziale I
  • Modulo 3: Introduzione alla statistica inferenziale II

 

Obiettivo: applicare conoscenza e comprensione – area specifica

Le esercitazioni hanno l’obiettivo di rafforzare le competenze teoriche

e promuovere lo sviluppo di abilità tecnico-pratiche specificamente riferite alla misura in psicologia, e alle applicazioni della matematica e  della statistica ai costrutti psicologici, con un particolare focus ai domini e alle funzioni cognitive in età adulta e invecchiamento.

A. Conoscenza e comprensione
Sviluppare le conoscenze, a partire da un livello elementare, utili per l’analisi statistica e l’interpretazione dei dati in contesti di ricerca e di intervento psicologici.

B. Conoscenza e capacità di comprensione applicate
Lo studente sarà in grado di affrontare l’analisi dei dati psicologici attraverso l’uso del software statistico JASP

C. Autonomia di giudizio
Il corso stimolerà lo studente ad acquisire autonomia nella lettura di grafici e tabelle. Inoltre, fornirà indicazioni per potere valutare la validità della ricerca.

D. Abilità comunicative
Il corso fornirà̀ agli studenti le conoscenze necessarie per la realizzazione del resoconto di una ricerca psicologica, sia scritto sia orale.

E. Capacità di apprendimento
I temi trattati nel corso di Psicometria sono indispensabili per seguire con profitto i corsi successivi del Corso di Laurea e per la preparazione della prova finale.

A. Sapere utilizzare in maniera autonoma il software statistico JASP.

B. Capacità di raccogliere e interpretare dati utili a determinare giudizi autonomi nell’ambito della materia oggetto di studio.

C. Capacità di comunicare efficacemente e di discutere in maniera critica i risultati delle analisi statistiche alla luce della domanda della ricerca e della letteratura di riferimento.

D. Acquisire la capacità di apprendere dall’ambiente in cui ci si troverà inseriti, analizzando articoli scientifici, report e risultati di esperimenti.

DIDATTICA EROGATIVA

  • 6,5 h di videolezioni registrate fruibili nell’ambiente eLearning;
  • 4 web lessons in modalità sincrona di 1h ciascuna fruibili
  • nell’ambiente eLearning;
  • podcast di tutte le video lezioni

 

DIDATTICA INTERATTIVA

  • 1 forum di orientamento al corso;
  • 9 post di approfondimento tematico sugli argomenti teorici e applicativi della materia nei 3 forum disciplinari;
  • 3 e-tivity strutturate (come descritte nelle Modalità di verifica in itinere).
  • un test finale di autovalutazione (facoltativo) di 30 domande a scelta multipla;
  • 4 web conference con il tutor in modalità sincrona di 1h ciascuna fruibili nell’ambiente eLearning: ricevimenti con il tutor per discutere degli argomenti teorici e applicativi.

 

AUTOAPPRENDIMENTO

Per ciascun modulo sono previsti materiali didattici: slide del docente, letture open access, file di dati, bibliografia di riferimento.

  • Primi C. & Chiesi F. (2005). Introduzione alla psicometria. Laterza,
  • Chiorri, C. (2010). Fondamenti di psicometria. McGraw-Hill.

L’accesso alla prova finale (esame) è subordinato allo svolgimento delle

seguenti 3 e-tivity:

  • Etivity 1 – Costruire un questionario ed individuare la corretta scala di misura per ogni variabile.
  • Etivity 2 – Analisi dei dati con il software JASP: descrivere il campione variabili quantitative.
  • Etivity 3 – Analisi dei dati con il software JASP: relazioni tra variabili.

La valutazione delle attività sarà di tipo qualitativo e si focalizzerà sull’accuratezza del processo di analisi e dell’interpretazione dei risultati ottenuti

La verifica dell’apprendimento avverrà attraverso il colloquio orale sui contenuti del corso e report finale di sintesi delle attività svolte in itinere con il software. Il voto (min 18, max 30 con eventuale lode) è determinato dal livello della prestazione per ognuna delle seguenti dimensioni dell’esposizione orale: padronanza dei contenuti, appropriatezza delle definizioni e dei riferimenti teorici, chiarezza dell’argomentare, dominio del linguaggio specialistico.