info@iuline.it / 06 96668278

Accreditata MUR con D.M. 02/12/2005

Psicologia Sociale

Informazioni

Anno accademico:

Anno accademico:

SSD: M-PSI/05

Crediti: 9 CFU

Scarica il programma

Prof.ssa Enrichetta Giannetti: Oltre all’ampia attività didattica per la formazione e l’aggiornamento di operatori dei settori educativo, culturale, sociale e sanitario, in ambito universitario è stata affidataria dei Corsi: Psicologia della Formazione, Psicologia Sociale, Psicologia della Salute, Psicologia Sociale della Salute e Promozione del Benessere e Psicologia del Lavoro e delle Organizzazioni. Attualmente è Professore Aggregato di Psicologia Sociale, Corso di Laurea in Scienze e Tecniche di Psicologia, Scuola di Psicologia dell’Università degli Studi di Firenze. È docente di discipline del Settore Scientifico Disciplinare di appartenenza in Corsi di Perfezionamento e Master di I e II livello dell’Università degli Studi di Firenze. Iscritta all’albo dell’Ordine degli Psicologi e Psicoterapeuti della Toscana dal 1993.

Socio ordinario dell’Associazione Italiana Psicologi (AIP, Sezioni di Psicologia Sociale, di Psicologia Clinica e Psicologia del Lavoro e delle Organizzazioni).

Socio ordinario Società italiana di Psicologia della Salute (SIPSa).

Collabora con la sezione di Psicologia della Salute del Dipartimento di Psicologia dell’Università di Firenze.

ATTIVITÀ DI RICERCA

  • Studio dei processi di socializzazione nell’arco della vita.
  • Formazione degli atteggiamenti e loro modificazione, in ambito educativo e in quello della formazione degli adulti, al fine di sviluppare le life skills, individuali e di gruppo.
    • Associazione Italiana di Psicologia (AIP; Sezione Psicologia Sociale).
      • Individuazione dei fattori di protezione e prevenzione e di quelli di rischio nei contesti relazionali e nelle organizzazioni.
      • Verifica dell’efficacia delle strategie di intervento nei gruppi per la promozione del benessere psicologico e del benessere lavorativo.
      • Aspetti metodologici della ricerca psicosociale; approcci e strumenti di valutazione psicologica.
      • Rilevanza dell’indagine psicosociale a fini applicativi e per la promozione della salute.

       

      Prof. Alessio Tesi: Alessio Tesi è Dottore di Ricerca e Cultore della Materia “Psicologia Sociale”, Dipartimento di Scienze Politiche, Università di Pisa. Nell’anno 2019-2020 è Professore a Contratto di Psicologia Sociale presso il Corso di Laurea in Servizio Sociale, Scuola di Scienze Politiche “Cesare Alfieri”, Università di Firenze.

      Membro strutturato all’interno del Progetto di Ricerca Europeo “Horizon 2020 – Exploiting Ubiquitous Computing, Mobile Computing and the Internet of Things to promote Science Education “. Dipartimento di Ingegneria Dell’Informazione, Università di Pisa.

      E’ autore di pubblicazioni in riviste scientifiche Internazionali e Nazionali. Inoltre, ha partecipato come contributore a numerosi convegni Internazionali e Nazionali.

      Svolge attività di ricerca nell’ambito della Psicologia Sociale e delle Organizzazioni. I suoi interessi riguardano i rapporti intergruppi in termini di dominanza sociale e l’esercizio del potere interpersonale in svariati contesti organizzativi. Si occupa inoltre di rilevazione, promozione e sviluppo del Benessere Psico-Sociale nei luoghi di lavoro.

      Appartenenze ad associazioni scientifiche:

    • Associazione Italiana di Psicologia (AIP; Sezione Psicologia Sociale).
    • International Society of Political Psychology (ISPP).

INDICE E DEFINIZIONE DEI CONTENUTI

 

  • Modulo 1 – Principi della Psicologia Sociale

Il primo modulo prevede l’approfondimento delle seguenti tematiche:

  • Che cos’è la Psicologia Sociale? Introduzioni storica.
  • Interazione reciproca e dinamica tra caratteristiche personali e mondo sociale: la Teoria del Campo di Kurt Lewin e la prospettiva Sistemica.
  • Persone nei gruppi: natura, funzioni e tipologie dei gruppi.
  • La leadership: variabile cruciale per il clima della nostra vita nei gruppi di appartenenza.
  • Pregiudizi, stereotipi e relazioni intra e intergruppi.
  • Modulo 2 – Psicologia Sociale applicata al Benessere Bio-Psico-Sociale

Il secondo modulo prevede l’approfondimento delle seguenti tematiche:

  • Atteggiamenti, credenze e attribuzioni: processi di costruzione della realtà sociale.
  • introduzione alla Psicologia Positiva e aspetti psicosociali come risorse di promozione del benessere: ottimismo, empatia, strategie di coping.
  • Psicologia Sociale della Salute e benessere bio-psico-sociale.

 

  • Modulo 3 – Psicologia Sociale applicata al Benessere Bio-Psico-Sociale nei contesti organizzativi

Il terzo modulo prevede l’approfondimento delle seguenti tematiche:

  • Stress lavoro correlato: principali modelli, teorie, misure e risvolti applicativi.
  • Dallo stress psicosociale al benessere organizzativo nei luoghi di lavoro.
  • Le new ways of working: uno sguardo psicosociale sulle tematiche inerenti il “lavoro agile”.
  • Un’esperienza di ricerca: Benessere Organizzativo negli operatori sociosanitari.

The course of Social Psychology aims to deepen some of the themes and authors that represent the cornerstones of Social Psychology addressing relevant issues such as: the relationship between person and social context, the formation of attitudes and their relationship with behavior, Intra-group and Intergroup relations, conflict, cooperation.

 

The course will try to provide a look at recent scientific and methodological developments of the discipline deepening the thematic areas related to the Social Psychology of Well-being and Health and Social Psychology applied to organizational contexts, with particular attention to methods, tools and techniques for data analysis of psychosocial research, even through the presentation of research carried out in work contexts.

OBIETTIVI FORMATIVI

Il corso di Psicologia Sociale si pone l’obiettivo di approfondire alcune delle tematiche e degli autori che rappresentano dei capisaldi della Psicologia Sociale affrontando tematiche rilevanti quali: il rapporto tra persona e contesto sociale, la formazione degli atteggiamenti e la loro

relazione con il comportamento, I rapporti intragruppo e Intergruppi, conflitto, cooperazione.

Il corso, inoltre, attraverso un taglio seminariale e applicativo, cercherà di fornire uno sguardo sui recenti sviluppi scientifici e metodologici della disciplina approfondendo le aree tematiche inerenti la Psicologia Sociale del benessere e della salute e la Psicologia Sociale applicata ai contesti organizzativi, con particolare attenzione anche ai metodi, strumenti e tecniche di analisi dei dati della ricerca psicosociale, attraverso la presentazione di ricerche svolte nei contesti lavorativi.

A. Conoscenza e comprensione

Lo studente sarà in grado di sviluppare conoscenze sulle principali tematiche connesse ai processi Psicologico-Sociali e ai rapporti intragruppo e integruppi, tra i quali:

  • atteggiamenti e norme sociali;
  • modelli sociali di previsione del comportamento;
  • stereotipi e pregiudizi;
  • bias cognitivi;
  • attribuzioni sociali e processi cognitivi connessi;
  • influenza sociale e potere;
  • altruismo;
  • Psicologia Sociale del Benessere e della Salute;
  • Psicologia Sociale applicata ai contesti organizzativi;
  • Benessere nei luoghi di lavoro
  • New ways of working

Verranno inoltre approfonditi temi inerenti lo stress occupazionale e il benessere organizzativo di lavoratori e operatori di varie categorie professionali.

B. Capacità di applicare conoscenza e comprensione

Attraverso lo studio e le discussioni tematiche lo studente sarà in grado saper applicare in contesti reali le teorie e i costrutti appressi, i metodi di intervento e la loro implementazione, anche in contesti educativi.

C. Autonomia di giudizio

Attraverso lo studio dei materiali forniti lo studente sarà in grado di selezionare dei temi salienti nell’ambito della Psicologia Sociale e della Psicologia Sociale del Benessere, da utilizzare come “punti di partenza” per la ricerca autonoma sui database scientifici.

D. Abilità comunicative

Attraverso le discussioni interattive durante le lezioni in video piattaforma lo studente potrà mettere alla prova le capacità comunicative sperimentando il linguaggio della disciplina.

E. Capacità di apprendimento

Lo studente, attraverso l’uso del forum tematico sulla piattaforma, sarà in grado di sviluppare un apprendimento in un’ottica co-costruita.

RISULTATI ATTESI

A. Utilizzo autonomo di libri di testo avanzati, conoscenza di alcuni temid’avanguardia nell’ambito della materia oggetto di studio.

Gli studenti verranno indirizzati all’utilizzo di risorse bibliografiche non soltanto tradizionali (cartacee) ma – attraverso un percorso di analisi critica delle risorse in rete – anche digitali.

B. Approccio professionale al proprio lavoro e possesso di competenze adeguate per concepire argomentazioni, sostenerle e per risolvere problemi nell’ambito della materia oggetto di studio. Capacità di raccogliere e interpretare dati utili a determinare giudizi autonomi.

Attraverso l’analisi di “casi di studio” ed esempi pratici desunti dalla vita quotidiana verranno evidenziati i meccanismi socio-psico-pedagogici alla base del nostro pensiero critico e che sottendono le modalità con le quali possiamo formulare giudizi e pareri. Saranno quindi fornite – oltre agli strumenti per il reperimento e la valutazione dei dati – alcune delle principali “buone pratiche” per una corretta interpretazione dei dati acquisiti.

C. Capacità di comunicare informazioni, idee, problemi e soluzioni ad interlocutori specialisti e non specialisti.

Agli studenti saranno fornite indicazioni e metodologie utili a organizzare una presentazione multimediale e a saperla esporre utilizzando lessico e modalità comunicative adeguate al pubblico di riferimento.

 

D. Capacità di intraprendere studi successivi con un alto grado di autonomia, anche progredendo in maniera autonoma al reperimento di fonti bibliografiche di tipo scientifico inerenti la materia.
Gli studenti saranno aiutati a organizzare il proprio studio in modo proficuo mediante strumenti e metodi che favoriscano l’“imparare a imparare”.

DIDATTICA EROGATIVA

  • 6 videolezioni registrate fruibili da piattaforma.
  • 3 incontri sincroni in piattaforma dove saranno realizzati approfondimenti tematici ed esercitazioni atte a fornire conoscenze applicate nell’ambito della ricerca-azione partecipata.
  • Podcast di tutte le video lezioni sopramenzionate.

 

DIDATTICA INTERATTIVA

  • 1 forum di orientamento al corso.
  • 3 forum di approfondimento tematico (1 per modulo).
  • Possibilità di svolgere lavori di (e in) gruppo.
  • 3 e-tivity strutturate (come descritte nelle Modalità di verifica in itinere).

 

AUTOAPPRENDIMENTO

Per ciascun modulo sono previsti materiali didattici: approfondimenti tematici, articoli e slide del docente, letture open access, risorse in rete, bibliografia di riferimento, ecc.

Materiale di studio fornito dai docenti  (slide, articoli scientifici, capitoli di approfondimento).

L’accesso alla prova finale (esame) è subordinato allo svolgimento delle seguenti 3 e-tivity:

 

  1. Lo studente dovrà produrre tre elaborati della lunghezza di circa 1 cartelle (formato .pdf) approfondendo una tematica chiave della Psicologia Sociale (selezionato dai contenuti previsti per i rispettivi Modulo 1, Modulo 2 e Modulo 3) ponendo particolare attenzione ai risvolti applicativi, educativi, professionali e/o occupazionali.
  2. Lo studente potrà avvalersi, oltre al materiale fornito dal docente, anche di ulteriore materiale ricercato in autonomia su varie piattaforme (on-line, database scientifici, biblioteche). Le fonti dovranno poi essere inserite nella bibliografia dell’elaborato.

Gli elaborati dovranno essere caricati nell’apposito spazio previsto dall’e-tivity sulla piattaforma almeno una settimana in anticipo rispetto alla data prevista di esame a cui lo studente è prenotato. L’elaborato verrà poi discusso in sede di esame orale.

La verifica dell’apprendimento avverrà attraverso il colloquio orale sui contenuti del corso ove si discuterà l’articolazione dell’eventuale relazione finale presentata. Il voto (min 18, max 30 con eventuale lode è determinato dal livello della prestazione per ognuna delle seguenti dimensioni dell’esposizione orale: padronanza dei contenuti, appropriatezza delle definizioni e dei riferimenti teorici, chiarezza dell’argomentare, dominio del linguaggio specialistico.