info@iuline.it / 06 96668278

Accreditata MUR con D.M. 02/12/2005
  • it

Giurisprudenza, classe LMG-01

Procedura Penale

Informazioni

Anno accademico: 2021/2022

Periodo: III ANNO; II SEMESTRE

SSD: IUS/16

Crediti: 15 CFU

Scarica il programma

Magistrato ordinario.

Dottore di ricerca in Diritto Commerciale Comparato ed Uniforme presso l’Università̀ di Roma “la Sapienza” dal settembre 2017. Ciclo di lezioni su diritto penale e depenalizzazione per i partecipanti al Servizio Civile presso il Tribunale di Pistoia.

Componente della delegazione italiana nel progetto di cooperazione giudiziaria europea “Themis”.

Relatore nel seminario “Incontri di diritto comparato” tenutosi presso Università̀ di Roma “la Sapienza” nel maggio 2018.

Vincitore di borsa di studio per l’attività̀ di Visiting researcher presso il Max Planck Institut fur auslandisches und internationales Privatrecht di Amburgo. Tutor nel Mater Diritto delle Società e dei contratti d’impresa – Università̀ Luiss Guido Carli, Roma.

Tutor nel Master “Diritto delle società̀ e dei contratti d’impresa”, Luiss Guido Carli Roma.

Cultore della materia in Diritto privato Comparato e Sistemi giuridici comparati presso Università̀ degli Studi di Roma “La Sapienza” dall’anno accademico 2014/2015 al 2017/2018 e Luiss Guido Carli dall’anno accademico 2012/2013 al 2018/2019.

Abilitazione alla professione di avvocato ottenuta presso la Corte di Appello di Perugia nell’ottobre 2012. Laureato in giurisprudenza presso l’università̀ Luiss di Roma nel luglio 2009.

L’insegnamento di diritto penale è organizzato in 5 moduli che approfondiranno i seguenti contenuti:

 

  • Modulo 1 – I sistemi processuali, i soggetti e gli atti.

 

  • Modulo 2 – Le prove, i mezzi di prova e le misure cautelari.

 

  • Modulo 3 – Il procedimento ordinario.

 

  • Modulo 4 – I riti speciali.

 

  • Modulo 5 – Le impugnazioni, il giudicato e l’esecuzione.

The course aims to provide the student with the fundamental notions of criminal procedural law, in particular the knowledge of the fundamental principles and institutions of the matter, with constant attention to the concrete application of the legislation and in particular with regard to the innovations relating to the so-called telematic criminal trial that has undergone a clear acceleration following the events of the pandemic.

The course also aims to develop an aptitude for analysis and legal reasoning, and the ability to apply the rules and principles of reference to concrete situations, also in the perspective of the future performance of a professional activity.

Il corso si propone di fornire allo studente le nozioni fondamentali di diritto processuale penale, in particolare la conoscenza dei principi fondamentali e degli istituti della materia, con una costante attenzione all’applicazione concreta della normativa ed in particolare riguardo alle innovazioni relative al cd. processo penale telematico che ha subito una netta accelerazione a seguito degli eventi della pandemia.

L’insegnamento si propone inoltre di sviluppare l’attitudine all’analisi e al ragionamento giuridico, e la capacità di applicare le norme e i principi di riferimento a situazioni concrete, anche nella prospettiva del futuro svolgimento di un’attività professionale.

I risultati di apprendimento che si attendono dallo studente sono la comprensione delle categorie generali fondamentali e le norme costituzionali ordinarie di principale rilievo oltre che di consentire allo studente di analizzare autonomamente, con metodo critico, pronunzie giurisprudenziali e casi tratti dalla realtà̀ che saranno forniti durante il corso.

 

A. Conoscenza e comprensione

Lo studente, a seguito della frequenza del corso, avrà acquisito piena padronanza dei principi fondamentali e degli istituti della materia. Sarà in grado di orientarsi con sicurezza nella complessità del procedimento penale e dei suoi profili strutturali e dinamici, consapevole delle più significative questioni oggetto di elaborazione giurisprudenziale, in ambito nazionale ed europeo.

 

B. Conoscenza e capacità di comprensione applicate

Avvalendosi delle competenze teoriche e metodologiche acquisite, lo studente sarà in grado di consultare autonomamente le fonti normative regolatrici della materia e di orientarsi nella loro interpretazione, anche sistematica.

 

C. Autonomia di giudizio

A seguito del corso, lo studente avrà acquisito gli strumenti metodologici utili alla ricerca e all’interpretazione, in autonomia, delle fonti normative regolatrici del diritto processuale penale. Sarà quindi in grado di cogliere i principali aspetti problematici dei temi analizzati, di confrontarsi con gli orientamenti dottrinali e applicativi e di formulare un giudizio personale sulle questioni affrontate.

Le attività didattiche interattive permetteranno inoltre di applicare tali competenze in un contesto relazionale e dialettico.

 

D. Abilità comunicative

Lo studente saprà padroneggiare il lessico giuridico processualpenalistico, impiegando in modo puntuale e corretto la relativa terminologia.

 

E. Capacità di apprendimento

La solida conoscenza dei principi e degli istituti del diritto processuale penale, acquisita durante il corso, consentirà allo studente di individuare e interpretare in autonomia le variazioni normative incidenti sulla disciplina della materia. Le attività didattiche consentiranno inoltre di sviluppare capacità di ricerca e confronto critico con i nuovi orientamenti dottrinali e giurisprudenziali, nonché di analisi e comprensione di provvedimenti di organi giurisdizionali interni e sovranazionali.

Lo studente conosce i principi relativi al processo penale in relazione al ragionamento logico necessario tramite cui giungere all’accertamento di responsabilità dell’imputato tramite la comprensione dei principi  generali del sistema processuale penale e delle dinamiche processuali, nonché di sviluppare negli studenti capacità di approfondimento e di analisi critica della normativa di riferimento.

Le principali conoscenze che gli studenti potranno acquisire saranno:

  • conoscenza della funzione e delle caratteristiche del sistema processuale penale così come della normativa che regola lo svolgimento del processo penale.

Le principali abilità che permettono di applicare le conoscenze acquisite saranno la capacità di comprendere e orientarsi in testi normativi e giurisprudenziali:

  • capacità critica e autonomia valutativa nell’analisi di questioni esegetiche controverse;
  • capacità di esporre le conoscenze acquisite, utilizzando un adeguato linguaggio tecnico.
  • Saper trovare, comprendere ed interpretare un testo normativo ed avere consapevolezza critica delle pronunce giurisprudenziali.

DIDATTICA EROGATIVA

  • 10h di videolezioni fruibili da piattaforma.
  • Podcast di tutte le video lezioni sopramenzionate.
  • 5 incontri sincroni in piattaforma ciascuno di 1h.

 

DIDATTICA INTERATTIVA

  • 1 forum di orientamento al corso;
  • 5 forum di approfondimento tematico suddivisi per modulo.
  • Possibilità di svolgere lavori individuali (e in) gruppo.

 

AUTOAPPRENDIMENTO

Per ciascun modulo sono previsti materiali didattici: approfondimenti tematici, articoli e slide del docente, letture open access, risorse in rete, bibliografia di riferimento, ecc.

  • Tonini C. Conti, Lineamenti di Diritto Processuale Penale, 2021, XIX edizione, Milano, Giuffrè editore.

 

Durante il corso saranno indicate le parti su cui si baserà la prova finale. Per rispondere in maniera flessibile alle specifiche esigenze di ogni singolo studente, il docente si riserva la possibilità di consigliare letture alternative o aggiuntive durante le lezioni e agli studenti che ne faranno richiesta.

Le e-tivity avranno ad oggetto lo studio di casi giurisprudenziali e si svilupperanno in una per ogni due/tre moduli.

Si richiederà̀ lo svolgimento dell’analisi di un caso pratico secondo modalità̀ che verranno indicate durante il corso.

La verifica dell’apprendimento avverrà attraverso il colloquio orale sui contenuti del corso e sull’eventuale relazione finale presentata. Il voto (min 18, max 30 con eventuale lode) è determinato dal livello della prestazione per ognuna delle seguenti dimensioni dell’esposizione orale: padronanza dei contenuti, appropriatezza delle definizioni e dei riferimenti teorici, chiarezza dell’argomentare, dominio del linguaggio specialistico.