info@iuline.it / 06 96668278

Accreditata MUR con D.M. 02/12/2005

Economia, management e mercati internazionali, classe L-33

Organizzazione Industriale: teoria e regolamentazione

Informazioni

Anno accademico: 2020/2021

Periodo: I ANNO; II SEMESTRE

SSD: SECS-P/02

Crediti: 9 CFU

Scarica il programma

 

Si laurea presso l’Università di Roma La Sapienza, completa il Master in Economics presso Bocconi University ed il PhD in Economics and Finance presso Columbia University, New York.

Assistant Professor presso Aarhus University, Denmark, Ricercatore presso Universita di Roma III, Professore Associato e poi Ordinario presso Università di Napoli Partenope. Coordinatore del Dottorato in Economia Statistica e Sostenibilità.

Si occupa di modelli dinamici e finanza, pubblica su peer reviewed journals.

L’organizzazione industriale è lo studio della concorrenza imperfetta. Gli economisti industriali sono interessati ai mercati che effettivamente incontriamo nel mondo reale.

L’organizzazione industriale è diventata un campo ricco di intuizioni pratiche riguardanti il ​​comportamento aziendale reale e le politiche pubbliche.

Questa classe presenta l’analisi moderna delle situazioni di mercato che implicano tale interazione strategica, un’analisi che è radicata nella teoria dei giochi non cooperativi.

 

L’insegnamento è organizzato in 3 moduli

 

Modulo 1 – Fondamenti di microeconomia ed il potere di monopolio

    • Concorrenza perfetta (fondamenti microeconomia).
    • Monopolio (fondamenti microeconomia).
    • Efficienza Surplus e Dimensioni rispetto mercato (fondamenti microeconomia).
    • La Struttura di un mercato (fondamenti microeconomia).
    • Misurare il potere di mercato (fondamenti microeconomia).
    • La Discriminazione di prezzo di terzo grado.
    • La Discriminazione di prezzo.
    • La Discriminazione di prezzo secondo grado.
    • Il raggruppamento di prodotti.
    • Differenziazione orizzontale.

 

Modulo 2 – Oligopolio e concorrenza strategica

  • Teorie dell’oligopolio.
  • Introduzione alla teoria dei giochi.
  • Equilibrio di Nash.
  • Il modello di Curnot.
  • Modello di Curnot con più imprese, costi diversi.
  • Modello di Bertrand.
  • Modello di Stackelberg.

 

Modulo 3 – Strategie anticompetitive e regolamentazione

  • Credibilità.
  • Giochi dinamici e deterrenza all’entrata.
  • Comportamento predatorio.
  • Collusione
  • Fusione
  • Pubblicità.
  • Regolamentazione

Industrial organization is the study of imperfect competition. Industrial economists are interested in markets that we actually encounter in the real world.

Industrial organization has become a field rich with practical insights regarding real business behavior and public policy. This class is all about these developments.

This class presents the modern analysis of market situations involving such strategicinteraction—an analysis that is rooted in non-cooperative game theory. We use this analysis toexamine such issues as why there are so many varieties of cereals, or how firms maintain a price-fixing agreement, or how advertising and product innovation affect the nature of competition. We also describe how the predictions of these model shave been tested.

L’insegnamento forma alle capacità di comprendere:

  • il funzionamento dei regimi di mercato non concorrenziali ed i comportamenti strategici tra soggetti economici;
  • i principi di regolamentazione dei mercati, sia rispetto alle relazioni tra imprese (ad es. integrazione verticale, orizzontale, politiche di prezzo)
  • la dinamica dei mercati, delle imprese, dell’innovazione, delle reti e, più in generale, dei settori regolamentati.

A. Conoscenza e comprensione: comportamenti delle imprese, del regolatore, equilibrio di mercato; regimi di mercato mercati non concorrenziali; comportamenti strategici tra soggetti economici; principi di regolamentazione dei mercati; relazioni tra imprese (ad es. integrazione verticale, orizzontale, politiche di prezzo); la dinamica dei mercati, delle imprese, dell’innovazione, delle reti e, più in generale, dei settori regolamentati. capacità di comprendere, valorizzare gli aspetti di politica economica, nazionali ed internazionali dei fenomeni osservati.

 

B. Conoscenza e capacità di comprensione applicate: valutare e fornire pareri su problematiche di rilevanza economica e di politica economica, applicando i modelli teorici appresi fattispecie concrete relative a mercati, settori, industrie, con attenzione alla regolamentazione (livello microeconomico); effettuare ricerche scientifiche, documentaristiche, preparare rapporti informativi, verbali di riunioni, gestire richieste di informazioni; classificare, archiviare documenti.

A. Autonomia di giudizio: capacità di assumere posizioni argomentate e sostenibili con riferimento a temi di politica economica; utilizzo e rielaborazione di dati raccolti in autonomia; Applicare modelli teorici in autonomia ai fini valutativi. ricercare e reperire in autonomia dati, informazioni, fonti, dottrina per valutazioni di carattere economico, aziendale, finanziario.

 

B. Abilità comunicative: utilizzo di un lessico tecnicamente corretto ed efficace in ambito professionale; capacità di argomentare su temi di carattere economico, aziendale, finanziario, con proprietà di linguaggio e adeguati riferimenti scientifici.

 

C. Capacità di apprendimento: sviluppare metodo di studio adeguato ai diversi ambiti, funzionale allo sviluppo autonomo delle conoscenze/competenze (metodo di studio non meccanico o mnemonico, ma ragionato e declinato con attenzione ai concetti); capacità di effettuare ricerche bibliografiche, di dati, scientifiche, capacità di consultare e valorizzare fonti in lingua inglese.

DIDATTICA EROGATIVA

  • 27 videolezioni registrate fruibili da piattaforma;
  • 6 incontri sincroni in piattaforma;
  • Podcast di tutte le video lezioni sopramenzionate.

 

DIDATTICA INTERATTIVA

  • 1 forum di orientamento al corso;
  • 3 forum di approfondimento tematico (1 per modulo);
  • Possibilità di svolgere lavori di (e in) gruppo.
  • 3 e-tivity strutturate (come descritte nelle Modalità di verifica in itinere).

 

AUTOAPPRENDIMENTO

Per ciascun modulo sono previsti materiali didattici: approfondimenti tematici, articoli e slide del docente, letture open access, risorse in rete, bibliografia di riferimento.

 

Organizzazione Industriale, 3/ED 8838669201 · 9788838669200 di Lynne Pepall, Daniel J. Richards, George Norman, Giacomo Calzolari

L’accesso alla prova finale (esame) è subordinato allo svolgimento delle seguenti n. 3 e-tivity:

  • 1 elaborato di c.ca 1.000 parole – Modulo 1;
  • 1 quiz – Modulo 2;
  • 1 approfondimento – Modulo 3.

 

La verifica dell’apprendimento avverrà attraverso il colloquio orale sui contenuti del corso e sull’eventuale relazione finale presentata. Il voto (min 18, max 30 con eventuale lode) è determinato dal livello della prestazione per ognuna delle seguenti dimensioni dell’esposizione orale: padronanza dei contenuti, appropriatezza delle definizioni e dei riferimenti teorici, chiarezza dell’argomentare, dominio del linguaggio specialistico.