info@iuline.it / 06 96668278

Accreditata MUR con D.M. 02/12/2005
  • it

Glottologia a.a. 2018/2019

Corso di Studio in

INNOVAZIONE EDUCATIVA E APPRENDIMENTO PERMANENTE

a.a. 2018/2019

 

INSEGNAMENTO:

GLOTTOLOGIA

SSD L-LIN/01 ; CFU 12

II ANNO; II SEMESTRE

Docente: Prof.ssa Barbara Turchetta (scarica CV)

Tutor disciplinare: Dott.ssa Annamaria Cacchione

Scarica la scheda del corso (PDF)

Qualifica e curriculum scientifico del docente

 

 

Professore Ordinario di Glottologia e Linguistica

Esperta di antropologia linguistica per le società multietniche dell’Africa subsahariana e del Vicino e Medio Oriente. Interessi di ricerca: linguistica di contatto, sistemi di comunicazione e di trasmissione della conoscenza nelle società tradizionali, formazione di mediatori culturali tra società tradizionali e società a tecnologia avanzata, pianificazione culturale e linguistica, linguistica della migrazione, alfabetizzazione degli adulti, forme pre-scrittorie e passaggio alla scrittura di lingue prive di standard scritti, apprendimento dell’italiano come lingua straniera, apprendimento delle lingue seconde in condizioni di multilinguismo in età scolare e adulta.

 

Articolazione dei contenuti e suddivisione in moduli didattici del programma

 

 

Titolo del Corso: Società multiculturali e bisogni comunicativi degli adulti

Presentazione:

L’Italia è un Paese multilingue e multiculturale da molti anni. La società italiana non ha ancora sviluppato in misura incisiva delle politiche e delle pratiche volte alla valorizzazione di questa ricchezza.

Il corso mira ad una formazione incentrata sulle competenze linguistiche e le strategie comunicative di parlanti adulti, in una condizione di contatto linguistico e culturale stabile. Ad una lettura sociolinguistica dei fenomeni in una prospettiva interculturale, farà seguito l’analisi di situazioni specifiche, sia di ambito italiano ed europeo, sia di realtà multiculturali, extraeuropee ed in particolare americane.

In queste ultime, l’italiano fra le altre lingue si pone in una condizione di minoranza e come tale viene gestita in termini di politica linguistica, anche nelle pratiche educative.

 

Modularità del Corso:

 

MODULO 1 (3CFU) – Introduzione alle società multiculturali

Lezioni video:

1. Le società multiculturali tra presente e passato

2. Lingue e nazionalismi europei

 

Altre attività (interattive e in autoapprendimento)

– due videolezioni in sincrono (secondo calendario)

– 1 webquest con relazione scritta individuale

– 1 lettura di 1 saggio proposta dal corsista (eventualmente individuata attraverso la webquest di pertinenza) e da lui/lei commentato in forma scritta o orale

– 1 lettura di riferimento per l’esame finale

 

MODULO 2 (3CFU) – Repertori multilingui e lingue materne

Lezioni video:

3. Accoglienza e minoranze nel multiculturalismo

4. Modelli pluralisti e assimilazionisti nell’integrazione sociale

 

Altre attività (interattive e in autoapprendimento)

– due videolezioni in sincrono (secondo calendario)

– 1 webquest con relazione scritta individuale

– 1 lettura di 1 saggio proposta dal corsista (eventualmente individuata attraverso la webquest di pertinenza) e da lui/lei commentato in forma scritta o orale

– 1 lettura di riferimento per l’esame finale

 

MODULO 3 (3CFU) – Pluralismo sociale e dinamiche di apprendimento di Lingue Seconde in età adulta

Lezioni video:

5. Modelli italiani e internazionali di pluralismo sociale

6. Avventure coloniali e rivendicazione di differenze

 

Altre attività (interattive e in autoapprendimento)

– due videolezioni in sincrono (secondo calendario)

– 1 webquest con relazione scritta individuale

– 1 lettura di 1 saggio proposta dal corsista (eventualmente individuata attraverso la webquest di pertinenza) e da lui/lei commentato in forma scritta o orale

– 1 lettura di riferimento per l’esame finale

 

MODULO 4 (3CFU) – Apprendimento linguistico e analfabetismo degli adulti: le dinamiche di integrazione degli stranieri in Italia

Lezioni video:

7. Flussi migratori e dinamiche di integrazione

8. La migrazione in Italia

 

Altre attività (interattive e in autoapprendimento)

– due videolezioni in sincrono (secondo calendario)

– 1 webquest con relazione scritta individuale

– 1 lettura di 1 saggio proposta dal corsista (eventualmente individuata attraverso la webquest di pertinenza) e da lui/lei commentato in forma scritta o orale

– 1 lettura di riferimento per l’esame finale

 

 

Obiettivi formativi

 

A. Conoscenza e capacità di comprensione

–          Acquisire consapevolezza delle dinamiche di una società multiculturale.

–          Acquisire conoscenze di base relative al tema delle migrazioni e dei processi interculturali.

 

B. Conoscenza e capacità di comprensione applicate

–          Sviluppare la capacità di analisi delle condizioni sociolinguistiche di una società multiculturale.

–          Favorire abilità di intervento educativo in condizione plurilingue.

 

C. Autonomia di giudizio

–          accrescere la capacità critica di riflettere sui contesti di contatto interculturale, per valorizzarne la portata educativa.

 

D. Abilità comunicative

–          Arricchire le abilità argomentative del corsista, per una corretta definizione e descrizione dei fenomeni comunicativi in contesto interculturale.

 

E. Capacità di apprendere

–          Indurre all’analisi di realtà multiculturali, attraverso azioni di documentazione ed analisi di contesti reali

 

 

Risultati di apprendimento e competenze da acquisire previste.

 

A. Capacità di analizzare contesti e situazioni multiculturali con adeguati strumenti scientifici.

B. Capacità di progettare e mettere in opera misure a favore di una maggiore integrazione sociale di soggetti in svantaggio.

C. Capacità di raccogliere e interpretare dati utili a determinare giudizi autonomi, per la pratica didattica volta all’apprendimento di lingue seconde.

Organizzazione della didattica

 

 

DIDATTICA EROGATIVA

  • N. 8 videolezioni
  • N. 4 videolezioni in sincrono (secondo calendario che verrà fornito ad inizio semestre attivo)
  • Podcast di tutte le video lezioni sopramenzionate.

 

DIDATTICA INTERATTIVA

  • 1 forum di orientamento;
  • 4 Forum di approfondimento tematico
  • 4 Incontri in sincrono con discussione plenaria
  • 2 Incontri in sincrono di orientamento studenti
  • E-tivity (si veda la colonna ‘modalità di verifica in itinere’)

 

AUTOAPPRENDIMENTO

Testi d’esame indicati e letture selezionate dalle webquest.

 

Testi consigliati  

1.    Turchetta B., 1999 “Aspetti dell’insegnamento dell’italiano L2 ad immigrati adulti”. In Linguistica e Filologia, Quaderni dell’Università di Bergamo, 9, 1999: 135-150. [open source]

2.    Turchetta B., 2004 “Contatti di Cultura nei processi educativi” Italiano e lingue immigrate a confronto: riflessioni per la pratica didattica. A cura di Chiara Grezzi, Federica Guerini, Piera Molinelli. Guerra, Perugia, pp.41-54. [open source]

3.    Turchetta B:, 2006 “Attività comunicative in prospettiva interculturale nella formazione e nel lavoro” in E. Banfi, L. Gavioli, C. Guardiano, M. Vedovelli (a cura di ) Atti del V Congresso Internazionale dell’Associazione Italiana di Linguistica Applicata, Bari, Febbraio 2005. Perugia, Guerra Edizioni, 159-178. [open source]

4.    Calvi M.V., Mapelli G., Bonomi M. (a cura di), 2011. Lingua identità, immigrazione. Franco Angeli, Milano [disponibile anche in e-book-selezione indicata dal docente]

 

I saggi indicati in opensource sono visibili e scaricabili al link:

https://berthe-jean.academia.edu/BarbaraTurchetta

Modalità di verifica in itinere  

L’accesso alla prova finale è propedeutico allo svolgimento delle seguenti attività:

  • 1 webquest con relazione scritta individuale (Totale: 4)
  • 1 lettura di 1 saggio proposta dal corsista (eventualmente individuata attraverso la webquest di pertinenza) e da lui/lei commentato in forma scritta o orale (con collegamento telematico) (Totale: 4)
  • 1 lettura di riferimento per l’esame finale
Modalità di svolgimento dell’esame finale  

La verifica dell’apprendimento avverrà attraverso un colloquio orale in presenza sui contenuti del corso, riprendendo almeno tre dei temi disciplinari di pertinenza.

Il voto (min 18, max 30 con eventuale lode) è determinato dal livello della prestazione per ognuna delle seguenti dimensioni dell’esposizione orale: padronanza dei contenuti, appropriatezza delle definizioni e dei riferimenti teorici, chiarezza dell’argomentare, dominio del linguaggio specialistico.

 

Lingua d’insegnamento Italiano