info@iuline.it / 06 96668278

Accreditata MUR con D.M. 02/12/2005
  • it

Docenti, tutor e ricercatori

Laureatosi con lode all’Università di Firenze (con una tesi su Italo Calvino), Nicola Turi ha svolto un dottorato di ricerca in co-tutela tra Firenze e Paris X- Nanterre ed è stato quindi assegnista di ricerca all’Università di Firenze.

Nel 2014 è diventato Ricercatore in Letteratura italiana moderna e contemporanea presso l’Università di Cagliari e dal 2017 ricopre lo stesso ruolo presso l’Università di Firenze. Si occupa di storia e teoria del romanzo e di storia del radiodramma italiano.

Membro del Collegio di dottorato in Filologia, Letteratura italiana, Linguistica dell’Università di Firenze, del comitato scientifico delle edizioni Anthology Digital Publishing e del comitato scientifico della Collana “Moderna/Comparata” della Firenze University Press, dal gennaio 2020 coordina il progetto Parole, voci e musica dall’Archivio RAI di Firenze: il radiodramma italiano dopo l’avvento della televisione (1955-1975) finanziato dall’Università di Firenze (durata biennale).

Autore di numerosi saggi e monografie su autori italiani e stranieri, è docente all’università telematica IUL dal settembre 2018.

MONOGRAFIE:

(2014). Giuseppe Dessí: Storia e genesi dell’opera. Con una bibliografia completa degli scritti di e sull’autore, Firenze, Firenze University Press.

(2011). Declinazioni del canone americano in Italia tra gli anni Quaranta e Sessanta, Roma, Bulzoni, 2011.

Testo delle mie brame. Il metaromanzo italiano del secondo Novecento (1957-1979), Firenze, Società Editrice Fiorentina, 2007.

(2003). L’identità negata. Il secondo Calvino e l’utopia del tempo fermo, Firenze, Società Editrice Fiorentina.

 CURATELE ED EDIZIONI DI TESTI INEDITI E RARI:

(2018).“La nostra sete che ci tenne uniti”. Studi sulla modernità letteraria offerti ad Anna Dolfi, a cura di Riccardo Donati e Nicola Turi, Milano, Prospero.

(2017). Raccontare la guerra. I conflitti bellici e la modernità, a cura di Nicola Turi, Firenze, Firenze University Press.

(2016). Ecosistemi letterari. Luoghi e paesaggi nella finzione novecentesca, a cura di Nicola Turi, Firenze, Firenze University Press.

(2015). Giuseppe Dessí, «Nascita di un uomo» e altri racconti, a cura di Nicola Turi, Nuoro, Ilisso, 2015.

(2014). La vipera che ‘l melanese accampa. Luciano Bianciardi, Grosseto e «La vita agra», a cura di Arnaldo Bruni, Raoul Bruni, Massimiliano Marcucci, Nicola Turi, Milano, ExCogita.

(2013). Giuseppe Dessí, Il caprifoglio, a cura di Nicola Turi, in Il racconto e il romanzo filosofico nella modernità, a cura di Anna Dolfi, Firenze, Firenze University Press (pp. 247-259).

(2012). Giuseppe Dessí, La trincea e altri scritti per la scena, a cura di Nicola Turi, Nuoro, Ilisso.

(2009). Ruggero Jacobbi, Faulkner ed Hemingway. Due nobel americani (ristampa), a cura di Nicola Turi, Firenze, Firenze University Press.

(2008). Memorie, autobiografie e diari nella letteratura italiana dell’Otto e del Novecento, a cura di Anna Dolfi, Nicola Turi e Rodolfo Sacchettini, Pisa, ETS.

 SAGGI IN VOLUME:

(2018). [senza titolo], in Caro Giuseppe Dessí. Quaranta anni di libri, a cura di Anna Dolfi, Villacidro, Fondazione Giuseppe Dessí (pp. 29-32).

(2018). La letteratura e il ’68. Nel segno di Elsa Morante e Pier Paolo Pasolini, in E tutto sembrava possibile. Il ’68 in Italia fra realtà e utopie, a cura di Silvia Alessandri, Firenze, Nerbini (pp. 191-201).

(2018). Tradurre gli americani, in Il romanzo in Italia, a cura di Giancarlo Alfano e Francesco de Cristofaro, Carocci, vol. III. Il primo Novecento (pp. 297-306).

(2018). Il romanzo neorealista, ivi (pp. 375-384).

(2018). In principio fu una storia di fantasmi: la silenziosa tenzone tra Tabucchi e Saramago, in “La nostra sete che ci tenne uniti”. Studi sulla modernità letteraria offerti ad Anna Dolfi, a cura di Riccardo Donati e Nicola Turi, Milano, Prospero (pp. 235-246).

(2017). Chinua Achebe e il conflitto coloniale: un classico di genere, in Raccontare la guerra. I conflitti bellici e la modernità, a cura di Nicola Turi, Firenze, Firenze University Press (pp. 279-289).

(2016). «What secret story are they writing?». Delillo e la cinetica dei rifiuti in «Underworld», in Ecosistemi letterari. Luoghi e paesaggi nella finzione novecentesca, a cura di Nicola Turi, Firenze, Firenze University Press (pp. 237-251).

(2015). Temi figure e modelli di un’organica comédie: ritratto ulteriore di Giuseppe Dessí, in Giuseppe Dessí, «Nascita di un uomo» e altri racconti, a cura di Nicola Turi, Nuoro, Ilisso (pp. 7-54).

(2013). [senza titolo], in Gruppo 63. Il romanzo sperimentale. Col senno di poi, a cura di Nanni Balestrini e Andrea Cortellessa, Roma, L’orma editore, 2013 (pp. 381-384).

(2013). I testi di Dessí in lingua straniera: per un quadro generale, in Giuseppe Dessì tra traduzioni e edizioni. Una raccolta di saggi, a cura di Anna Dolfi, Firenze, Firenze University Press (pp. 15-22).

(2012). Prefazione, in Giuseppe Dessí, La trincea e altri scritti per la scena, a cura di Nicola Turi, Nuoro, Ilisso (pp. 7-25).

(2012). «I promessi sposi» e gli scrittori del Novecento: il caso Dessí, in La saggistica degli scrittori, a cura di Anna Dolfi, Roma, Bulzoni (pp. 161-172).

(2011). Le forme del potere nell’isola-donna di Giuseppe Dessí, in Insularità. Immagini e rappresentazioni nella narrativa sarda del Novecento, a cura di Ilaria Crotti, Roma, Bulzoni (pp. 177-186).

(2010). La Sardegna femminea di Dessí, in Giuseppe Dessí, Eleonora d’Arborea. Racconto drammatico in quattro atti, Nuoro, Ilisso, (pp. 7-17).

(2010). Introduzione, in Grazia Deledda, La via del male, Roma, Bel-Ami Edizioni (pp. 5-13).

(2009). Dal singolare all’universale: una mente critica prestata all’America, in Ruggero Jacobbi, Faulkner ed Hemingway. Due nobel americani (ristampa), a cura di Nicola Turi, Firenze, Firenze University Press (pp. 7-25).

(2006). Salvarsi dall’inferno. Beckett e Calvino a caccia di parole, in L’“effetto Beckett” nella letteratura italiana, a cura di Giancarlo Alfano e Andrea Cortellessa, Roma, Edup (pp. 39-51).

(2005). Paradigma dionisiaco e contaminazione sessuale in un romanzo di Boris Vian, in Contaminazioni. Quaderni di Synapsis IV. Atti della Scuola Europea di Studi Comparati, Bertinoro 1-7 settembre 2003, Firenze, Le Monnier (pp. 83-92).

(2005). Bruce Chatwin. L’alternativa nomade e l’arte come forma di possesso, in Letteratura & Fotografia, a cura di Anna Dolfi, Roma, Bulzoni, 2005, pp. 271-304.

(2001). Kierkegaard, Pirsig e lo Zen, ovvero qualche appunto sul problema non scientifico della soggettività, in Identità alterità doppio nella letteratura moderna, a cura di Anna Dolfi, Roma, Bulzoni (pp. 495-503).

CONTRIBUTI IN ATTI DI CONVEGNO:

(2020). Necropoli cimiteri e altri luoghi di frontiera: per una lettura del «Giardino», in Luoghi dello spirito, luoghi della scrittura: Giorgio Bassani a Ferrara, Firenze, Roma – Atti del convegno internazionale, 4-5 giugno 2019, a cura di Portia Prebys e Stefano U. Baldassarri, Firenze, Le Lettere (pp. 179-190).

(2018). «Ogni cosa, nel buio, la posso sapere»: notturno metamorfico nella poesia di Pavese, inNotturni e musica nella poesia moderna, a cura di Anna Dolfi, Firenze, Firenze University Press (pp. 445-454).

(2018). Arpino a teatro. L’esercizio del potere (e un testo inedito), in «La vita o è stile o è errore». L’opera di Giovanni Arpino, a cura di Maria Carla Papini, Federico Fastelli, Teresa Spignoli, Pisa, Ets (pp. 87-101).

(2016). Dessí e l’assurdo bellico: le ragioni possibili di una prospettiva ristretta, in Scrittura e memoria della Grande Guerra, a cura di Antonio Delogu e Aldo Maria Morace, Pisa, Ets (pp. 257-266).

(2015). Sul limitar della soglia: spazi temi e strategie narrative del «Giardino», in Textes et intertextes pour le «Roman de Ferrare», a cura di Anna Dolfi e Davide Luglio, in «LaRivista», 3, pp. 51-59, url: https://f.hypotheses.org/wp-content/blogs.dir/326/files/2016/01/Turi-glissées.pdf.

(2015). Tabucchi, i luoghi della memoria e l’Olocausto rovesciato, in Il treno e le sue rappresentazioni tra XIX e XXI secolo – Atti del convegno multidisciplinare (Cagliari, 28-29 novembre 2014), a cura di Giovanni Dotoli, Mario Selvaggio e Claudia Canu Fautré, Roma, Edizioni Universitarie Romane (pp. 203-209).

(2015). Per un documentario mai realizzato su «Firenze e i suoi pittori», in Vasco Pratolini 1913-2013– Atti di convegno, a cura di Gloria Manghetti, Maria Carla Papini, Teresa Spignoli, Firenze, Olschki (pp. 359-371).

(2014). Sulle tracce di Enrico Molinari (da New York), in La vipera che ‘l melanese accampa. Luciano Bianciardi, Grosseto e «La vita agra», a cura di Arnaldo Bruni, Raoul Bruni, Massimiliano Marcucci, Nicola Turi, Milano, ExCogita (pp. 45-55).

(2013). Il mare che bagna Napoli in «Ferito a morte» (1961) di La Capria, in Sindbad Mediterraneo.Per una topografia della memoria da Oriente e Occidente, a cura di Charmaine Lee e Roberta Morosini, Lecce, Pensa Multimedia (pp. 325-336).

(2012). Turbolenze politiche e latitanza del diritto nella letteratura nigeriana del secondo Novecento, in «Between: Rivista dell’Associazione di Teoria e Storia Comparata della Letteratura», 3, url: http://ojs.unica.it/index.php/between/article/view/436/356.

(2012). Moravia e la narrativa americana: equivoci e provocazioni di un «écrivain-critique», in Alberto Moravia e l’America, a cura di Federica Capoferri e Portia Prebys, con una presentazione di Dacia Maraini, Ferrara, Edisai (pp. 179-191).

(2011). Città ‘invisibili’ vs città invivibili: urbanistica utopica e distopica nell’Italia del boom, in La città e l’esperienza del moderno, a cura di Mario Barenghi e Gianni Turchetta, vol. I, Pisa, Ets, 2011 (pp. 167-178).

(2010). La narrativa della Resistenza: una panoramica generale, in Besatzung, Widerstand und Erinnerung in Italien, 1943-1945, Wiesbaden, Grafik & Satz (pp. 183-195).

(2009). L’ira delle Furie: Piovene e la crisi del romanzo, in Viaggi e paesaggi di Guido Piovene, a cura di Enza Del Tedesco e Alberto Zava, Pisa-Roma, Fabrizio Serra (pp. 193-2039.

(2008). Écritures et images en abymes dans un roman de Raffaele La Capria, in écriture et images dans la littérature italienne des XIXe, XXe et XXIe siècles, sous la direction de Marina Fratnik, Paris, Université Paris 8 (pp. 245-260).

(2008). Requiem per una stagione creativa: lo spettro di Borges e l’avvento di Saramago, in I ‘notturni’ di Antonio Tabucchi. Atti di seminario (Firenze, 12-13 maggio 2008), a cura di Anna Dolfi, Roma, Bulzoni (pp. 229-239).

(2008). Dal «Diario» di Guido Morselli: sui confini della forma-romanzo, in Memorie, autobiografie e diari nella letteratura italiana dell’Otto e del Novecento, a cura di Anna Dolfi, Nicola Turi e Rodolfo Sacchettini, Pisa, ETS (pp. 327-336).

(2008). L’oltremondo letterario di Manganelli: L’amore e le interviste impossibili, in Italia Magica. Letteratura fantastica e surreale dell’Ottocento e del Novecento, a cura di Giovanna Caltagirone e Sandro Maxia, Cagliari, AM&D.

(2007). Leggendo Mishima, in Marguerite Yourcenar sulle tracce «des accidents passagers» – Firenze, 18-19 ottobre 2004, a cura di Eleonora Pinzuti, Roma, Bulzoni (pp. 153-167).

(2005). «Le cosmicomiche» e la metaletteratura, in «narrativa», 27, gennaio 2005 (pp. 135-146).

(2005). «Michele Boschino» metaromanzo «ante litteram», in Una giornata per Giuseppe Dessì. Atti di seminario – Firenze, 11 novembre 2003, a cura di Anna Dolfi, Roma, Bulzoni (pp. 29-45).

(2003). Jacobbi e il mito americano, in L’eclettico Jacobbi. Percorsi multipli tra letteratura e teatro. Atti della giornata di studio di Firenze – 14 Gennaio 2002, a cura di Anna Dolfi, Roma, Bulzoni (pp. 191-198).

 ARTICOLI IN RIVISTA:

(2020). «Il viaggio è fatto in primo luogo di se stesso». Giorgio Manganelli o dell’esploratore bibliomaniaco e solitario, in «Ermeneutica letteraria», 16 (pp. 141-149).

(2017). Un fantastico su misura. Calvino e gli scrittori dell’America Latina, in «Oblio», 28, VII, Inverno 2017, pp. 168-174, url: http://www.progettoblio.com/files/N28.pdf.

(2015). La ricezione critica del Bianciardi risorgimentale, in «il gabellino», 15, settembre 2015, url: http://www.ilgabellino.eu/ilgabellino/article/view/428/391.

(2010). Giuseppe Dessí: le celebrazioni per il centenario della nascita, in «Portolano», 62-63, luglio-dicembre 2010 (pp. 36-37).

(2009). Postumi, postremi: Manganelli e la circolazione a più editori, in «Ermeneutica letteraria», 5, 2009 (pp. 171-177).

(2007). In memoria di Giuliano Gramigna: il «bildungsroman» di un lettore di Proust, in «Quaderni Proustiani», 2007 (pp. 13-21).

(2005). Ahmadou Kourouma cantastorie engagé, in «Girasoli», 2, II, maggio 2005 (pp. 16-17).

Corso di laurea triennale

Scienze e tecniche dell’educazione e dei servizi per l’infanzia

Insegnamento: Letteratura Italiana

Ruolo : Docente Anno accademico : 2020/2021 CFU : 6
Corso di laurea triennale

Scienze e tecniche dell’educazione e dei servizi per l’infanzia

Insegnamento: Letteratura Italiana

Ruolo : Docente Anno accademico : 2019/2020 CFU : 6