info@iuline.it / 055 0380900

Accreditata MUR con D.M. 02/12/2005
  • it
  • en

20/04/2018

Scuola e sport, a Firenze la due giorni di formazione dei docenti

Si chiude a Firenze la seconda fase della formazione avviata dal Miur per i docenti coinvolti nella sperimentazione studenti-atleti di alto livello. All’Istituto degli Innocenti, più di 100 insegnanti e 30 tutor sportivi sono impegnati il 20 e il 21 aprile nell’ultima parte del percorso didattico avviato lo scorso novembre a Roma con “Scuola e Sport: per un’etica dell’innovazione didattica”, il progetto finanziato dal Miur nell’ambito della sperimentazione. L’iniziativa è realizzata dall’Ateneo telematico IUL, insieme al Liceo Scientifico Statale Francesco d’Assisi di Roma, alla società sportiva Eurobasket Roma e all’Ufficio V – Ufficio Politiche Sportive Scolastiche del Miur.

Obiettivo della sperimentazione è fornire ai docenti strumenti e metodologie didattiche efficaci per supportare i giovani che studiano e praticano sport ad alti livelli e contrastare l’abbandono precoce dello studio o dell’attività agonistica. La formazione riguarda anche altri 200 insegnanti di tutta Italia che possono seguire la due giorni di lavori in diretta streaming sul portale del Ministero http://www.sportescuola.gov.it.

Nel corso del convegno introduttivo sono intervenuti Gabriele Toccafondi, Sottosegretario di Stato all’Istruzione, Cristina Giachi, Vicesindaca del Comune di Firenze, Stefania Lella, Ufficio Strategia e Responsabilità Sociale del CONI, Antonino Di Liberto, Dirigente Ufficio Politiche Sportive Scolastiche del MIUR, Alessandro Mariani, Rettore dell’Ateneo telematico IUL, e Pantaleo Corvino, Direttore Generale dell’Area Tecnica della Fiorentina. L’incontro si è concluso con la testimonianza delle studentesse-atlete delle Fiamme Gialle, Martina Tozzi e Carolina Visca e del giocatore della primavera della Fiorentina, Simone Ghidotti.

I numeri definitivi dell’edizione 2017-18 forniscono un bilancio incoraggiante e in crescita sullo stato d’attuazione del programma: 1.505 studentesse e studenti-atleti coinvolti (a fronte dei 450 nel 2016-17), 396 scuole in 18 Regioni (196 istituti nel 2016-17). Le nuove adesioni sono 1318, le conferme registrate 187. Tra gli indirizzi di studio delle scuole coinvolte prevalgono Licei Scientifici (645), Licei Sportivi (313), Istituti tecnici (288), Istituti professionali (45). Gli studenti-atleti che seguono il programma in modalità avanzata sono 376 (182 nel 2016-17), 1129 quelli in modalità base (271 nel 2016-17), seguiti da circa 750 tutor scolastici e oltre 700 tutor sportivi. Tra le oltre 70 discipline sportive praticate da studentesse e studenti-atleti, le più presenti sono: calcio, sport acquatici, atletica e basket.

«Con questo progetto – ha dichiarato il Sottosegretario all’Istruzione Gabriele Toccafondi – vogliamo offrire la possibilità agli studenti-atleti di portare avanti una carriera da professionisti e, allo stesso tempo, eliminare l’alto tasso di dispersione scolastica che colpisce le studentesse e gli studenti che praticano sport ad alto livello. Oggi, confermiamo con questi dati e la collaborazione attiva tra tutor scolastici e tutor sportivi che l’intuizione è giusta, il progetto arriva dal mondo sportivo e la scuola ha risposto egregiamente: aumentano i ragazzi che utilizzano questo strumento perché vogliono studiare e fare sport a carattere agonistico e contestualmente aumentano scuole e docenti che vi aderiscono. Il vero lavoro sull’importanza di trasmettere ai giovani il valore dell’istruzione spetta agli adulti, siano essi genitori, insegnanti, ma anche dirigenti sportivi, presidenti di società o procuratori. Non basta un decreto, una piattaforma online, una percentuale di ore che si possono frequentare a distanza, tutor scolastici e sportivi, oppure un piano formativo personalizzato. Ciò che serve – ha concluso il Sottosegretario – è anche un cambio di mentalità profondo da parte degli adulti ed in particolare mi riferisco agli addetti ai lavori. Grazie a Coni, Cip e Leghe calcio siamo sulla buona strada e i racconti dei ragazzi ne sono la dimostrazione».

 

«Dobbiamo continuare a sostenere i giovani che praticano lo sport agonistico – ha commentato la vicesindaca e assessora all’educazione Cristina Giachi e far sì che possano perseguire due obiettivi ugualmente importanti: i risultati sportivi e il completamento della propria formazione. Per la prestazione sportiva ci vogliono preparazione e motivazione. Ma alla motivazione andavano aggiunte l’intelligenza, la moralità e una sana formazione scolastica. I talenti sportivi ci ricordano il futuro ma solo la scuola lo può garantire e proteggere. Affrontare la sfida della formazione scolastica dei talenti sportivi può offrire l’occasione per scoperte metodologiche che possono avere una ricaduta positiva sul modello educativo nel suo complesso».

Per il Rettore dell’Università IUL, Alessandro Mariani «La sperimentazione del Ministero riconosce il valore educativo della pratica sportiva e l’importanza di un’etica della formazione degli insegnanti. La conclusione delle attività svolte sulla piattaforma IUL ci consente di tracciare un bilancio molto positivo per il nostro Ateneo. I moduli didattici proposti hanno offerto la possibilità ai docenti di sperimentare metodologie e approcci innovativi per accompagnare gli studenti atleti di alto livello nel loro percorso di crescita. La formazione è stata progettata tenendo conto delle nuove tecnologie e degli aspetti psicologici legati ai problemi che i giovani atleti affrontano quotidianamente».

 

Per ulteriori informazioni: sito web IUL email: sport@iuline.it.

 

Per saperne di più:

 

Scopri la Fotogallery:

                   

30/03/2018

Al via il ciclo di webinar organizzati da IUL e Microsoft

Da aprile è partito il ciclo di 8 webinar gratuiti organizzati da IUL e Microsoft sui temi dell’educazione, dell’innovazione didattica e delle nuove tecnologie per la didattica inclusiva.

L’iniziativa nasce dalla partnership avviata lo scorso febbraio tra l’azienda americana e l’Ateneo con l’obiettivo di realizzare attività formative rivolte principalmente agli insegnanti.

Microsoft opera anche nel campo dell’educazione con la piattaforma Microsoft Education, pensata per offrire servizi e strumenti per l’apprendimento per studenti, docenti, dirigenti scolastici e quanti intendono acquisire conoscenze in ambito educativo e formativo. La piattaforma ospita una comunità online, Microsoft Educator Community, con oltre 100.000 mila docenti di diverse nazionalità.

Questo il calendario dei corsi in programma:

11/04 – Innovazione del Sistema Scolastico e ICT  (scheda webinar)

18/04 – Il Linguaggio Audiovisivo in Classe  (scheda webinar)

02/05 – Coding e Pensiero Computazionale  (scheda webinar)

09/05 – Robotica Educativa  (scheda webinar)

23/05 – Piccole Scuole e Didattica a Distanza  (scheda webinar)

30/05 – Filosofia Maker e STEM nella Scuola  (scheda webinar)

06/06 – Minecraft in Classe  (scheda webinar)

20/06 – Tecnologie per la Didattica Inclusiva  (scheda webinar)

Tutti i webinar avranno inizio alle ore 17:00.

Microsoft opera anche nel campo dell’educazione con la piattaforma Microsoft Education, pensata per offrire servizi e strumenti per l’apprendimento per studenti, docenti, dirigenti scolastici e quanti intendono acquisire conoscenze in ambito educativo e formativo. La piattaforma ospita una comunità online, Microsoft Educator Community, con oltre 100.000 mila docenti di diverse nazionalità.

Per guardare le registrazioni dei webinar: Clicca qui

Per iscriverti ai webinar: Clicca qui

Per informazioni: segreteria.webinar@iuline.it
15/03/2018

Concorso DS, verso la prova preselettiva: via alla fase 1bis del servizio di accompagnamento di Tuttoscuola

Ormai è ufficiale: la prova preselettiva del concorso DS si terrà il prossimo 29 maggio. Tuttoscuola ha fornito informazioni e consigli nel webinar dello scorso 14 marzo, dal titolo: “Verso la prova preselettiva: quando, dove, come, ma soprattutto cosa fare per non sbagliare”.
Per accedere alla registrazione del webinar, clicca qui.

Nel corso della diretta del 14 marzo, Tuttoscuola ha presentato inoltre il nuovo modulo aggiuntivo del servizio di accompagnamento al concorso DS: “Concorso DS, verso la prova preselettiva – Fase 1bis”. Si tratta di un ciclo di webinar realizzato per rispondere alla richiesta – giunta da molti iscritti al servizio di accompagnamento alla prova preselettiva di Tuttoscuola “Concorso DS, verso la prova preselettiva” – di non interrompere il servizio, a seguito dell’allungamento dei tempi della procedura concorsuale comunicato dal Miur.

La formula ha avuto molto successo: un servizio di accompagnamento competente, caldo e collaborativo – in grado di trasmettere sicurezza ai candidati, rispondendo a dubbi e domande, grazie a un approccio dialogico tra esperti, Dirigenti Scolastici e docenti stessi.

Clicca qui per scoprire cosa dicono gli iscritti al servizio di accompagnamento al concorso DS di Tuttoscuola.

 

Concorso DS, verso la prova preselettiva – Fase 1bis: temi e struttura
Il modulo aggiuntivo approfondisce tre tematiche che risultano particolarmente complesse e decisive per il superamento del concorso. Ogni tematica sarà sviscerata attraverso tre webinar.

Tematica 1 – Ordinamenti scolastici e gestione delle risorse umane:
– I nuovi decreti legislativi: cosa cambia nelle funzioni del DS (20 marzo, ore 17.00);
– Inclusione scolastica: il punto di vista dei Dirigenti Scolastici (3 aprile, ore 17.00);
– Le sanzioni disciplinari nel ruolo del Dirigente (27 marzo, ore 17.00).

Tematica 2 – La contabilità di Stato, con particolare riferimento alla programmazione e gestione finanziaria presso le istituzioni scolastiche ed educative statali e relative aziende speciali:
– Principi fondamentali del bilancio e della gestione finanziaria delle istituzioni scolastiche (5 aprile, ore 17.00);
– Rendicontazione finanziaria e controllo manageriale (12 aprile, ore 17.00);
– Contrattazione collettiva integrativa nella scuola (17 aprile, ore 17.00).

Tematica 3 – Organizzazione e gestione della scuola, in Italia e in Europa:
– Alternanza scuola lavoro (19 aprile, ore 17.00)
– Rapporto tra RAV, PTOF, Piano di miglioramento (2 maggio, ore 17.00)
– I sistemi educativi europei (8 maggio, ore 17.00).

Infine, il modulo aggiuntivo include un decimo webinar su una tematica trasversale di interesse generale per la sua crescente rilevanza all’interno delle realtà scolastiche: “Incombenze medico-legali del dirigente scolastico: obblighi, strumenti e insidie nella tutela della salute dei docenti” (relatore: Dott. Vittorio Lodolo d’Oria).
Il calendario è soggetto a modifiche, i cui aggiornamenti sono sempre consultabili sul sito tuttoscuola.com.

4 opzioni per l’acquisto:
1. Iscrizione alla Fase 1 bis del servizio di accompagnamento (n. 10 webinar): 115 euro
Per gli iscritti alla Fase 1: 75 euro
Per avere lo sconto, dopo aver inserito il prodotto nel carrello, è necessario utilizzare il codice promozionale primafasebis-40.

2. Iscrizione alla Fase 1 + Fase 1 bis del servizio di accompagnamento (n. 9 + 10 webinar):
145 euro (invece di 185 euro)
Per avere lo sconto, dopo aver inserito entrambi i prodotti nel carrello, è necessario utilizzare il codice promozionale primafasebis+prima.

3. Iscrizione alla Fase 1 bis + Fase 2 del servizio di accompagnamento (n. 10 + 15 webinar):
175 euro (invece di 235 euro)
Per avere lo sconto, dopo aver inserito entrambi i prodotti nel carrello, è necessario utilizzare il codice promozionale primafasebis+seconda.

4. Iscrizione al percorso completo (Fase 1 + Fase 1 bis + Fase 2 del servizio di accompagnamento – n. 9 + 10 + 15 webinar):
224 euro (invece di 264 euro).
Per avere lo sconto, dopo aver inserito entrambi i prodotti nel carrello, è necessario utilizzare il codice promozionale primafasebis+all.
Clicca qui per saperne di più

 

Sorprese per gli iscritti
Chi si iscriverà alla Fase 1 del servizio di accompagnamento di Tuttoscuola riceverà subito le registrazioni dei 9 webinar e anche tutti i materiali aggiuntivi messi a disposizione nella Fase 1.
Nello specifico si tratta di:

– File degli acronimi del sistema di istruzione, contenente oltre 50 lemmi, corredati di spiegazione e normativa di riferimento.
– Lessico della Buona Scuola con l’individuazione dei principali argomenti della legge 107/15, individuazione dei corrispondenti contenuti e norme di riferimento.
– Glossario essenziale del sistema d’istruzione con riferimenti normativi.
– Glossario della Contabilità dello Stato e della scuola con riferimenti normativi.
– Glossario di Diritto civile e amministrativo con riferimenti normativi.
– Schede monografiche sulla normativa (dispositivi e norme di riferimento): Autonomia scolastica; Valutazione degli alunni; Inclusione; Alunni stranieri.
Clicca qui per conoscere nei dettagli la struttura e il programma del corso “Concorso DS, verso la prova preselettiva

 

Altri materiali verranno forniti nel corso della Fase 1bis, a partire dal lessico parole di straniere nella scuola (da BYOD a CLIL a Flipped, etc), che verrà dato in omaggio al momento dell’iscrizione a questa nuova fase.
Cose importanti da sapere:
– i webinar potranno essere seguiti sia in diretta (con possibilità di interagire con i docenti) sia in registrata quando e quante volte vorrai;
– puoi pagare anche con la Carta del Docente (anche parzialmente e il resto con pagamento diretto);
– riceverai un attestato di partecipazione.

Tuttoscuola ha attivato il Gruppo Facebook Concorso DS, dove verranno veicolati tutti gli aggiornamenti, le informazioni e i materiali attraverso questa pagina, oltre che attraverso il portale www.tuttoscuola.com e la newsletter “TuttoscuolaNEWS” (iscrizione gratuita dal portale).

Per ogni dubbio o domanda scrivere a formazione@tuttoscuola.com

12/02/2018

Modificati i calendari delle lezioni in presenza – Percorsi 24 CFU

Sono stati aggiornati i calendari delle lezioni in presenza dei percorsi da 24 CFU.

Percorso 1

Percorso 2

20/02/2018

Scuola e musei, parte il corso per esperti in educazione ai beni culturali

IUL e Associazione Nazionale Piccoli Musei organizzano il corso di perfezionamento e aggiornamento professionale per formare la figura di “Esperto in attività laboratoriali nel rapporto scuola-museo”.
Il corso si pone l’obiettivo di delineare un esperto in educazione ai beni culturali in grado di favorire l’attivazione di collaborazioni tra istituzioni scolastiche, enti territoriali e piccole istituzioni museali, acquisendo competenze che possano rendere innovativo il rapporto tra la scuola e il museo.
Da un’analisi ed una ricognizione del contesto socio-culturale, infatti, il nostro paese risulta essere caratterizzato da un inesauribile patrimonio museale e ambientale, articolato nel territorio in modo tale che ogni scuola può contare su uno o più musei nelle proprie immediate vicinanze. Non sempre tuttavia il rapporto tra la scuola e il museo costituisce una reale risorsa per entrambi, ossia qualcosa in più dell’offerta e/o del consumo di un’attività didattica preconfezionata. Mancano le competenze specifiche per rendere il rapporto scuola-museo una risorsa generativa di competenze, capace di favorire l’innovazione e la sperimentazione di effettivi percorsi di ricerca.

Il termine per iscriversi al corso è il 31 marzo 2018.
Le attività didattiche del corso sono fruibili online e prevedono approfondimenti individuali su contenuti proposti dai docenti, a cui si affiancano momenti operativi moderati dai tutor disciplinari attraverso videoconferenze e forum.
Il corso è a base annuale e ha una durata totale di 500 ore e prevede il rilascio di 20 Crediti formativi universitari.

Il costo complessivo di iscrizione, frequenza, esame finale e conferimento del certificato finale è di € 500,00 (cinquecento/00 euro) da versare in un’unica soluzione al momento dell’iscrizione. Per chiunque ne fosse in possesso, è possibile effettuare il pagamenti tramite la Carta del Docente. L’offerta formativa è disponibile anche sul portale SOFIA.

L’Associazione Nazionale Piccoli Musei è un’organizzazione scientifico-culturale senza fini di lucro. È stata avviata nel 2007 per promuovere una nuova cultura gestionale dei Piccoli Musei, valorizzando il legame più stretto con il territorio e con la comunità, insieme alla capacità di essere accoglienti e di offrire esperienze originali ai visitatori.

Per informazioni sul corso:
segreteria@iuline.it – T. 0552380385
www.piccolimusei.cominfo@piccolimusei.com – T. 3334497474

20/04/2018

Come diventare educatore socio-pedagogico o pedagogista: l’offerta formativa IUL su misura

Con l’approvazione della legge di Bilancio per il 2018, sono stati introdotti gli emendamenti relativi alla disciplina delle professioni di educatore professionale socio-pedagogico e di pedagogista.
Secondo la normativa, la qualifica di educatore professionale socio-pedagogico è attribuita con la laurea triennale classe L-19 in Scienze dell’Educazione e della Formazione, mentre per la qualifica di pedagogista è necessario un diploma di laurea abilitante in diverse classi di laurea magistrale, tra cui la LM-57 in Scienze dell’educazione degli adulti e della formazione continua.

L’Ateneo telematico IUL, da diversi anni, dispone all’interno della propria offerta formativa di entrambi i corsi di laurea che consentono il conseguimento di entrambe le qualifiche.
Il corso di laurea triennale “Metodi e tecniche delle interazioni educative” (classe L-19) si rivolge prevalentemente ai docenti e a tutti coloro che intendono lavorare con e per la scuola, attraverso l’uso delle nuove tecnologie per l’apprendimento. Il corso ha l’obiettivo di formare un professionista in grado di operare nell’ambito dell’istruzione, dell’educazione e della formazione professionale.

Il corso di laurea magistrale in “Innovazione educativa ed apprendimento permanente” (classe LM-57), invece, è rivolto principalmente a docenti e ad esperti della progettazione formativa e curricolare, rispetto alle diverse situazioni di lavoro, ai contesti territoriali e agli obiettivi differenziati degli interventi educativi e di formazione continua. Il corso ha l’obiettivo di preparare specialisti competenti nell’erogazione, promozione, organizzazione, coordinamento e valutazione dei servizi formativi.

La legge di Bilancio introduce inoltre la possibilità, per alcune categorie di persone, di ottenere, entro i prossimi tre anni, la qualifica di educatore professionale socio-pedagogico attraverso un corso intensivo di formazione di 60 crediti formativi universitari, organizzato dai vari Atenei, anche con attività di formazione a distanza. La IUL sta elaborando, per l’anno accademico 2018/2019, un’offerta formativa ad hoc da 60 CFU per consentire il raggiungimento della qualifica.

Possono accedere a questi corsi solo coloro che sono in possesso di uno dei seguenti requisiti:
a) inquadramento nei ruoli delle amministrazioni pubbliche a seguito del superamento di un pubblico concorso relativo al profilo di educatore;
b) svolgimento dell’attività di educatore per non meno di tre anni, anche non continuativi, da dimostrare mediante dichiarazione del datore di lavoro o con autocertificazione dell’interessato;
c) diploma rilasciato entro l’anno scolastico 2001/2002 da un istituto magistrale o da una scuola magistrale.

 

22/12/2017

Buone Feste da IUL! L’Ateneo rimarrà chiuso nei giorni 27-29 dicembre. Le attività riprenderanno il 2 gennaio 2018

 

 

 

20/12/2017

Percorsi formativi da 24 CFU: iscrizioni aperte fino al 31 gennaio

Sono disponibili sul sito dell’Ateneo i bandi rivolti ai docenti e disciplinati dal Decreto Ministeriale 616/2017.

I crediti costituiscono, insieme a un Diploma di laurea conforme, il requisito di accesso e di partecipazione al concorso nazionale per titoli ed esami, nonché al percorso triennale di formazione iniziale, tirocinio e inserimento nella funzione docente (Percorso FIT) nella scuola secondaria di primo e secondo grado ai sensi dell’art.5 del D. Lgs. del 13 Aprile 2017, n. 59.

Il termine delle iscrizioni è il 31 gennaio 2018.

Quattro le tipologie di percorsi offerti dall’Ateneo (VISUALIZZA LE FAQ relative a tutti e quattro i percorsi):

il percorso formativo IUL da 24 CFU. Le attività hanno una durata di tre mesi circa, per un carico didattico complessivo pari a 600 ore. Il corso è erogato in modalità blended e comprende una parte in presenza e una parte online erogata in piattaforma. Il costo complessivo di iscrizione al percorso completo è di 480,00 € (quattrocentottanta/00 euro) da versare in un’unica rata all’atto dell’iscrizione. (Guarda il calendario delle lezioni in presenza percorso 1 e percorso 2)

– il Master di I livello “Educazione e formazione: pedagogia 2.0”, che comprende il percorso formativo da 24 CFU. Il Master è destinato al personale docente o aspirante docente e si rivolge prevalentemente a laureati in discipline come la Pedagogia, Scienze dell’educazione e della formazione, Scienze della formazione primaria o lauree in ambito pedagogico e affini. Il percorso si articola in due moduli pluridisciplinari riferiti alle seguente discipline:
– il primo: discipline antropo-psico-pedagogiche;
– il secondo: discipline della Filosofia e delle Scienze umane.
Il master è erogato in modalità blended con una parte in presenza e una online attraverso l’ambiente didattico dell’Ateneo. Il master ha durata annuale per un carico didattico complessivo di 1500 ore, corrispondenti a 60 CFU. Il costo di iscrizione con integrazione dei 24 CFU, frequenza, esame finale e conferimento del titolo per il Master è di euro 1.500,00 € pagabili in 2 rate.

– il Master di I livello in “Metodologie didattiche, antropo-psico-pedagogiche ed aspetti giuridico-economici”, che comprende percorso Formativo da 24 CFU. Il Master ha come finalità lo sviluppo di specifiche competenze pedagogiche, con particolare attenzione alle metodologie didattiche rivolte alla gestione del processo insegnamento-apprendimento relativa alle scienze giuridiche ed economiche. Il percorso si articola in due moduli pluridisciplinari riferiti alle seguenti discipline:
– il primo: discipline antropo-psico-pedagogiche;
– il secondo: discipline Giuridiche-Economiche.
Il master è erogato in modalità blended con una parte in presenza e una online attraverso l’ambiente didattico dell’Ateneo. Il master ha durata annuale per un carico didattico complessivo di 1725 ore, corrispondenti a 69 CFU. Il costo di iscrizione con integrazione dei 24 CFU, frequenza, esame finale e conferimento del titolo per il Master è di euro 1.500,00 € pagabili in 2 rate.

il Master di I livello “Psicologia 2.0” che comprende il percorso formativo da 24 CFU. Il Master ha l’obiettivo di approfondire e consolidare conoscenze di base in campo pedagogico, psicologico e metodologico strutturando percorsi “riflessivi” che permettano di analizzare le strategie, gli strumenti e le tecniche utili a qualificare e a rendere più efficace il processo di apprendimento. Il percorso di formazione  si articola in due moduli pluridisciplinari riferiti alle seguenti discipline:
– il primo: discipline antropo-psico-pedagogiche;
– il secondo: discipline della Pedagogia, della Filosofia, della Psicologia e delle Scienze umane.
Il master è erogato in modalità blended con una parte in presenza e una online attraverso l’ambiente didattico dell’Ateneo. Il master ha durata annuale per un carico didattico complessivo di 1750 ore, corrispondenti a 70 CFU. Il costo di iscrizione con integrazione dei 24 CFU, frequenza, esame finale e conferimento del titolo per il Master è di euro 1.500,00 € pagabili in 2 rate.

 

È possibile richiedere il riconoscimento dei crediti relativi ai settori disciplinari che sono stati acquisiti presso l’Ateneo IUL o un’altra Università.
L’inizio delle attività didattiche dei quattro percorsi formativi è previsto per il 15 dicembre 2017.

 

Per una migliore organizzazione è consigliabile anticipare il modulo di iscrizione tramite mail (segreteria.24cfu@iuline.it).

Per maggiori informazioni: Ufficio informazioni IUL, Tel. 06 96668278; e-mail info@iuline.it.

1/12/2017

Piano Nazionale Formazione: online il bando dei corsi IUL

L’Ateneo telematico IUL ha pubblicato il bando relativo ai corsi per il Piano Nazionale Formazione (PNF), disciplinato dal Ministero dell’Istruzione.
L’offerta formativa prevede 9 corsi da 3 CFU ciascuno che approfondiscono le tematiche previste nel PNF, declinandole esplicitamente per venire incontro alle necessità di formazione continua dei docenti. Gli insegnanti possono scegliere il curricolo e seguire le attività interamente online, con la sola discussione della prova finale in presenza presso una delle molte sedi IUL accreditate sul territorio nazionale.

Il requisito minimo di accesso ai corsi è il diploma di laurea triennale o titolo equivalente o equipollente. Possono iscriversi in via eccezionale anche coloro che non sono in possesso di un diploma di laurea, previa valutazione dei docenti e della segreteria del corso. In tal caso, il corso sarà inteso secondo la modalità “corso di aggiornamento professionale” con un attestato di frequenza finale.
Ciascun corso avrà una durata di circa due mesi per un complessivo carico didattico pari a 75 ore corrispondenti a 3 CFU e prevede un prova finale in presenza con votazione in trentesimi.
Per ciascun corso sono previste più edizioni:
– I edizione, dal 01/02/2018 al 20/03/2018
– II edizione, dal 20/03/2018 al 10/05/2018
– III edizione, dal 10/05/2018 al 29/06/2018
– IV edizione, dal 29/06/2018 al 31/08/2018

Pe iscriversi è necessario scaricare il modulo e inviarlo firmato in originale alla segreteria IUL. Il costo di iscrizione (che prevede frequenza, prova finale e conseguimento della certificazione finale) è di 100,00 € (cento/00 euro) da versare in un’unica rata all’atto dell’iscrizione. È possibile effettuare il pagamento tramite la Carta del Docente. L’offerta formativa è disponibile anche sul portale SOFIA. Il numero minimo necessario per l’attivazione del Corso (per ciascuna edizione) è di 25 iscritti. Il docente può iscriversi a più corsi.

I 9 insegnamenti previsti, da 3 crediti ciascuno, sono:
PNF01 – L’autonomia curricolare
PNF02 – Strategie, tecniche, strumenti progettare una didattica centrata sulle competenze
PNF03 – Primi passi per introdurre il digitale a scuola
PNF04 – La metodologia CLIL nella scuola del XXI secolo
PNF05 – Gli strumenti dell’inclusione (in collaborazione con il Centro Studi Erickson)
PNF06 – I modelli di promozione del benessere orientati allo sviluppo di risorse e all’utilizzo delle opportunità del contesto scolastico e della comunità
PNF07 – L’interculturalità possibile: breve storia della lettura
PNF08 – Evoluzione della normativa e del contesto produttivo
PNF09 – La valutazione e l’autovalutazione per il miglioramento scolastic

Il Piano Nazionale Formazione risponde ai dettami dell’ultima riforma sulla scuola (L. 107/2015 “Buona Scuola”), secondo cui la formazione è “obbligatoria, permanente e strutturale” e può essere erogata a distanza o in presenza da soggetti, come l’Università IUL, accreditati a livello nazionale tramite una nuova procedura che garantisce la qualità e l’uniformità del servizio a livello nazionale.

 

Per maggiori informazioni:

Scarica il bando

Scarica la domanda di iscrizione

29/11/2017

È online Iul@work, il nuovo portale dell’Ateneo dedicato al lavoro e alla formazione

Un portale web interamente dedicato alla sicurezza e all’organizzazione degli ambienti di lavoro, alla responsabilità d’impresa, alla qualificazione e allo sviluppo professionale. È questa la nuova sfida lanciata dall’Ateneo telematico IUL che ha pubblicato il nuovo sito Iul@work, un ambiente online dove trovare corsi professionalizzanti e di aggiornamento rivolti a tutte le figure lavorative, dal dipendente al dirigente, fino all’imprenditore.

L’offerta formativa, disponibile all’indirizzo www.iulatwork.it, è aggiornata rispetto alle normative vigenti, il Testo Unico su Salute e Sicurezza su Lavoro (D. Lgs 81/2008), l’Accordo Stato Regioni, la Strategia Europa 2020 e la Disciplina sulla Responsabilità Amministrativa delle persone giuridiche (D. Lgs 231/2001).

«I corsi proposti – dichiara Flaminio Galli, Presidente dell’Ateneoconsentono agli individui di ampliare le proprie conoscenze a partire dall’esperienza. Sul portale sono presenti anche contenuti specializzati, disponibili gratuitamente, che approfondiscono le varie tematiche legate alla cultura del lavoro e all’etica delle professioni. L’obiettivo è di offrire agli utenti gli strumenti necessari per avere la più ampia conoscenza delle situazioni, delle problematiche e dei rischi, acquisendo una maggiore consapevolezza nelle proprie azioni negli ambiti della prevenzione e della cultura organizzativa».
Basata su Testo Unico su Salute e Sicurezza su Lavoro (D. Lgs 81/2008), Accordo Stato Regioni, Strategia Europa 2020 e Disciplina sulla Responsabilità Amministrativa delle persone giuridiche (D. Lgs 231/2001), l’offerta formativa si articola in videolezioni e materiale di studio per ogni specifico corso, offrendo anche approfondimenti e tutorial trasversali a tutti gli argomenti. “L’esperto risponde”, inoltre, mette a disposizione di tutti gli utenti il supporto di professionisti della materia, al pari di una sezione informativa che accompagnerà i corsisti nel loro percorso di formazione.

Articoli scientifici, interviste e news offriranno risposte e permetteranno la condivisione di buone pratiche, stimolando la curiosità sul tema della “cultura del lavoro”, declinato in tutte le sue accezioni. L’obiettivo dichiarato è applicare correttamente tutte le misure preventive ed organizzative nell’ambito della sicurezza sul posto di lavoro.

L’Ateneo IUL, in armonia con la campagna 2016-2017 “Ambienti di lavoro sani e sicuri” dell’Agenzia Europea per la Salute e Sicurezza sul Lavoro (EU-OSHA), intende promuovere la cultura della sicurezza, favorendo condizioni di lavoro adeguate lungo tutto l’arco della vita lavorativa che  rendano possibile un invecchiamento in buona salute.

Per informazioni: www.iulatwork.it

14/12/2017

Alternanza Scuola Lavoro: il 18 dicembre diretta gratuita di Tuttoscuola

Nuovo appuntamento con i webinar di Tuttoscuola, con il corso “Come promuovere percorsi efficaci di Alternanza Scuola Lavoro”, in programma lunedì 18 dicembre, alle ore 19.00.
Questo il link per iscriversi gratuitamente.
Durante la diretta gli esperti di Tuttoscuola cercheranno di risolvere alcuni dei dubbi riguardanti l’Alternanza Scuola Lavoro, progetto obbligatorio per legge per licei e istituti tecnici e professionali e che costituisce un’esperienza formativa con molte potenzialità, ma anche alcuni rischi.
In occasione del webinar del 18 dicembre verrà presentata la nuova offerta di TuttoAlternanza.it, il portale dell’ASL di qualità promosso da Tuttoscuola e da Civicamente.

Due le soluzioni proposte:

1. GIORNALISTI IN ALTERNANZA
TuttoAlternanza ha ideato per gli studenti in Alternanza Scuola Lavoro un appassionante percorso di giornalismo in smartworking, la modalità di lavoro del futuro ma che è già presente (e che risolve il problema della carenza di strutture ospitanti sul territorio). Questi i tre moduli (45 ore l’uno): giornalismo carta stampata, web journalism e giornalismo radio-televisivo. Per maggiori informazioni, clicca qui 

 

2. PRONTI AL LAVORO!
Consente di fornire agli studenti le conoscenze e competenze fondamentali per arrivare alla prima esperienza lavorativa preparati. Consiste in 4 percorsi in e-learning, da 25 ore ciascuno, che è possibile modulare a piacimento. Le tematiche toccate vanno dall’autoimprenditorialità alla comunicazione, dalle soft skills alla sicurezza sui luoghi di lavoro. Gli ambienti digitali di apprendimento sono prodotti in collaborazione con IUL, l’università telematica promossa da INDIRE e dall’Università di Firenze, che certifica le ore di alternanza fatte sulla piattaforma. Non si tratta di impresa simulata. Per maggiori informazioni, clicca qui

 

TuttoAlternanza garantisce massima flessibilità, perché la partecipazione è consentita a singoli studenti o intere classi, in orario scolastico o da casa, anche durante le vacanze. A partire da 4 euro a studente.

La diretta del 18 dicembre chiude un ciclo composto da quattro webinar sul tema dell’Alternanza Scuola Lavoro (Modulo 3 – Alternanza Scuola Lavoro: dalle sperimentazioni alle buone prassi. Impariamo a realizzare percorsi di ASL virtuosi) in cui viene data voce ai docenti e ai dirigenti che negli ultimi anni sono stati protagonisti di percorsi virtuosi e di qualità.
Questi gli altri titoli del ciclo:
12 ottobre 2017 – Alternanza Scuola Lavoro: progetto e piano di miglioramento – Clicca qui per rivedere la diretta
18 ottobre 2017 – L’ analisi del territorio come opportunità e vincolo per l’alternanza – Clicca qui per rivedere la diretta
2 novembre 2017 – Valutare i percorsi di Alternanza Scuola Lavoro: strumenti e metodologie – Clicca qui per rivedere la diretta

 

Come funziona il webinar: è necessario collegarsi a Internet (da pc, tablet o smartphone), e cliccare sul link che inviato via mail. A quel punto sarà possibile guardare e ascoltare la lezione dell’esperto. Se non c’è la possibilità di collegarsi il giorno del webinar, lunedì 18 dicembre, alle 19.00, è possibile visionare  gratuitamente la registrazione in modo illimitato, purché l’iscrizione avvenga prima dell’inizio del webinar.

Inoltre, è possibile rimanere sempre aggiornato sulle dirette di Tuttoscuola accedendo al calendarioTutti i webinar sono gratuiti, sia in diretta sia se registrati.

Per ricevere l’attestato di partecipazione e trasformare l’esperienza dei webinar in un’attività formativa formale e riconosciuta è possibile accedere alla formula PREMIUM. Per tutte le informazioni, clicca qui

Clicca qui per acquistare il pacchetto PREMIUM del Modulo 3

 

Ecco i titoli degli altri due moduli del ciclo autunnale di webinar:
Modulo 1 – Didattica Laboratoriale per Scienze e Matematica: un nuovo approccio per lo sviluppo delle competenze in ambito scientifico
Modulo 2 – Metodologia CLIL: normativa, riflessioni e buone pratiche per realizzare percorsi efficaci

 

Per maggiori informazioni:
email: formazione@tuttoscuola.com
Scarica la brochure completa
Visualizza l’infografica con le soluzioni di TuttoAlternanza.it
Pagina per l’iscrizione al webinar

 

6/12/2017

Studenti-Atleti, presentata al Miur l’edizione 2017/2018

Prosegue e si consolida anche nell’anno scolastico 2017/2018 la sperimentazione didattica “Studenti-Atleti”, promossa dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca in collaborazione con CONI, Lega Serie A e Comitato Italiano Paralimpico (CIP) per permettere a studentesse e studenti impegnati nello sport agonistico di non rimanere indietro negli studi. La sperimentazione è stata introdotta per la prima volta in Italia dalla legge 107 del 2015, la Buona Scuola.
Nell’ambito della sperimentazione, le attività di formazione rivolte ai docenti sono gestite dall’Ateneo IUL, in partnership con il Liceo Scientifico Statale “Francesco d’Assisi” di Roma e la società sportiva Eurobasket Roma.

Nel corso della conferenza stampa, che si è svolta oggi presso la Sala della Comunicazione del Miur, sono stati illustrati i dati dell’edizione 2017/2018, alla presenza del Sottosegretario all’Istruzione, Gabriele Toccafondi, del Direttore Generale della Lega Serie A, Marco Brunelli, della Responsabile del Dipartimento Strategia e Responsabilità Sociale del CONI, Teresa Zompetti, del Vice Presidente del Comitato Italiano Paralimpico (CIP), Marco Borzacchini.

I numeri dell’attuale edizione forniscono un bilancio incoraggiante e in crescita sullo stato d’attuazione del programma: 1.309 studentesse e studenti-atleti coinvolti (+191% rispetto al 2016/2017), iscritti in 356 scuole di 18 Regioni. Tra gli indirizzi di studio delle scuole coinvolte prevalgono i Licei scientifici (44% del totale delle scuole partecipanti), seguiti da Istituti tecnici (21%), Licei sportivi (18%) e Istituti professionali (3%). In totale quest’anno le scuole partecipanti sono il 90% in più rispetto all’anno 2016-17. Il 30% delle e dei giovani sportivi segue il programma in modalità avanzata, il 70%  in modalità base, seguiti in totale da 596 tutor scolastici e 721 tutor sportivi.

Tra le oltre 70 discipline sportive praticate da studentesse e studenti-atleti, le più presenti sono: calcio (22%), sport acquatici (14%), atletica e basket (ambedue all’8%). (In allegato le slide con i dati completi). Grazie ad un approccio didattico altamente innovativo, che unisce il digitale alle lezioni frontali e a specifiche attività di formazione delle e dei docenti, le scuole che aderiscono al progetto riescono a garantire alle ragazze e ai ragazzi che praticano sport ad alto livello la possibilità di proseguire il loro percorso formativo senza rinunciare all’agonismo
Hanno portato la propria diretta esperienza gli atleti diplomati Danila Zazzera, attaccante della A.C.F. Fiorentina, e Stefano Greco, portiere della Primavera dell’A.S. Roma, accompagnato dal Responsabile del Settore Giovanile del club, Massimo Tarantino.

Insieme a loro sono intervenuti alcuni studenti-atleti che hanno raccontato come riescono a conciliare gli impegni scolastici e sportivi: Angela Procida, nuotatrice, iscritta all’IIS “F. Severi” di Castellamare di Stabia (NA); Luca Tommaso Longo, schermista, iscritto al “V. Convitto Nazionale Vittorio II” di Roma; Letizia Bagnoli, golfista, iscritta all’ISIS “Piero Gobetti-Volta” di Bagno a Ripoli (FI); Livia Cosoli, tuffatrice, iscritta all’IIS “Tommaso Salvini” di Roma; Elisa Todini, ginnasta, iscritta all’IIS “Tommaso Salvini” di Roma.

Per l’a.s. 2017/2018, le categorie di atleti ammessi alla sperimentazione sono:
1.   Rappresentanti delle Nazionali assolute e/o relative delle categorie giovanili;
2.   Atleti coinvolti nella preparazione dei Giochi Olimpici e Paraolimpici estivi ed invernali, anche giovanili nel Quadriennio 2017-2020;
3.  Studente riconosciuto quale “Atleta di Interesse Nazionale” dalla Federazione Sportiva Nazionale o dalle Discipline Sportive Associate o Lega professionista di riferimento;
4.   Atleti – sport individuali – compresi tra i primi 24 posti della classifica nazionale di categoria, all’inizio dell’anno scolastico di riferimento; con attestazione rilasciata esclusivamente dalla Federazione Sportiva di riferimento;
5.   Atleti – attività sportive professionistiche di squadra, riconosciute ai sensi della legge n.91/1981 – partecipanti a: Calcio (serie A, B, C; Primavera e Berretti serie A,B,C; Under 17 serie A e B); Pallacanestro (serie A1, A2, B under 20, Eccellenza, Under 18 Eccellenza) con attestazione rilasciata esclusivamente dalla Federazione Sportiva di riferimento;
6.   Atleti – sport non professionistici di squadra – partecipanti campionati Serie A e B maschile e A1, A2 e B1 femminile.

A tal proposito, il Sottosegretario del MIUR Gabriele Toccafondi ha dichiarato: “Siamo orgogliosi del lavoro svolto in questi anni dal governo e dalla maggioranza che lo ha sostenuto. Abbiamo raggiunto obiettivi rivoluzionari, in questi anni, anche sul fronte scuola e sport. Ne sono un esempio i 1.309 ragazze e ragazzi che hanno aderito alla sperimentazione ‘Studenti-Atleti’ che non dovranno più trovarsi di fronte al dilemma se lasciare la scuola o mollare lo sport. Con questo progetto  – ha aggiunto il Sottosegretario  – vogliamo offrire la possibilità agli studenti-atleti di portare avanti una carriera da professionisti e, allo stesso tempo, vogliamo abbattere l’alto tasso di dispersione scolastica che colpisce le studentesse e gli studenti che praticano sport ad alto livello. Un lavoro realizzato e sostenuto dal MIUR e dal Ministro dello Sport Luca  Lotti insieme a CIP, CONI, Lega  Seria A e, da qualche mese, anche da Lega  B e Lega Pro. Oggi diamo, per il secondo anno, una buona notizia: sono sempre di più i ragazzi che utilizzano questo strumento perché vogliono studiare e fare sport a carattere agonistico. Il vero lavoro sull’importanza di trasmettere ai giovani il valore dell’istruzione spetta agli adulti, siano essi genitori, insegnanti, ma anche dirigenti sportivi, presidenti di società o procuratori. Non basta un decreto, una piattaforma on line, una percentuale di ore che si possono frequentare a distanza, tutor scolastici e sportivi, oppure un piano formativo personalizzato. Ciò che serve – ha concluso Toccafondi – è anche un cambio di mentalità profondo da parte degli adulti ed in particolare mi riferisco agli addetti ai lavori. Grazie a Coni, Cip e Leghe calcio siamo sulla buona strada e i racconti dei ragazzi ne sono la dimostrazione”.

“Ancora una volta – ha aggiunto il Direttore Generale della Lega Serie A, Marco Brunelli – siamo contenti di ritrovarci qui al fianco del MIUR insieme al CONI e al CIP con l’obiettivo di sostenere i nostri atleti-studenti a conciliare l’attività agonistica con lo studio. Insieme al MIUR, abbiamo intrapreso, circa 3 anni fa, un percorso di sperimentazione che si sta avviando all’ultimo decisivo anno per diventare finalmente sistematico negli ordinamenti. Proprio per questo, da pochi giorni, abbiamo ufficializzato anche l’adesione al progetto da parte della Lega B e della Lega Pro: un passaggio fondamentale per garantire una continuità di metodologia e di studio ai nostri tesserati soprattutto in questi casi di cessione e prestito. Questa sinergia ci permetterà di ridurre ancora l’abbandono scolastico e garantire agli atleti un giusto supporto”.

“Il programma studenti-atleti risponde con una soluzione concreta ad un problema che ci veniva segnalato soprattutto dalle famiglie che vedono i ragazzi partire giovani e si sentono lasciate solo nella loro formazione – ha dichiarato la Responsabile del Dipartimento Strategia e Responsabilità Sociale del CONI, Teresa Zompetti –. Inoltre attraverso questo progetto riusciamo a lanciare un segnale culturale chiaro. Al sistema scuola si trasferisce il messaggio che lo studente-atleta è un asset perché acquisisce delle competenze che possono essere utili al mondo del lavoro mentre al mondo sportivo questo progetto fa capire che non ci si deve solo occupare dei risultati”.

“Far convivere sport e studio sembrava fino a poco tempo fa impresa impossibile – ha dichiarato il Vice Presidente del Comitato Italiano Paralimpico (CIP), Marco Borzacchini –, un binomio inconciliabile che presupponeva una scelta alla base esclusiva in favore di una delle due attività. Ed invece iniziative come questa del MIUR – un programma che permetta di conciliare sport e studio – rappresentano un’opportunità per quanti amano lo sport facendone una ragione di vita ma, allo stesso tempo, si rendono conto di quanto fondamentale sia continuare il loro percorso di studi. Sport e studio dunque visti in maniera non più antagonista ma complementari nella formazione dello studente, dello sportivo, del cittadino e dell’uomo. Coltivare la passione per lo sport ed allo stesso tempo raggiungere gli obiettivi prefissati nell’ambito dello studio è possibile, e si fonda su un mix di volontà ed organizzazione della persona, ma anche di possibilità, quelle che vengono concesse attraverso un programma fantastico che spero continui ad esistere nel corso degli anni”.

29/11/2017

Sicilia, prorogati al 20 dicembre i termini per le agevolazioni a professionisti e autonomi che si iscrivono a percorsi di alta formazione

Sono stati prorogati al 20 dicembre i termini per ottenere le agevolazioni dalla Regione Siciliana per finanziare attività di formazione continua rivolta a titolari di partita IVA che svolgono attività professionale autonoma. L’Avviso 16/2017 “Azioni di rafforzamento per la formazione di liberi professionisti e lavoratori autonomi” è finanziato dal POR Sicilia FSE 2014-2020 Asse III “Istruzione e formazione”.

Il contributo della Regione può essere richiesto entro il 20/12/2017 per l’iscrizione a un corso di formazione o di alta formazione (master, corso di perfezionamento) e può coprire fino al 100% del costo del percorso formativo.
Possono partecipare al bando i residenti o i domiciliati in Sicilia da almeno 6 mesi, titolari di partita IVA da almeno 6 mesi e con un ISEE inferiore ai 30.000 euro.
Inoltre, è necessario che i richiedenti siano in possesso di almeno uno seguenti requisiti:
– iscrizione a un ordine o a un collegio professionale;
– iscrizione a un’associazione professionale riconosciuta (vedi elenco);
– iscrizione alla gestione separata dell’INPS.

I candidati devono essere in possesso di una casella di posta elettronica certificata (PEC) e del kit di firma digitale personale.

L’obiettivo generale dell’azione avviata dalla Regione è di fornire un sostegno alle esigenze di continuo e costante aggiornamento delle competenze dei professionisti in coerenza con la normativa che ha reso obbligatorio l’aggiornamento professionale e le politiche europea in tema formazione e qualificazione della libera iniziativa imprenditoriale.
La somma indicata nella domanda di finanziamento viene erogata a rimborso in un’unica soluzione.

 

Per ulteriori informazioni:
Bando Regione Siciliana (scadenza 30 novembre 2017)
Link per presentare l’istanza online

10/11/2017

Sperimentazione studenti-atleti del Miur: presentato al CONI il progetto “Scuola e Sport”

È stato presentato oggi a Roma, presso il Salone d’Onore del Coni, il progetto “Scuola e Sport”.
L’iniziativa è finanziata dal Ministero dell’Istruzione nell’ambito della sperimentazione studenti-atleti di alto livello e gestita dall’Ateneo IUL, in partnership con il Liceo Scientifico Statale “Francesco d’Assisi” di Roma e la società sportiva Eurobasket Roma.
Il programma sperimentale del Ministero, previsto dalla legge 107/2015 “La buona scuola”, nasce infatti per offrire l’opportunità ai giovani di praticare l’attività agonistica senza abbandonare lo studio, conciliando così la doppia carriera nella scuola e nello sport.
Il programma della giornata ha previsto, dopo l’evento di lancio, la formazione dei docenti, che proseguirà anche domani nei locali del Coni e presso lo Stadio Olimpico.

Nel corso della conferenza sono intervenuti il Sottosegretario di Stato all’istruzione, Gabriele Toccafondi, il Presidente del Coni, Giovanni Malagò, il Rettore della IUL, Alessandro Mariani, il Dirigente Ufficio Politiche Sportive Scolastiche del MIUR, Antonino Di Liberto, la Dirigente del CONI, Teresa Zompetti, e il Dirigente Scolastico del Scientifico Statale “Francesco d’Assisi”, Luigi Maria Ingrosso. L’incontro è stato moderato da Paolo Cecinelli, giornalista sportivo dell’emittente LA7, e si è concluso con la testimonianza dell’ex cestista azzurro Alex Righetti, medaglia d’argento alle Olimpiadi di Atene 2004 e allenatore delle giovanili nell’Eurobasket Roma.
All’evento hanno partecipato più di 100 docenti delle scuole secondarie superiori, oltre a 600 insegnanti che hanno assistito a distanza alla diretta streaming trasmessa sul portale del Ministero http://www.sportescuola.gov.it/.

G70A7854      G70A7851  

 

In apertura dell’evento, il Presidente del Coni, Giovanni Malagò, ha sottolineato come il lavoro di squadra fatto insieme al Miur in questi anni abbia consentito di accorciare la distanza tra lo sport e la scuola, recuperando pian piano il gap con i paesi anglosassoni.
Nel corso della presentazione, il Sottosegretario Gabriele Toccafondi, alla luce della crescente adesione degli insegnanti al progetto, ha evidenziato l’importanza di questa sperimentazione per contrastare l’abbandono scolastico dei ragazzi impegnati a scuola e nello sport ad alto livello.
A margine dell’evento, il Presidente della IUL, Flaminio Galli, ha sottolineato come la partecipazione alla sperimentazione da parte dell’Ateneo, che può contare su una pluriennale esperienza nella formazione dei docenti, testimoni un’attenzione sempre maggiore verso il potenziale educativo della pratica sportiva.

Il corso di formazione, erogato su una piattaforma realizzata appositamente dalla IUL, è composto da quattro moduli sulle tematiche dell’assessment iniziale degli studenti, della redazione del curricolo personalizzato dello studente-atleta, sulle metodologie didattiche utilizzate nella formazione a distanza e la loro integrazione con le metodologie tradizionali.
Il programma tiene conto degli aspetti psicologici legati ai problemi che gli studenti-atleti affrontano quotidianamente e mira a consolidare un approccio didattico fortemente innovativo. La formazione sarà incentrata sulla conoscenza e sulla realizzazione di processi di innovazione didattica volti a integrare le metodologie d’insegnamento convenzionali con le modalità di apprendimento della formazione a distanza.

Al termine dell’anno scolastico è previsto un evento conclusivo in cui verranno presentati i risultati raggiunti e analizzati gli esiti della sperimentazione.

   foto salone d'onore

 

12/09/2017

La scuola del dialogo, il 13 settembre il webinar gratuito di Tuttoscuola

Le pratiche dialogiche a scuola hanno larga diffusione nei Paesi del nord Europa e stanno diffondendosi anche nell’area del mediterraneo. L’approccio dialogico si è dimostrato utile come elemento di integrazione delle diverse metodologie educative, di integrazione e consapevolezza delle varie componenti facenti parte della comunità educante: studenti, famiglie, docenti, staff, dirigenti, ma anche come pratica che favorisce la interconnessione con il territorio di appartenenza.
Questo tema verrà affrontato nel corso del webinar “Pratiche dialogiche, dalla scuola finlandese a quella italiana: un percorso possibile”, in programma mercoledì 13 settembre alle ore 18.00.
L’scrizione al webinar è gratuita. Inoltre, è possibile vedere la registrazione in differita.

Le pratiche dialogiche sono efficaci nell’anticipazione e risoluzione di casi “difficili” sia dal punto di vista dell’apprendimento (dispersione) sia per quanto concerne i comportamenti “problematici”, ma anche per  la costruzione del gruppo-squadra che supera il concetto di classe, così come nella costruzione dei documenti fondamentali in cui scuola e comunità si riconoscono: PTOF, RAV, Regolamento di Istituto, Patto di Corresponsabilità.

Inoltre, le pratiche dialogiche favoriscono una nuova alleanza scuola-famiglia e permettono a tutti i docenti di riconoscersi in una pratica condivisa. La formazione dialogica in un tempo relativamente breve offre la possibilità di concreti miglioramenti dei processi educativi di insegnamento-apprendimento. Applicare l’approccio dialogico significa mettere in moto le risorse psicologiche sia delle persone direttamente coinvolte (compresi i docenti “coaches”) sia dell’intera comunità e rete sociale di riferimento, generando quindi il dialogo. Significa ancora passare dalla scuola della risposta alla scuola della domanda. Dal paradigma del controllo e della paura a quello della partecipazione, dell’impegno e dell’intesa.

 

Per ulteriori informazioni:

www.tuttoscuola.com

Clicca qui per iscriverti

1/09/2017

Gli istituti coinvolti nel Piano nazionale per la scuola digitale protagonisti a Didacta

Gli oltre 1200 istituti scolastici coinvolti nel Piano nazionale per la scuola digitale sono stati invitati dal Miur a partecipare a Fiera Didacta Italia, il più importante appuntamento fieristico dedicato all’istruzione che si tiene da oltre 50 anni in Germania e che viene organizzato per la prima volta in Italia, dal 27 al 29 settembre, alla Fortezza da Basso di Firenze.

Gran parte delle iniziative e dei workshop saranno dedicati all’innovazione digitale nella scuola. Per l’occasione, con una nota il Ministero ha proposto, in raccordo con l’Ente Fiera Didacta e in collaborazione con la IUL – Italian University Line, un percorso specifico di formazione per gli Animatori digitali che potrà permettere ai partecipanti il riconoscimento di 1 CFU.

Il Ministero ha incluso questa iniziativa tra gli eventi previsti dal Piano per la formazione in servizio dei docenti.

Durante la Fiera, l’Ateneo IUL proporrà, oltre a questa attività, anche altri percorsi, dedicati a una serie di tematiche specifiche che coinvolgono i docenti, i dirigenti scolatici e quanti operano nella scuola.

 

21/04/2017

Proroga dei termini di iscrizione ai Master IUL

Comunichiamo a tutti gli interessati che restano ancora aperte le iscrizioni ai seguenti Master:

  1. La dirigenza scolastica: una risorsa tra qualità e innovazione – (II ed.) iscrizioni aperte fino al 12/05/2017
  2. Profilo e funzioni del Consulente per il Miglioramento scolastico 2016/2017 – (II ed.) iscrizioni aperte fino al 22/05/2017
  3. Comunicazione e neuroscienze iscrizioni aperte fino al 19/05/2017

Ricordiamo che tutti i Master IUL, interamente fruibili online, si articolano in 1500 ore di attività didattica, alla conclusione delle quali è previsto un periodo di stage e l’elaborazione di un lavoro finale di tesi, con il rilascio di 60 CFU.

4/04/2017

Iscriviti ai nostri corsi con la Carta del Docente

I costi di iscrizione ai corsi di laurea e master IUL possono essere sostenuti utilizzando il bonus della Carta del Docente.
Sono ormai due anni, infatti, che è entrata in vigore la normativa che assegna 500 euro agli insegnanti delle scuole di ogni ordine e grado da spendere per la propria formazione professionale.

I docenti che intendono spendere il buono per iscriversi ai nostri corsi devono seguire una semplice procedura:
• accedere alla piattaforma ministeriale http://cartadeldocente.istruzione.it/ utilizzando il proprio SPID;
• andare alla pagina “crea buono” e scegliere la tipologia di esercizio “fisico”;
• selezionare l’ambito “Formazione e aggiornamento”;
• scegliere “corsi di laurea” o “master universitari”. Per i corsi riguardanti il Piano Nazionale di Formazione scegliere “Corsi aggiornamento enti accreditati/qualificati ai sensi della Direttiva 170/2016”;
• inserire l’importo del buono: si ricorda che il buono può coprire del tutto o in parte i costi di iscrizione ai corsi e che, come precisato nelle FAQ del Ministero, è possibile provvedere al pagamento della quota restante direttamente attraverso la segreteria IUL;
• creare il buono, salvarlo come file immagine o PDF, ed inviarlo alla segreteria IUL all’indirizzo e-mail segreteria@iuline.it, indicando il titolo del corso scelto.

Per ulteriori informazioni è possibile contattare la segreteria IUL all’indirizzo e-mail segreteria@iuline.it oppure al numero 055 0380900.

31/03/2017

La IUL presente anche a Reggio Calabria

La IUL e ISV Group hanno stipulato un accordo per la realizzazione di un Polo tecnologico universitario nell’Area Metropolitana dello Stretto. Un sodalizio grazie al quale ISV Group diventa una sede operativa dell’Ateneo telematico con il compito di offrire orientamento e supporto alle attività didattiche degli studenti attraverso personale e tutor specializzati. Nel Polo gli studenti potranno anche sostenere gli esami in presenza.

Logo dell'ente ISV Group ISV Group è un’organizzazione che ha sede a Reggio Calabria e che vanta una consolidata esperienza nel settore dell’alta formazione, della specializzazione professionale e dell’aggiornamento della Pubblica Amministrazione. Tra le sue principali attività, ISV propone percorsi formativi inediti e d’eccellenza, che valorizzano le competenze offerte dal sistema universitario e delle professioni attraverso la didattica in aula o a distanza.

Con questa collaborazione, dunque, la IUL rafforza la propria presenza in Calabria e nell’area Metropolitana dello Stretto di Messina. Una sinergia che consentirà all’Ateneo di valorizzare la propria offerta formativa e di progettare nuovi percorsi per rispondere alla domanda di formazione nel territorio.

Il polo tecnologico è già operativo per fornire supporto su corsi di laurea, master e corsi di perfezionamento.

 

Per informazioni:

ISV Group – via Demetrio Tripepi, 14 – 89123 Reggio Calabria

Sito web: www.isvgroup.it

1/03/2017

La IUL apre un polo tecnologico in Molise

La IUL – Italian University Line ha stipulato un accordo con Italia Scuole, l’organizzazione che ha sede a Termoli e che vanta una consolidata esperienza nel settore educativo e formativo in Molise. Grazie a questa convenzione Italia Scuole diventa polo tecnologico dell’Ateneo telematico, con il compito di offrire orientamento agli studenti e supporto alle attività didattiche attraverso tutor specializzati. Termoli sarà anche sede di esame in presenza per gli studenti che hanno completato le attività online.

Grazie a questa collaborazione la IUL intende rafforzare la propria presenza sul territorio nazionale con un centro che offre una serie di servizi integrati. Un segno di attenzione verso gli studenti molisani e delle regioni vicine, nei quali è forte l’interesse per il mondo universitario e professionale.
Italia Scuole è una società in nome collettivo, rappresentata da Daniele Bonifazi e Nicola Occhionero, con sede operativa in Termoli; è Accreditata dalla Regione Molise ed è iscritta all’Anagrafe Nazionale delle Ricerche. Italia Scuole opera da anni nell’ambito della consulenza aziendale e della formazione professionale e rappresenta un vero e proprio centro di diffusione culturale con un’offerta formativa tagliata sulle esigenze del territorio molisano e delle regioni vicine.

 

Per ulteriori informazioni:

www.italiascuole.it

 

3/02/2017

Al via la 2^ edizione del master in “Management – Economics, Leadership e Digital Skills”

Si aprono le iscrizioni alla seconda edizione del Master di I livello in “Management – Economics, leadership e digital skills”, in partenza il 15 maggio 2017. Il corso, nato dalla partnership tra 24 ORE Business School e IUL – Italian University Line, ha una durata di un anno accademico e si svolge in modalità e-learning. Il Master ha l’obiettivo di formare figure professionali in grado di rivestire ruoli di responsabilità con capacità di leadership e competenze strutturate nell’ambito del management e dell’economia aziendale.

Grazie al master i partecipanti possono acquisire strumenti e conoscenze necessarie per accrescere la propria professionalità nelle aree del general management, con focus specifici su leadership, digital e social skills, economics d’impresa, marketing e comunicazione.

Il percorso didattico è il risultato di un approccio pluridisciplinare, per un totale di 1500 ore e 60 CFU, che si articola in 5 moduli: “Competenze relazionali e manageriali”, “Ruolo e sfide della leadership”, “Digital & social skills”, “Modelli e metodi di economics d’impresa” e “Strategie di marketing e comunicazione”. Ogni modulo si compone di video-lezioni, courseware, attività operative, materiali di studio e forum. Lo studio comprende una parte di didattica online in autoapprendimento e una parte di didattica interattiva con la possibilità di un confronto continuo con i tutor didattici e con gli altri partecipanti.
Al termine del percorso formativo è previsto un esame finale in presenza. La scadenza per presentare la domanda di ammissione è l’8 maggio 2017. Per i candidati più meritevoli sono messe a disposizione borse di studio a copertura parziale della quota di iscrizione (se interessati, bisogna inviare la domanda di ammissione entro il 3 aprile 2017).

 

Per informazioni è possibile contattare la referente del Master, Simona De Filippis: email simona.defilippis@ilsole24ore.com; tel. 0630226463

11/01/2017

Zygmunt Bauman, la sua lectio magistralis alla IUL

Nell’ottobre 2014, in occasione dell’apertura dell’Anno Accademico, la IUL ebbe l’onore di ospitare il professor Zygmunt Bauman per una lectio magistralis sul rapporto tra società liquida e istruzione. Nella sua analisi il professore sottolineò l’importanza di cambiare il modello educativo per renderlo sempre più flessibile e in linea con una realtà dove la conoscenza è un processo aperto e in continuo divenire. Le sue parole e i suoi pensieri continueranno ad ispirare il lavoro di ricerca del nostro Ateneo.
Sul nostro canale youtube è disponibile la testimonianza video della Lectio Magistralis del Prof. Bauman del 22 ottobre 2014 girata in occasione dell’incontro nel nostro Ateneo.

 

 

Altri link:

 

 

 

15/12/2016

È online il nuovo sito tuttoscuola.com

Il sito di Tuttoscuola si è rinnovato completamente ed è oggi più fruibile e più ricco. La nuova veste grafica permette di avere ben in evidenza i contenuti, le proposte, le offerte di strumenti educativi e di materiale didattico.
La homepage è la vetrina che raccoglie ogni giorno il meglio dei contenuti pubblicati. Saranno i fatti del giorno, gli approfondimenti e i commenti a ricevere un’attenzione particolare.
Professione scuola – È una delle sezioni principali del nuovo sito e riguarda soprattutto i docenti, i dirigenti e tutto il personale amministrativo e Ata. Ha una sottosezione dedicata alla politica scolastica, ai problemi di carriera professionale, a quelli della formazione e dell’aggiornamento, fino a quelli di chi deve dirigere uno o più istituti. È il luogo in cui si parla di condizione docente, di contratti di lavoro, di reclutamento, di sviluppo professionale, di pensioni e buonuscite e molto altro.
Genitori e studenti – Due delle novità di Tuttoscuola.com: una sezione indirizzata ai genitori e a tutti i problemi che devono affrontare nell’educazione dei loro figli e nei rapporti con l’istituzione scolastica. Ma anche gli studenti hanno sul nuovo sito uno spazio tutto loro in cui poter trovare informazioni e consigli utili per l’orientamento scolastico e professionale, l’alternanza scuola-lavoro, il metodo di studio e tanto altro.
I canali tematici – Il sito ospita due canali tematici, tra cui una novità assoluta: il Cantiere della didattica, dedicato agli insegnanti e al loro lavoro. Qui si possono trovare unità di apprendimento e materiali didattici, compresi video e lezioni specifiche su tematiche di grande rilevanza svolte da esperti e da docenti, sezioni su innovazione didattica, inclusione e cittadinanza, alunni con disabilità, con disturbi specifici dell’apprendimento e tanto altro ancora. A disposizione nel canale anche un grande archivio di materiali didattici che crescerà nel tempo, consultabile per disciplina e grado di scuola. Secondo, ma non per importanza, il canale dedicato al turismo scolastico. Qui è possibile trovare tanti consigli per itinerari didattici, gite, musei e, naturalmente, tutto su come organizzare la gita ed evitare problemi.

Per conoscere tutte le novità è necessario esplorare e navigare il nuovo tuttoscuola.com, magari iniziando dal ricchissimo archivio, un patrimonio di contenuti sul mondo della scuola costruito in decenni di attività.

Tuttoscuola è partner con IUL nella realizzazione di percorsi di alternanza scuola lavoro rivolti agli studenti delle scuole superiori. Un’offerta formativa che sarà online nei prossimi giorni e si compone di 4 moduli con contenuti specifici sulla sicurezza nei luoghi di lavoro, oltre ad alcune competenze trasversali indispensabili per interagire bene in un ambiente di lavoro, tra cui auto-imprenditorialità, business planning, soft skills e comunicazione. Per l’occasione, è stato pubblicato anche il portale TuttoAlternanza.it, un ambiente online interamente dedicato all’alternanza scuola lavoro e pensato in modo specifico per gli istituti scolastici che devono assolvere gli obblighi previsti dalla normativa.

 

Link utili:
Vai al sito di Tuttoscuola

2/12/2016

Al via il master per “Operatori dell’accoglienza e mediatori interculturali”

Sono aperte le iscrizioni al master di I livello per “Operatori dell’accoglienza e mediatori interculturali”, un corso pensato per coloro che intendono approcciarsi al lavoro con i richiedenti asilo e i rifugiati, ma anche per chi ha già intrapreso un percorso di formazione nel settore sociale e desidera accrescere le proprie competenze per raggiungere standard di specializzazione adeguati a lavorare con e per soggetti vulnerabili.
Il master fornisce le competenze necessarie a ricoprire al meglio il delicato ruolo dell’operatore dell’accoglienza. Si tratta di figure professionali preparate in alcune specifiche discipline (giuridiche, sociali, psicologiche, linguistiche o altre), ma che devono essere formate anche al “saper accogliere” attraverso uno studio dedicato. Questo è l’obiettivo fondamentale del Master, che unisce la preparazione nelle discipline teoriche di base alle esperienze pratiche. Il corso nasce per raccogliere l’esigenza sempre più diffusa di una formazione specilistica su un tema di forte attualità, quello dei migranti, che negli ultimi anni sta investendo l’Italia con proporzioni notevoli. In risposta a questa emergenza intervengono i centri di accoglienza e gli operatori che vi lavorano. Tali centri sono detti “Centri per l’immigrazione” e si distinguono in: CDA (Centri di accoglienza), CARA (Centri di accoglienza richiedenti asilo) e CIE (Centri di identificazione ed espulsione). I richiedenti asilo, i rifugiati, i cosiddetti “clandestini” sono generalmente persone che fuggono dalle condizioni invivibili in cui versano i loro paesi di origine e cercano rifugio e protezione in Italia e in altri paesi europei. Sono, per la loro situazione, dei soggetti vulnerabili e bisognosi d’assistenza.

Il Master ha una durata annuale e prevede il rilascio di 60 CFU (crediti formativi universitari), corrispondenti a 1500 ore. Per iscriversi è necessario avere almeno il diploma di laurea triennale o titolo equipollente. Le iscrizioni sono aperte fino al 20 gennaio 2017. Per la IUL si tratta del primo master organizzato in modalità blended, in quanto prevede la possibilità di realizzare laboratori in presenza oltre alle attività didattiche online.

Al Master possono iscriversi e partecipare al percorso formativo in qualità di “uditori”, anche gli studenti privi dei requisiti minimi di accesso, ma in possesso di Diploma di scuola secondaria di 2° grado. Al termine sarà rilasciato loro solo un attestato di partecipazione.

Per ulteriori informazioni è possibile scrivere all’indirizzo email info@iuline.it oppure telefonare al numero 069668278.

Link e materiali utili:

23/11/2016

Formazione in alternanza scuola lavoro per le scuole superiori: al via i percorsi realizzati con Tuttoscuola e Civicamente

Parte la collaborazione tra la IUL e due partner altamente specializzati nel mondo dell’educazione, Tuttoscuola e CivicaMente, per offrire percorsi di alternanza scuola lavoro agli studenti delle scuole superiori. La nuova normativa emanata dal Miur nel 2015, infatti, ha stabilito che i giovani degli ultimi anni dei licei e degli istituti tecnici e professionali debbano frequentare percorsi mirati all’ingresso e alla conoscenza del mondo del lavoro.

Per l’occasione, Tuttoscuola e CivicaMente hanno pubblicato il portale TuttoAlternanza.it, un ambiente online interamente dedicato all’alternanza scuola lavoro e pensato in modo specifico per gli istituti scolastici che devono assolvere gli obblighi previsti dalla normativa. Il sito offre servizi e strumenti mirati alle scuole per snellire le incombenze burocratiche, ricercare le aziende nei vari territori, dialogare con loro e monitorare le varie fasi operative della formazione. Grazie al portale, l’impegno per le scuole nell’organizzazione dei corsi viene ridotto al minimo.

La IUL ha progettato e realizzato le attività didattiche, che sono strutturate in pacchetti fino a 25 ore e sono fruibili sulla piattaforma www.iuline.it. Ciascun percorso prevede momenti di didattica erogativa e interattiva (con videolezioni, materiali digitali, webquest, case history, per un totale indicativo di 6 ore) più alcune ore di studio individuale su slides, testi integrativi consigliati, film e video appositamente selezionati (per un totale indicativo di 19 ore). Grazie a questi corsi, gli studenti sono preparati al confronto con la realtà lavorativa, acquisendo nozioni, tecniche e competenze (skills) che potranno poi sviluppare in ambito aziendale.

L’offerta formativa, che sarà online nei prossimi giorni, è composta da 4 moduli che offrono contenuti specifici sulla sicurezza nei luoghi di lavoro, oltre ad alcune competenze trasversali indispensabili per interagire bene in un ambiente di lavoro. Il primo modulo, su Auto-imprenditorialità e business planning, mira a sviluppare la capacità di trasformare un’idea in realtà d’impresa, oltre alla capacità di rendersi autonomi, responsabili e flessibili. Il secondo riguarda le Soft Skills, quelle competenze trasversali determinanti nel mondo del lavoro, perché consentono di affermarsi dal punto di vista relazionale, della capacità di lavorare in team e dell’orientamento al problem solving. Il terzo modulo è centrato sulla Comunicazione, con riferimenti ai fattori principali di un atto comunicativo, in modo che un individuo sappia adeguarsi efficacemente ai vari contesti lavorativi. Oltre a ciò,vengono fornite informazioni sulle modalità con cui le aziende sfruttano le potenzialità dei social network e dei social media per avere successo sul mercato. Infine, la parte relativa alla Sicurezza nei luoghi di lavoro, offre ai giovani le conoscenze normative e le capacità necessarie per saper valutare i rischi ed essere responsabili delle proprie azioni. Le attività sono progettate per fornire una formazione specifica, trasversale a qualsiasi organizzazione, centrata sulle condizioni di tutela per i giovani lavoratori.

Le scuole possono acquisire i pacchetti formativi attraverso convenzioni pre-compilate disponibili su www.TuttoAlternanza.it. Attraverso il portale è possibile scaricare tutta la documentazione necessaria, tra cui le 6 schede previste dalle Linee Guida del Miur, precompilate per ogni studente (e scaricabili attraverso il software gestionale dell’istituto) facilmente stampabili e archiviabili in formato pdf. Il sito, inoltre, consente lo scambio di informazioni tra scuole e imprese (nomi e dati degli studenti partecipanti, calendari ecc.) e una descrizione delle attività svolte per ogni studente.

Sul portale è presente una sezione informativa con notizie e FAQ relative all’alternanza scuola lavoro, cui si aggiunge una newsletter e la programmazione di una serie di webinar tenuti da esperti disciplinari.

 

 

15/06/2016

Management of design and communication for textile manufacture made in Italy

Master is meant to train a manager that is able to develop strategical business paths that combine craftsmanship and professional specialized, logged and typical of high-end textile chain, with contemporary instances of the fashion and luxury market. This figure will combine business management and the development of innovation processes in the production, the contents in terms of product placement that belong to style innovative processes and redesign, innovation culture and marketing re-thinking and new means of communication.

The studies foster the development of a business manager who knows how to understand and define the new market mechanisms, derived from formal and intangible content of the product, such as socio – cultural value of the story of a factory, the places that where the human capital which owns the know-how have been developed. Therefore, at the end of the course, the managerial profile in “Management of design and communication for textile manufacture made in Italy” must have a cross-sectoral approach in setting up market strategies (involving quantitative and qualitative aspects of the enterprise’s administration) and must be strongly suited to lateral thinking in the drive and to set both the business processes of the new design for the semi-finished textile system.

 

For more information click here.

20/05/2016

Toscana, fino al 31 maggio agevolazioni ai neolaureati per corsi di alta formazione

La Regione Toscana ha approvato una serie di agevolazioni per i neolaureati che intendono iscriversi a percorsi di alta formazione. Entro il 31 maggio, i giovani residenti in Toscana, di età non superiore a 35 anni e in possesso di una laurea magistrale (o titolo equipollente), potranno fare la domanda e richiedere per la copertura delle spese, totali o parziali, per l’iscrizione a un master di I o II livello nel territorio italiano.
I finanziamenti per le agevolazioni provengono dal Programma Operativo Regionale (POR) del Fondo Sociale Europeo (FSE) 2014/2020 della Regione Toscana (asse attività C.2.1.3 B  “Voucher per frequenza di corsi post laurea in Italia”) e rientrano nell’ambito del progetto regionale Giovanisì.
Tra gli obiettivi dell’azione, promuovere l’accesso a percorsi di accrescimento delle competenze professionali per facilitare l’inserimento e il miglioramento della propria posizione nel mercato del lavoro. Tra i master finanziabili vi sono quelli organizzati dalle Università o da Istituti di alta formazione e specializzazione riconosciuti dal MIUR, aventi carattere di perfezionamento scientifico e di alta formazione permanente e ricorrente. Il master per il quale si richiede il voucher deve rilasciare almeno 60 CFU. I percorsi devono essere finalizzati a sostenere e promuovere l’inserimento o reinserimento lavorativo dei richiedenti in realtà produttive e di ricerca qualificate.

Possono fare la domanda i giovani che hanno i seguenti requisiti:
A) Laurea, Laurea Specialistica/Magistrale, Laurea Specialistica/Magistrale a Ciclo Unico o Laurea Vecchio Ordinamento, anche conseguita all’estero;
B) residenza in Toscana.
C) età non superiore a 35 anni (34 e 364 giorni);
D) non aver fruito del voucher regionale alta formazione a valere sull’avviso approvato con decreto dirigenziale Regione Toscana n. 893 del 7 marzo 2012 e sull’avviso di cui al DD 238/13 per voucher alta formazione all’estero.
E) condizione economica del richiedente: ISEE 2016 valido per le prestazioni per il Diritto allo Studio Universitario non superiore a 40.000,00 euro.

L’importo massimo del voucher è pari a 4.000,00 euro. Il voucher può essere richiesto a rimborso esclusivamente dei costi d’iscrizione al percorso formativo. Sono esclusi rimborsi di viaggio, vitto, alloggio, materiali didattici e qualsiasi altra spesa. Gli eventuali costi d’iscrizione che eccedano l’importo massimo sono a carico del richiedente.

La cifra indicata nella domanda di finanziamento viene rimborsata, a concorrenza dell’importo massimo previsto, per l’80%. Nel caso in cui il master preveda l’effettuazione di uno stage presso la sede di impresa/ente localizzata sul territorio regionale toscano viene rimborsata l’intera cifra.

Le domande di voucher devono essere presentate entro il 31 maggio 2016, trasmettendole all’Azienda DSU tramite sistema on line seguendo le indicazioni contenute sul sito dell’Azienda DSU Toscana. Le domande non possono essere consegnate con modalità diverse da quelle indicate, pena l’esclusione.

 

Per informazioni:

Sito dell’Azienda DSU Toscana

24/06/2016

Chiusura segreteria IUL – Venerdì 24 giugno

Buongiorno,

si comunica che oggi, 24 giugno, la segreteria IUL rimarrà chiusa per la festività del Santo Patrono di Firenze.

Cordiali saluti