• it
  • en

L'università online per la società che cambia

vai sul sito Unifi via sul sito Indire

Accreditata MIUR con D.M. 02/12/2005 e interamente partecipata da Indire e Università degli Studi di Firenze.

News

12/11/2019

Nuova sede di esame dell’Ateneo nella Biblioteca comunale della città di Chiusi. Siglato l’accordo tra il Comune e l’Università telematica IUL.

Il Comune di Chiusi e l’Università Telematica degli Studi IUL hanno siglato un accordo per l’apertura di una sede di esame universitaria nel territorio cittadino. L’accordo è stato sottoscritto nella sala del consiglio comunale alla presenza del Vicesindaco della Città di Chiusi Chiara Lanari, del Direttore Generale dell’Università IUL Massimiliano Bizzocchi e del responsabile della cultura del Comune di Chiusi Marco Socciarelli.

Nell’ambito della collaborazione, l’Amministrazione di Chiusi metterà a disposizione degli studenti IUL uno spazio all’interno della Biblioteca Comunale, in Piazza Vittorio Veneto 6. Verranno allestite alcune postazioni che gli studenti potranno utilizzare a fini didattici e per svolgere le prove dei corsi. Il Comune offrirà inoltre un supporto in loco agli studenti che dovranno sostenere gli esami in presenza.

«Insieme all’Università Telematica IUL – dichiara il Vicesindaco Chiara Lanari – abbiamo lanciato un messaggio veramente positivo. Da oggi, grazie all’accordo firmato, siamo in grado di offrire tutte le opportunità formative, che finora potevano essere trovate solo nelle grandi città. Andiamo, dunque, a completare un percorso formativo, che parte dalla scuola primaria per arrivare all’Università con il vantaggio della qualità della vita che contraddistingue il nostro territorio. Ringraziamo il Direttore Bizzocchi per aver visto nella nostra città un potenziale e un’opportunità importante».

«La collaborazione con il Comune di Chiusi – dichiara il Direttore Generale dell’Università IUL, Massimiliano Bizzocchi – rappresenta una grande opportunità per il nostro Ateneo, perché ci consente di avere un contatto diretto con il territorio e di agevolare gli studenti di tutta la provincia di Siena che avranno a disposizione una sede più vicina dove sostenere gli esami».