Metodi e didattiche delle attività motorie II a.a. 2018/2019

Corso di Laurea in

“SCIENZE MOTORIE, PRATICA E GESTIONE DELLE ATTIVITÀ SPORTIVE

[Classe L-22]

a.a. 2018/2019

 

Insegnamento:

Metodi e didattiche delle attività motorie II

SSD: M-EDF/01; CFU: 6 (3 – 3)

I ANNO; II SEMESTRE

Docenti: Prof. Umberto Conte – Prof. Davide Nocerino

 

Scarica la scheda dell’insegnamento (PDF)

 

Qualifica e curriculum scientifico dei docenti

 

UMBERTO CONTE

Ph.D. in “Scienze delle Attività Motorie e Sportive” presso l’Università degli Studi di Napoli “Parthenope”, Specialista in “Scienze e Management dello Sport e delle Attività Motorie” (LM – 68 Scienze e Tecniche dello Sport), Istruttore Tecnico di Nuoto – FIN di II Livello, Educatore Sportivo nella Disabilità, Master in “Didattica e Metodologie: la comunicazione Interattiva e lo sviluppo di competenze digitali. Strumenti applicativi per un apprendimento disciplinare efficace”, Autore di varie Pubblicazioni Scientifiche su Riviste Nazionali e Internazionali riguardanti “Teoria e Metodologia dell’Attività Motoria e Sportiva”, “Sport e Disabilità” e “Tecnologie per l’Attività Motoria e Sportiva”.

 

DAVIDE NOCERINO

Ph.D. in “Management Sportivo” presso l’Università degli Studi di Napoli “Parthenope”, Specialista in “Scienze delle Attività Motorie Preventive ed Adattative” e in “Organizzazione e Gestione dei Servizi per lo Sport e le Attività Motorie”, Allenatore di Pallavolo FIPAV – 1° Livello, Master in “Sport di Squadra, Diritto, Economia & Organizzazione” e in “Dietetica applicata allo stile di Vita: dalla Sedentarietà all’Attività Sportiva”. Autore di varie Pubblicazioni Scientifiche su Riviste Nazionali e Internazionali riguardanti “Teoria e Metodologia dell’Attività Motoria e Sportiva”, “Sport e Disabilità” e “Medicina Sportiva”.

Articolazione dei contenuti e suddivisione in moduli didattici del programma

 

INDICE E DEFINIZIONE DEI CONTENUTI

 

L’insegnamento è organizzato in 6 moduli:

  • Modulo 1 – Anatomia Funzionale applicata allo Sport
  • Modulo 2 – Abilità Motorie
  • Modulo 3 – Gioco-Sport
  • Modulo 4 – Valutazione Morfofunzionale nelle Attività Motorie
  • Modulo 5 – Sport e Anatomia
  • Modulo 6 – Sport per Tutti
Obiettivi formativi Il Corso è finalizzato alla costruzione di un portfolio di competenze che comprendano conoscenze, abilità e risorse, propedeutiche all’utilizzazione didattica del corpo e del movimento nel periodo dell’infanzia e della preadolescenza. Affronta lo studio dell’Attività Motoria e Sportiva Giovanile, approfondendo le nuove frontiere del Gioco-Sport e le Tecniche di Valutazione Morfofunzionale nelle Attività Motorie e Sportive, nonché la Dimensione Anatomica e Didattico-Pedagogica della Corporeità e dell’Allenamento e le strategie di Integrazione nelle Scienze Motorie.
Risultati d’apprendimento previsti A.      Conoscenza e comprensione

Conoscere e comprendere le teorie e le tecniche avanzate delle Attività Motorie e Sportive per l’ideazione di nuovi contesti di apprendimento.

 

B.      Capacità di applicare conoscenza e comprensione

Conoscenze avanzate di studio, che presuppongano una comprensione critica delle Teorie e dei Principi fondanti la Disciplina.

 

C.      Autonomia di giudizio

Il discente, in relazione allo Studio e alla Valutazione Critica delle Attività Motorie e Sportive, svilupperà la capacità di raccogliere ed interpretare i dati per migliorare la propria capacità di giudizio e di proposta.

 

D.      Abilità comunicative

Abilità avanzate, che dimostrino padronanza e capacità di risolvere problemi complessi ed imprevedibili in un ambito Educativo, Didattico, Motorio e Sportivo sia nei contesti di studio, che di lavoro.

 

E.       Capacità di apprendimento

Gli Studenti devono avere sviluppato quelle capacità di apprendimento necessarie per gestire le Attività Motorie e Sportive ed intraprendere Progetti di Studi successivi con un alto grado di autonomia.

Competenze da acquisire RISULTATI ATTESI:

A.      Utilizzo di libri di testo avanzati, conoscenza di alcuni temi   d’avanguardia nell’ambito delle Scienze Motorie e Sportive in ambito Educativo.

 

B.      Approccio professionale al proprio lavoro e possesso di competenze adeguate per concepire argomentazioni, sostenerle e per risolvere problemi nell’ambito delle Scienze Motorie e Sportive in ambito Educativo.

 

C.      Capacità di raccogliere e interpretare dati utili a determinare giudizi autonomi nelle Attività Motorie e Sportive.

 

D.      Capacità di comunicare informazioni, idee, problemi e soluzioni ad interlocutori specialisti e non specialisti delle Scienze Motorie e Sportive in ambito Educativo.

 

E.       Capacità di intraprendere Studi successivi con un alto grado di autonomia.

Organizzazione della didattica

 

DIDATTICA EROGATIVA

  • Video presentazione del corso;
  • 12 videolezioni;
  • Podcast audio di tutte le videolezioni sopramenzionate.

 

DIDATTICA INTERATTIVA

  • 1 Forum di orientamento;
  • 6 forum di approfondimento tematico (1 per ciascun modulo);
  • E-tivity

 

AUTOAPPRENDIMENTO

Per ciascun modulo sono previsti materiali didattici: approfondimenti tematici, articoli del docente, letture open access, risorse in rete, bibliografia di riferimento.

Testi consigliati
  • Tafuri D. et al. (2019). Sport & Allenamento. Edizioni Idelson-Gnocchi
  • Tafuri D. & Raiola G. (2017). Metodi & Didattiche  delle Attività Motorie. Edizioni Idelson-Gnocchi
  • Tafuri D. (2009). Anatomia Umana & Sport. Edizioni Idelson-Gnocchi
Modalità di verifica in itinere L’accesso alla prova finale è subordinato allo svolgimento delle e-tivity che verranno comunicate nel semestre di riferimento dal docente e dal tutor disciplinare.
Modalità di svolgimento dell’esame finale La verifica dell’apprendimento avverrà attraverso il colloquio orale sui contenuti del corso (almeno tre). Il voto (min 18, max 30 con eventuale lode) è determinato dal livello della prestazione per ognuna delle seguenti dimensioni dell’esposizione orale: padronanza dei contenuti, appropriatezza delle definizioni e dei riferimenti teorici, chiarezza dell’argomentare, dominio del linguaggio specialistico.

Colloquio orale in presenza.

Lingua d’insegnamento Italiano