info@iuline.it / 06 96668278

  • it

Crea il tuo successo.
Online, adesso.

12/02/2020

International Women STEM Day. Disuguaglianze di genere nei settori scientifici: se ne parla a Firenze giovedì 13 febbraio

In occasione della Giornata Internazionale per le Donne nelle discipline STEM, giovedì 13 febbraio dalle ore 16:30, a Firenze presso il Dipartimento di Matematica e Informatica “Ulisse Dini” di viale Morgagni 67 (Aula 3), il Collettivo di Scienze e il Collettivo di Ingegneria organizzano un evento di sensibilizzazione rivolto a tutti gli studenti ed interessanti a discutere e riflettere sul tema della disparità di genere all’interno delle discipline scientifiche.

Il Women in STEM Day, ideato e fissato nella giornata dell’11 febbraio dalle Nazioni Unite (UN-Women) con il patrocinio dell’Unesco, ha l’obiettivo, si legge nel sito dell’Unesco, “to promote full and equal access to and participation in science for women and girls”. Secondo i dati aggiornati, nel mondo le ragazze compongono solo il 35% degli studenti universitari iscritti alle discipline scientifiche, con una percentuale che si abbassa progressivamente man mano che aumenta il grado della carriera accademica.

La promozione dello studio delle discipline STEM rientra a pieno titolo nelle attività dell’Università Telematica degli Studi IUL che insieme ad Indire, prende parte al progetto europeo STE(A)M IT coordinato da European Schoolnet e lanciato lo scorso novembre, con l’obiettivo di creare nuove strategie e attività didattiche che sappiano integrare le materie scientifiche con l’intero piano di studi.

“Quali cause ha questa disparità? Con quali strumenti possiamo combatterla?”, sono le domande a cui si cercherà di dare risposta durante il convegno di viale Morgagni, organizzato con il patrocinio della Sezione Istituto Nazionale di Fisica Nucleare di Firenze, del Dipartimento di Fisica e Astronomia e del Comitato Unico di Garanzia per le pari opportunità di Unifi.

Al dibattito interverranno Alessandra Minello del CUG dell’Università di Firenze che farà un focus su Unifi con i risultati del Bilancio di Genere del’università toscana, Maria Fulvia Zucco dell’Associazione “Donne e Scienza” che tratterà il tema più ampio degli stereotipi di genere e Irene Biemmi, ricercatrice presso il Dipartimento di Scienze della Formazione e Psicologia di Firenze e docente di Pedagogia di genere, per parlare di “Scelte controcorrente: una ricerca qualitativa su studentesse iscritte a corsi di laurea tecnico-scientifici”. L’incontro si concluderà con un apericena e la proiezione del film “Il diritto di contare”.