• it
  • en

L'università online per la società che cambia

vai sul sito Unifi via sul sito Indire

Accreditata MIUR con D.M. 02/12/2005 e interamente partecipata da Indire e Università degli Studi di Firenze.

News

29/05/2019

GUINEVERE, il progetto europeo IUL sulla gamification per gli apprendimenti delle lingue

GUINEVERE, che si esplica in: Games Used IN Engaging Virtual Environments for Real-time Language Education,  è un progetto europeo incentrato sulle potenzialità dell’insegnamento attraverso l’arte del gioco. L’Università Telematica degli Studi IUL rientra tra i partner europei che collaborano alla realizzazione di ambienti 3D immersivi per l’apprendimento delle lingue straniere.

Del progetto ne parla la ricercatrice Indire, Letizia Cinganotto nel suo articolo “Gamification e mondi virtuali per l’apprendimento delle lingue“, pubblicato all’interno della rivista scientifica Form@re _ Open journal per la formazione in rete. “Muovendo da una breve revisione della letteratura scientifica relativa alle potenzialità della gamification e dei mondi virtuali nell’apprendimento delle lingue – si legge nell’abstract dell’articolo –  il contributo illustrerà alcuni aspetti del progetto europeo GUINEVERE, […] finalizzato allo studio delle diverse tipologie di giochi in ambienti digitali e virtuali, nonché all’esplorazione delle diverse forme di alfabetizzazione digitale e collaborativa, le literacy del XXI secolo”.

Il progetto dunque risponde alla Proposta di Raccomandazione al Consiglio per un approccio globale all’insegnamento e apprendimento delle lingue (Commissione Europea, 2018), proponendo una strategia di approccio finalizzata allo sviluppo delle competenze linguistiche, che mette in campo l’uso dei giochi digitali e virtuali, in ambienti di apprendimento collaborativi e creativi.

“I temi dell’apprendimento delle lingue, della creatività, della simulazione e dell’immersione – conclude la Cinganotto nell’abstract – sono dunque, al centro del progetto GUINEVERE, ancora in fieri, i cui materiali saranno resi disponibili in ottica di Risorse Educative Aperte e potranno offrire idee e spunti di riflessione a docenti, dirigenti e altri stakeholder del mondo dell’istruzione e della formazione in tutta Europa”.