Home >>

IUL BLOG

Icare

top
relazione html

GABRIELLA LIVIO
16-Set-2015

Relazione finale HTML

Livio Gabriella


Conoscevo molto poco di linguaggio Html e devo dire che ho trovato molto interessante scoprire "cosa c'è dietro". Le cose che ho imparato sono molto usabili anche in classe, alcune anche con i piccoli delle prime classi.
Un percorso di apprendimento del linguaggio HTML può essere visto come un gioco (tolgo questo, metto quello, copio, incollo, sostituisco..) ma è un gioco che esige molta precisione: vietato sgarrare o non funziona nulla! E' l'ideale per insegnare che il pressapochismo non è buona cosa.
Molto utile mi è stato leggere e analizzare un po' i lavori dei miei compagni di classe, tutti molto più esperti di me.
Di grandissimo aiuto mi è stato il supporto dell'insegnante, sempre presente nei momenti di bisogno (tanti).
Il sito suggerito per le esercitazioni (w3schools.com) e lo strumento ideato dal programmatore del blog IUL sono stati indispensabili per avere un riscontro immediato dei vari "esperimenti" prima di inserire i compiti.

HTML è l'acronimo di Hyper Text Markup Language. Il linguaggio HTML permette di costruire pagine web inserendo gli elementi che possono servire (testo, immagini, collegamenti, ...) con le caratteristiche e l'aspetto che si desiderano (stili, colori, dimensioni....).
Ogni comando va inserito in un tag che viene aperto e chiuso con delle parentesi angolari. Un tag di chiusura contiene uno slash.
Nel breve percorso compiuto abbiamo visto come

 


NOTE

nota 1

Esempio di collegamento a una pagina esterna

Informatica ed eTwinning

Non sono una grande esperta di informatica, ho fatto i primi passi con i corsi FORTIC e con qualche corso in presenza con docenti del Politecnico di Milano.

Dei piccoli progressi li ho fatti quando mi sono iscritta alla comunità eTwinning. L'ambiente eTwinning offre infatti la possibilità, oltre quella di trovare partner per progetti internazionali,  di seguire brevi Learning events, molti dei quali presentano contenuti informatici interessanti: sitografia open, tutorial e altro.

Per saperne di più andate a vedere il sito eTwinning

 

nota 2

Esempio di collegamento nella stessa pagina

Durante l'anno si svolgeranno le seguenti attività comuni:

festa dell'accoglienza dei bambini di prima

spettacolo teatrale

lettura di un libro di narrativa da parte dell'insegnante

visione di un film

giornata degli auguri alla casa di riposo

festa della pace e giornata della memoria

attività artistiche finalizzate all'esposizione in una mostra dei lavori

open day con laboratori di scienze

i bambini impareranno un canto che sarà usato come inno nei momenti comuni;

verranno acquistate delle spillette da indossare nei momenti comuni

1)spettacolo

Sotto un'altra luce

2)film

Mune

 

nota 3

Esempio di inserimento di immagini

gardenia

gardenia

questa è Ellie che studia con me e che ogni tanto fa partire i file con le sue zampette....

gardenia

nota 4

Esempio di elenco e sottoelenco

  1. verdura
    1. carote
    2. zucchine
  2. frutta
    1. pesche
    2. banane
    3. mele
  3. carne
      1. bistecche
      2. hamburger

     

    nota 5

    Esempio di tabella

     

      gialli rossi
    quadrati 15 18
    rotondi 13 16

X

Per scrivere commenti nel Blog della IUL puoi effettuare il login nell'ambientese sei studente, docente o tutor.
Altrimenti puoi lasciare il tuo nome e il tuo indirizzo e-mail.

Il tuo nome e cognome *

Il tuo indirizzo e-mail *

Testo del commento *


commenti a questo post

X

Titolo del post *

        ftp

Testo del post *

CONFERMI DI CANCELLARE IL POST:
relazione html del 16-Set-2015?
SI       NO
top
Open data

GABRIELLA LIVIO
09-Set-2015

Ho trovato questo video che mi sembra proponibile anche nelle classi di scuola primaria qualora si volesse introdurre una attività sugli open data.

 

X

Per scrivere commenti nel Blog della IUL puoi effettuare il login nell'ambientese sei studente, docente o tutor.
Altrimenti puoi lasciare il tuo nome e il tuo indirizzo e-mail.

Il tuo nome e cognome *

Il tuo indirizzo e-mail *

Testo del commento *


commenti a questo post

X

Titolo del post *

        ftp

Testo del post *

CONFERMI DI CANCELLARE IL POST:
Open data del 09-Set-2015?
SI       NO
top
Scratch 3

GABRIELLA LIVIO
06-Set-2015

Sempre pensando a cosa farò in classe quest'anno, ho provato a remixare un progetto per giocare con le tabelline.

Questo è il risultato.. spero funzioni... sono graditi suggerimenti :)

Gabriella

 

X

Per scrivere commenti nel Blog della IUL puoi effettuare il login nell'ambientese sei studente, docente o tutor.
Altrimenti puoi lasciare il tuo nome e il tuo indirizzo e-mail.

Il tuo nome e cognome *

Il tuo indirizzo e-mail *

Testo del commento *


commenti a questo post

X

Titolo del post *

        ftp

Testo del post *

CONFERMI DI CANCELLARE IL POST:
Scratch 3 del 06-Set-2015?
SI       NO
top
Scratch 2

GABRIELLA LIVIO
22-Ago-2015

Piccolo tentativo di disegno

X

Per scrivere commenti nel Blog della IUL puoi effettuare il login nell'ambientese sei studente, docente o tutor.
Altrimenti puoi lasciare il tuo nome e il tuo indirizzo e-mail.

Il tuo nome e cognome *

Il tuo indirizzo e-mail *

Testo del commento *


commenti a questo post

X

Titolo del post *

        ftp

Testo del post *

CONFERMI DI CANCELLARE IL POST:
Scratch 2 del 22-Ago-2015?
SI       NO
top
Scratch

GABRIELLA LIVIO
11-Ago-2015

Mi sono iscritta al corso sul sito indicato da Luca e ho fatto alcune piccole prove.....

eccone una

Gabriella

X

Per scrivere commenti nel Blog della IUL puoi effettuare il login nell'ambientese sei studente, docente o tutor.
Altrimenti puoi lasciare il tuo nome e il tuo indirizzo e-mail.

Il tuo nome e cognome *

Il tuo indirizzo e-mail *

Testo del commento *


commenti a questo post

X

Titolo del post *

        ftp

Testo del post *

CONFERMI DI CANCELLARE IL POST:
Scratch del 11-Ago-2015?
SI       NO
top
Prova HTML

GABRIELLA LIVIO
27-Giu-2015

Prova giochino HTML

 

funziona!

 

evviva

(non sono consentiti commenti per questo post)

X

Per scrivere commenti nel Blog della IUL puoi effettuare il login nell'ambientese sei studente, docente o tutor.
Altrimenti puoi lasciare il tuo nome e il tuo indirizzo e-mail.

Il tuo nome e cognome *

Il tuo indirizzo e-mail *

Testo del commento *


X

Titolo del post *

        ftp

Testo del post *

CONFERMI DI CANCELLARE IL POST:
Prova HTML del 27-Giu-2015?
SI       NO
top
link interni 3

GABRIELLA LIVIO
25-Giu-2015

bozza per attività progetto educativo

Durante l'anno si svolgeranno le seguenti attività comuni:

festa dell'accoglienza dei bambini di prima

spettacolo teatrale

lettura di un libro di narrativa da parte dell'insegnante

visione di un film

giornata degli auguri alla casa di riposo

festa della pace e giornata della memoria

attività artistiche finalizzate all'esposizione in una mostra dei lavori

open day con laboratori di scienze

i bambini impareranno un canto che sarà usato come inno nei momenti comuni;

verranno acquistate delle spillette da indossare nei momenti comuni

1)spettacolo

Sotto un'altra luce

2)film

Mune

(non sono consentiti commenti per questo post)

X

Per scrivere commenti nel Blog della IUL puoi effettuare il login nell'ambientese sei studente, docente o tutor.
Altrimenti puoi lasciare il tuo nome e il tuo indirizzo e-mail.

Il tuo nome e cognome *

Il tuo indirizzo e-mail *

Testo del commento *


X

Titolo del post *

        ftp

Testo del post *

CONFERMI DI CANCELLARE IL POST:
link interni 3 del 25-Giu-2015?
SI       NO
top
link interni 1

GABRIELLA LIVIO
25-Giu-2015

La formazione

La formazione è una condizione irrinunciabile della professionalità docente; essa deve però essere rispondente ai bisogni degli insegnanti e non essere calata dall’alto.

Una buona formazione non deve essere occasionale ma sistematica e deve essere in relazione con il fare quotidiano dell’insegnante in classe, deve cioè permettere di unire teoria e pratica. Deve inoltre tener conto delle aspettative e del contesto.

I percorsi formativi offrono l’occasione ai docenti per riflettere sul proprio operato e condividere con i colleghi tecniche e conoscenze.

In un suo articolo, G Bonaiuti, citando anche altri autori, mette in evidenza alcuni punti da tenere in considerazione:
• il contesto è indispensabile che la scuola dove si tiene la formazione sia ben attrezzata
(adeguato numero di pc o tablet, buona velocità di connessione, possibilità di
rimediare prontamente ad eventuali guasti …);
• il percorso deve essere vissuto come coerente con ciò che è la pratica quotidiana degli
insegnanti che affrontano la formazione;
• l’insegnante deve avere fiducia nelle proprie competenze tecnologiche;
• il gruppo deve avere la possibilità di condividere esperienze e di creare una rete di
sostegno vicendevole;
Nella formazione si deve tener conto delle loro peculiarità:
• desiderano essere parte della progettazione del percorso;
• si autoregolano sui tempi di apprendimento;
• hanno bisogno di mettere in pratica quanto appreso;
• si sentono essi stessi delle risorse per il percorso di apprendimento;
• hanno bisogno di confrontarsi con gli altri.

1)

Bonaiuti

formazione e tecnologie

2)

formazione

vedi teoria dell’andragogia di Knowles

(non sono consentiti commenti per questo post)

X

Per scrivere commenti nel Blog della IUL puoi effettuare il login nell'ambientese sei studente, docente o tutor.
Altrimenti puoi lasciare il tuo nome e il tuo indirizzo e-mail.

Il tuo nome e cognome *

Il tuo indirizzo e-mail *

Testo del commento *


X

Titolo del post *

        ftp

Testo del post *

CONFERMI DI CANCELLARE IL POST:
link interni 1 del 25-Giu-2015?
SI       NO
top
Senza pareti

GABRIELLA LIVIO
30-Giu-2015

Antonella ha solleticato la mia curiosità, nella sua scuola stanno sperimentando un modo diverso di fare scuola,

così sono andata a vedere cosa sono le  scuole Vittra.

Una scuola dove avrei mandato volentieri i miei figli.....

 

X

Per scrivere commenti nel Blog della IUL puoi effettuare il login nell'ambientese sei studente, docente o tutor.
Altrimenti puoi lasciare il tuo nome e il tuo indirizzo e-mail.

Il tuo nome e cognome *

Il tuo indirizzo e-mail *

Testo del commento *


commenti a questo post

X

Titolo del post *

        ftp

Testo del post *

CONFERMI DI CANCELLARE IL POST:
Senza pareti del 30-Giu-2015?
SI       NO
top
link interno 2 porta a link interno 1

GABRIELLA LIVIO
24-Giu-2015

La formazione

La formazione è una condizione irrinunciabile della professionalità docente; essa deve però essere rispondente ai bisogni degli insegnanti e non essere calata dall’alto.

Una buona formazione non deve essere occasionale ma sistematica e deve essere in relazione con il fare quotidiano dell’insegnante in classe, deve cioè permettere di unire teoria e pratica. Deve inoltre tener conto delle aspettative e del contesto.

I percorsi formativi offrono l’occasione ai docenti per riflettere sul proprio operato e condividere con i colleghi tecniche e conoscenze.

In un suo articolo, G Bonaiuti, citando anche altri autori, mette in evidenza alcuni punti da tenere in considerazione:
• il contesto è indispensabile che la scuola dove si tiene la formazione sia ben attrezzata
(adeguato numero di pc o tablet, buona velocità di connessione, possibilità di
rimediare prontamente ad eventuali guasti …);
• il percorso deve essere vissuto come coerente con ciò che è la pratica quotidiana degli
insegnanti che affrontano la formazione;
• l’insegnante deve avere fiducia nelle proprie competenze tecnologiche;
• il gruppo deve avere la possibilità di condividere esperienze e di creare una rete di
sostegno vicendevole;
Nella formazione si deve tener conto delle loro peculiarità:
• desiderano essere parte della progettazione del percorso;
• si autoregolano sui tempi di apprendimento;
• hanno bisogno di mettere in pratica quanto appreso;
• si sentono essi stessi delle risorse per il percorso di apprendimento;
• hanno bisogno di confrontarsi con gli altri.

1)

Bonaiuti

formazione e tecnologie

2)

formazione

vedi teoria dell’andragogia di Knowles

(non sono consentiti commenti per questo post)

X

Per scrivere commenti nel Blog della IUL puoi effettuare il login nell'ambientese sei studente, docente o tutor.
Altrimenti puoi lasciare il tuo nome e il tuo indirizzo e-mail.

Il tuo nome e cognome *

Il tuo indirizzo e-mail *

Testo del commento *


X

Titolo del post *

        ftp

Testo del post *

CONFERMI DI CANCELLARE IL POST:
link interno 2 porta a link interno 1 del 24-Giu-2015?
SI       NO
top
Gardenia

GABRIELLA LIVIO
20-Giu-2015

prova di inserimento immagine......

gardenia

X

Per scrivere commenti nel Blog della IUL puoi effettuare il login nell'ambientese sei studente, docente o tutor.
Altrimenti puoi lasciare il tuo nome e il tuo indirizzo e-mail.

Il tuo nome e cognome *

Il tuo indirizzo e-mail *

Testo del commento *


commenti a questo post

X

Titolo del post *

        ftp

Testo del post *

CONFERMI DI CANCELLARE IL POST:
Gardenia del 20-Giu-2015?
SI       NO
top
e Twinning

GABRIELLA LIVIO
16-Giu-2015

esercizio 2

eTwinning

Non sono una grande esperta di informatica, ho fatto i primi passi con i corsi FORTIC e con qualche corso in presenza con docenti del Politecnico di Milano.

Dei piccoli progressi li ho fatti quando mi sono iscritta alla comunità eTwinning. L'ambiente eTwinning offre infatti, oltre alla possibilità di trovare partner per progetti internazionali, anche di seguire brevi Learning events, molti dei quali presentano contenuti informatici interessanti: sitografia open, tutorial e altro

Per saperne di più andate a vedere il sito eTwinning

X

Per scrivere commenti nel Blog della IUL puoi effettuare il login nell'ambientese sei studente, docente o tutor.
Altrimenti puoi lasciare il tuo nome e il tuo indirizzo e-mail.

Il tuo nome e cognome *

Il tuo indirizzo e-mail *

Testo del commento *


commenti a questo post

X

Titolo del post *

        ftp

Testo del post *

CONFERMI DI CANCELLARE IL POST:
e Twinning del 16-Giu-2015?
SI       NO
top
funziona :)

GABRIELLA LIVIO
22-Giu-2015

questa è Ellie che studia con me e che ogni tanto fa partire i file con le sue zampette....

gardenia

X

Per scrivere commenti nel Blog della IUL puoi effettuare il login nell'ambientese sei studente, docente o tutor.
Altrimenti puoi lasciare il tuo nome e il tuo indirizzo e-mail.

Il tuo nome e cognome *

Il tuo indirizzo e-mail *

Testo del commento *


commenti a questo post

X

Titolo del post *

        ftp

Testo del post *

CONFERMI DI CANCELLARE IL POST:
funziona :) del 22-Giu-2015?
SI       NO
top
La scuola del Villaggiogaia

GABRIELLA LIVIO
15-Giu-2015

Insegno da più di 30 anni in una scuola di paese della provincia di Como, frequentata da circa 200 alunni suddivisi in 10 classi.

Nel corso degli anni, a poco a poco, si sono sviluppati progetti che interessavano più classi e più insegnanti, finchè siamo arrivati a un vero e proprio progetto di plesso.  

I primi progetti di plesso sono nati in un momento in cui c’era ancora una discreta quantità di ore di compresenza nelle varie classi e ciò ha permesso l’attuazione di iniziative anche importanti dal punto di vista organizzativo (la gita all’acquario di Genova e a Varazze o alla cima del Monte Generoso in Svizzera per esempio). Ora con i tagli al personale e ai fondi abbiamo dovuto limare un  po’ di cose ma lo spirito di fondo è lo stesso.  

I progetti di plesso sono nati dall’esigenza di far vivere ai bambini l’esperienza della comunità, superando la scuola delle classi chiuse dove nessuno sa cosa si fa nell’aula vicina. La scuola è diventata pertanto il nostro “Villaggiogaia”, fornito di una bella “Piazzamica” dove tenere i momenti comuni di festa e dove anche ahimè ritrovarsi per meditare ed affrontare insieme i momenti brutti (l’attentato alle torri, le alluvioni, i terremoti… cose che fanno paura ai bambini e che hanno bisogno di essere elaborate per non cadere da una parte nella spettacolarizzazione delle tragedie e dall’altra parte nella paura che immobilizza).  

Il mese di giugno è dedicato alla programmazione del progetto per l’anno successivo: si identifica il tema di fondo e si elabora una mappa dei concetti che servirà a programmare le attività. Tutte le insegnanti sono coinvolte nella stesura del progetto, ciascuna mette in campo le proprie competenze e si traccia un percorso che attraversa le diverse discipline. L’insegnante FS Tettamanti MR si occupa ogni volta della stesura ufficiale del progetto.   A settembre i bambini entrano nella scuola del Villaggiogaia sapendo che sarà un anno speciale…. poco per volta scoprono i contenuti del progetto e ne diventano protagonisti. Diversi sono stati gli sfondi utilizzati negli anni, spesso concatenati fra di loro:

Anno titolo
2001 2002 Piazzamica
2002 2003 Villaggiogaia
2003 2004 Oltreconfine
2004 2005 Da mare a mare
2005 2006 Il filo del cielo
2006 2007 Le onde del vento
2007 2008 Pensieri sospesi
2008 2009 Lo specchio del ponte – il sorriso
2009 2010 Anno dello stupore
2010 2011 Sotto un unico cielo
2011 2012 Le stanze segrete del nautilus Anno dell’armonia
2012 2013 Noi siamo il doMANI
2013 2014 Scampoli di storie
2014 2015 Millefrutti mille sapori (Expo)

Durante ogni singolo anno scolastico il progetto si concretizza in una serie di iniziative volte a sviluppare il senso di appartenenza alla comunità e centrate sulla riflessione dell’essere nel confronto fra l’io  e l’altro. La costruzione del sé si accompagna alla scoperta dell’altro uguale e nello stesso tempo diverso dal sé, il sé cresce nella relazione con l’altro. L’esplorazione del mondo parte dal vicino, dalla propria cultura,  per spaziare, anche grazie ai nuovi strumenti tecnologici, fino all’universo intero.   Negli anni i progetti hanno subito alcune variazioni ma le principali tappe che segnano la vita della comunità del Villaggiogaia hanno mantenuto una certa routine:  

  • Festa di accoglienza ai bambini di prima
  • Festa/spettacolo di inizio dell’anno del..... (Vento – sorriso--- cioè argomento del progetto di plesso; per alcuni anni gite di plesso… 200 bambini da spostare…)
  • Festa degli auguri e visita alla casa anziani
  • Mostra del libro
  • Festa della pace e della memoria
  • Visione comunitaria di un film per ragazzi
  • Giochi matematici (a classi aperte in verticale)
  • Giornate dell’arte
  • Giochi motori di plesso (a classe aperte in verticale)
  • Spettacolo di canti/danze per i genitori
  • Festa d’addio agli alunni di quinta

  Le insegnanti che si occupano della lingua italiana concordano uno o più titoli di libri sull’argomento del progetto da leggere in classe. Da alcuni anni, per sottolineare l’appartenenza alla comunità, si individua un canto comune che viene usato come “inno” e viene creato un logo per una spilla da indossare nei momenti comuni. Si è inoltre dato vita ad un giornalino di plesso, curato a turno dalle diverse classi che viene dato  in forma cartacea agli alunni che lo richiedono e che viene caricato in forma digitale sul blog della scuola  

Sono ormai passati 15 anni dall’inizio di questa esperienza e molte sono state le difficoltà da superare, non ultime le inevitabili perplessità da parte di alcune colleghe su questa o l’altra iniziativa. Come responsabile di plesso per diversi anni (fino al 2013/14) ho sentito la fatica di dover tenere insieme il tutto, ma ho avuto il forte appoggio di molte colleghe, alcune delle quali hanno fatto sicuramente più di me che avevo compiti organizzativi e  di coordinamento. Lo sforzo è stato sempre quello di cercare ciò che ci accomunava, smussando le spigolosità di ciascuno (a giugno dopo un anno di duro lavoro in classe, quando la stanchezza si fa sentire, non è così semplice..) e avendo come obiettivo il BEN-ESSERE a scuola, per gli alunni ma anche per il personale.

PS dall'anno scorso ho apero un mio blog per inserire i materiali di approfondimento/studio per i miei alunni

   

X

Per scrivere commenti nel Blog della IUL puoi effettuare il login nell'ambientese sei studente, docente o tutor.
Altrimenti puoi lasciare il tuo nome e il tuo indirizzo e-mail.

Il tuo nome e cognome *

Il tuo indirizzo e-mail *

Testo del commento *


commenti a questo post

X

Titolo del post *

        ftp

Testo del post *

CONFERMI DI CANCELLARE IL POST:
La scuola del Villaggiogaia del 15-Giu-2015?
SI       NO
top
Pensieri

GABRIELLA LIVIO
09-Giu-2015

L'esperienza IULINE - un paio di considerazioni

La partenza è stata davvero difficoltosa, a un certo punto ho pensato che sarebbe saltato tutto

Con l'inizio delle lezioni le cose sono a poco a poco migliorate, soprattutto grazie ad alcune colleghe che hanno subito avuto la capacità di "fare gruppo" e mettere a disposizione di tutti gli altri la loro esperienza

Ci sono molte cose ancora migliorabili, ma pian piano il corso sta prendendo forma

Molti di noi hanno "una certa età" ma stiamo vivendo, come dice Daniela Dato, "l'emozione del poter apprendere ancora"

X

Per scrivere commenti nel Blog della IUL puoi effettuare il login nell'ambientese sei studente, docente o tutor.
Altrimenti puoi lasciare il tuo nome e il tuo indirizzo e-mail.

Il tuo nome e cognome *

Il tuo indirizzo e-mail *

Testo del commento *


commenti a questo post

FLAVIA ZANCHI, inviato il 13-GIU-15

Le stesse emozioni che provi tu le abbiamo provate noi del gruppo #linf12 tre anni fa (oh mamma come passa il tempo!)

Pure io non sono una giovinetta e credimi se ti dico che ne vale la pena, l'esperienza alla IUL è davvero arricchente sia dal punto di vista professionale che umano. Vai avanti così !

X

Titolo del post *

        ftp

Testo del post *

CONFERMI DI CANCELLARE IL POST:
Pensieri del 09-Giu-2015?
SI       NO
top
Cominciamo con un po' di musica

GABRIELLA LIVIO
04-Giu-2015

mai darsi per vinti

X

Per scrivere commenti nel Blog della IUL puoi effettuare il login nell'ambientese sei studente, docente o tutor.
Altrimenti puoi lasciare il tuo nome e il tuo indirizzo e-mail.

Il tuo nome e cognome *

Il tuo indirizzo e-mail *

Testo del commento *


commenti a questo post

X

Titolo del post *

        ftp

Testo del post *

CONFERMI DI CANCELLARE IL POST:
Cominciamo con un po' di musica del 04-Giu-2015?
SI       NO
top
prova 1 html

GABRIELLA LIVIO
09-Giu-2015

Fiori

gialli

primule

narcisi

bianchi

margherite

gelsomini

X

Per scrivere commenti nel Blog della IUL puoi effettuare il login nell'ambientese sei studente, docente o tutor.
Altrimenti puoi lasciare il tuo nome e il tuo indirizzo e-mail.

Il tuo nome e cognome *

Il tuo indirizzo e-mail *

Testo del commento *


commenti a questo post

X

Titolo del post *

        ftp

Testo del post *

CONFERMI DI CANCELLARE IL POST:
prova 1 html del 09-Giu-2015?
SI       NO

X

, stai scrivendo nel Blog


Titolo del post *

        ftp

Testo del post *

ANNULLA


IULINE©2014 - Italian University Line - IUL codice fiscale/p. iva 05666530489 - via M. Buonarroti 10 - 50122 Firenze
Note legali e la Normativa sulla privacy