• it
  • en

L'università online per la società che cambia

vai sul sito Unifi via sul sito Indire

Accreditata MIUR con D.M. 02/12/2005 e interamente partecipata da Indire e Università degli Studi di Firenze.

Guida all'Alternanza

Guida all’alternanza

1. LA SICUREZZA SUI LUOGHI DI LAVORO
2. SOFT SKILLS
3. ELEMENTI DI COMUNICAZIONE PER GIOVANI IN ALTERNANZA SCUOLA LAVORO
4. AUTOIMPRENDITORIALITÀ E BUSINESS PLANNING

Gli argomenti trattati sono erogati attraverso video-lezioni e materiali di supporto/studio. Ogni scenario prevede inoltre, da parte degli studenti, lo svolgimento di un’attività didattica, considerata un’esercitazione su quanto appreso (scelta tra tre proposte – Problem solving, Studio di caso, Webquest) e di un test di verifica finale.

Ogni attività ha una traccia che deve portare alla restituzione di un elaborato fatto dagli studenti, singolarmente o in gruppo. I ragazzi riflettono sugli argomenti in oggetto, fanno ricerche e producono l’elaborato.

Il test finale accerta quanto appreso dagli studenti e, se superato, dà diritto all’attestato di frequenza. Si tratta di una prova di 30 domande sugli argomenti oggetto del corso. Il numero minimo di risposte esatte da fornire per il superamento è fissato a 21.

Le indicazioni espresse dalla legge n.107, art. 33, del 13 luglio 2015, pongono a sistema l’Alternanza Scuola Lavoro. Partendo da tale normativa e al fine di far comprendere agli studenti il valore educativo e formativo del lavoro, la IUL ha progettato e realizzato dei contesti di apprendimento validamente inseribili nei percorsi di alternanza scuola lavoro.

La legge prevede percorsi obbligatori di alternanza nel secondo biennio e nell’ultimo anno della scuola secondaria di secondo grado, con una differente durata complessiva rispetto agli ordinamenti: almeno 400 ore negli istituti tecnici e professionali e almeno 200 ore nei licei, da inserire nel Piano triennale dell’offerta formativa.

Alla luce di tali direttive la IUL – Italian University Line ha progettato percorsi e pacchetti formativi contenenti video-lezioni e materiali di supporto/studio, costruiti pensando proprio al target di riferimento: ragazzi tra i 16 e i 20 anni, studenti di licei ed istituti tecnici e professionali, con lo scopo di avvicinare gli studenti al mondo del lavoro attraverso strumenti di apprendimento flessibili, intuitivi ed accattivanti.

Come accerta il punto 2 dei Chiarimenti Interpretativi sull’Alternanza Scuola Lavoro pubblicati dall’ufficio IV del Miur lo scorzo marzo 2017, le scuole possono acquistare i pacchetti per la realizzazione delle attività da figure mediatrici utilizzando i finanziamenti della Legge 107/2015. Nel testo si legge infatti: “In linea generale non vi sono ostacoli normativi all’utilizzo dei finanziamenti riservati all’alternanza scuola lavoro per l’acquisizione di “pacchetti” offerti da associazioni o enti come supporto alla realizzazione delle attività”. Perfettamente in linea con tali indicazioni dunque, gli istituti scolastici possono acquistare i diversi pacchetti proposti da IUL scegliendo tra i 5 temi e assemblando i pacchetti dipendentemente dalle specifiche esigenze, nella garanzia di concludere il percorso con l’organizzazione dell’esperienza OnTheJob.

Non la mera aggiunta di attività pratiche ai tradizionali piani di studio scolastici, ma un vero e proprio adeguamento al cambiamento dei contesti, delle aspettative e delle competenze richieste agli studenti che transitano da un piano all’altro: dalla scuola al lavoro.

I due mondi, quello scolastico e ancora più quello professionale, sono determinati e totalmente coinvolti in un processo tecnologico che dall’ultimo secolo ha influenzato la vita privata e lavorativa di ogni individuo con innovazioni ed evoluzioni degli strumenti, delle tecniche, delle strutture, dell’organizzazione e della forma mentis.

Flessibilità dei ruoli e delle conoscenze, permeabilità dei saperi, capacità e competenze sempre più interconnesse e coincidenti, sono le caratteristiche che la società presente e futura richiedono. Un’esigenza imprescindibile e in continua evoluzione, necessaria da saper cogliere, fronteggiare e maneggiare.

Tale contesto non conosce confini geografici, né tanto meno culturali e di settore. Per questo, il mondo del lavoro già da anni cavalca l’onda del cambiamento nell’organizzazione e nella distribuzione dei compiti e delle competenze. Il mondo della formazione, che si lega inevitabilmente a quello professionale come agenzia teorica preliminare alla scelta futura di un ragazzo, non poteva rimanere a lato.

L’introduzione nei curricoli scolastici dell’Alternanza Scuola Lavoro, una metodologia didattica realizzata in collaborazione fra scuole e imprese, per offrire ai giovani competenze spendibili nel mercato del lavoro e favorire l’orientamento, ha proprio questa funzione di connessione tra i due mondi.

L’Alternanza Scuola Lavoro si pone l’obiettivo di fare tutto ciò, ponendo lo studio e il lavoro in una sapiente e virtuosa sinergia di luoghi, di tempi e di saperi diversi che convergono per favorire l’apprendimento. Un apprendimento ormai continuo e permanente lungo tutto il corso della vita dell’individuo.

Un nuovo rapporto dunque tra scuola e lavoro, da cui trarre vantaggi ed opportunità.

Il sistema del lavoro, con imprese, attività ed enti, trova un nuovo e fiorente sbocco per investimenti in termini di risorse e umane ed organizzative, con respiro di medio e lungo termine.

Gli studenti trovano nell’Alternanza Scuola Lavoro una concreta opportunità di orientamento personale e professionale attraverso la conoscenza e l’acquisizione di competenze nuove e pratiche, l’inserimento in contesti diversi dall’aula scolastica con aspettative e responsabilità sconosciute, oltre all’acquisizione di crediti scolastici indispensabili per conseguire l’esame di maturità.

Una volta selezionati uno o più moduli, la scuola riceverà le credenziali di accesso alla piattaforma per il tutor designato e per gli studenti.

La piattaforma IUL è un ambiente dedicato alla formazione online da cui è possibile  fruire le video lezioni degli esperti e scaricare i materiali e le attività del corso.

Le credenziali del tutor e quelle degli studenti hanno un differente livello di accesso alla medesima piattaforma.

Agli studenti è permesso  fruire le video lezioni e scaricare materiali e attività.

“L’accesso tutor”  consente, in aggiunta a quanto predisposto per gli studenti, di utilizzare un pannello di strumenti pensati per mantenere un filo diretto tra i responsabili delle scuole e con i  tutor IUL. In questo modo il docente incaricato dalla scuola a seguire la formazione può godere di un costante supporto metodologico-procedurale fornito dal tutor IUL, nonché di un continuo confronto con i tutor delle altre scuole all’interno dei forum.

Oltre agli strumenti di comunicazione il livello d’accesso fornito al tutor è predisposto anche per  la condivisione materiali, e per il monitoraggio delle  eventuali attività on line della classe studenti digitalmente associata al suo ID (visualizzazione delle pagine delle video lezioni, download dei materiali e delle attività).

Gli studenti seguono dunque tutto il percorso costantemente accompagnati dal tutor  della scuola che a sua volta è assistito dal tutor IUL.