Pianificazione e valutazione della didattica

Corso di laurea in “Metodi e tecniche delle interazioni educative”

a.a. 2017/2018

 

INSEGNAMENTO:

PIANIFICAZIONE E VALUTAZIONE DELLA DIDATTICA

 

SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE: M-PED/04; CFU 6

II° ANNO; I SEMESTRE

Docenti: Prof. Walter Rinaldi – Prof.ssa Francesca Storai

Tutor disciplinare: Dott.ssa Valentina Pedani (scarica CV)

Scarica scheda dell’insegnamento (PDF)

Qualifica e curriculum scientifico del docente

 

Walter Rinaldi

Dottorato di ricerca in Teoria e Storia dei Processi Formativi. Ha al suo attivo oltre quaranta pubblicazioni scientifiche, tra volumi come autore e come curatore, insieme a saggi e articoli su volumi collettanei e su riviste pedagogiche. Dal 1999 ha avuto incarichi di docenza in varie discipline pedagogiche presso l’Università di Firenze, oltre a una ripetuta esperienza come Chargé de Courspresso l’Università di Rennes, in Bretagna. E’ membro del Comitato scientifico della rivista LLL Focus On LifelongLifewide Learning. E’ stato dirigente scolastico del Liceo Artistico e Musicale di Lucca e ha diretto diversi corsi di formazione per il personale della scuola. Pubblicazioni più recenti: Crimini d’infanzia, in A. Mariani (a cura di), Educazione affettiva. L’impegno della scuola attuale, Firenze University Press, Firenze (in corso di stampa); Il Lifelong Learning: modelli a confronto, a cento anni da “Democrazia e Educazione” (1916), in Studi sulla formazione, 2, 2016; L’onda lunga della “Scuola di Firenze”, in F. Cambi, A. Mariani, P. Federighi (a cura di), Pedagogia critica e laica a Firenze: 1950 – 2015, Firenze University Press, Firenze, 2016.

Francesca Storai

Ricercatrice presso Indire nell’area di ricerca Valutazione e Miglioramento, dal 2009 si occupa di miglioramento scolastico, con particolare attenzione allo studio di metodi e strumenti per l’elaborazione del Piano di Miglioramento, l’innovazione didattica e la figura del tutor (ruolo e funzioni).

I suoi principali interessi di ricerca si sviluppano intorno alle tematiche relative al miglioramento, con riferimento ai filoni di ricerca su:

  • l’efficacia e sul miglioramento scolastico (school effectiveness e school improvement);
  • i modelli di formazione blended, con particolare attenzione ai percorsi di accompagnamento, all’autovalutazione, la valutazione ed il miglioramento scolastico;
  • l’uso delle tecnologie nell’ambito del miglioramento della professionalità docente sostenuta.

Pubblicazioni: In M. Faggioli (a cura di) “Migliorare la scuola, autovalutazione, valutazione e miglioramento per lo sviluppo della qualità” La qualità della scuola. Modelli di riferimento nel contesto nazionale da pag. 43 a pag. 61. Spaggiari edizioni srl. Parma 2014

Articolazione dei contenuti e suddivisione in moduli didattici del programma

 

INDICE E DEFINIZIONE DEI CONTENUTI

L’insegnamento intende affrontare i temi della pianificazione e della valutazione didattica offrendo un quadro teorico e metodologico dei principali modelli con riferimento agli approcci della ricerca educativa. L’insegnamento è diviso in due moduli:

  1. Modulo 1 – I grandi modelli della didattica nella ricerca educativa
    • I principali modelli della didattica nella ricerca educativa: aspetti teorici e operativi.
    • Spazi e tempi della pianificazione e della valutazione didattica, con riferimenti alle normative nazionali ed europee
  2. Modulo 2 – La scuola come laboratorio della ricerca educativa
    • La pianificazione strategica della scuola dell’autonomia.
    • Dalla valutazione all’innovazione metodologico/didattica.
Obbiettivi formativi e risultati d’apprendimento previsti e competenze da acquisire OBIETTIVI FORMATIVI

A.      „ Conoscenza e capacità di comprensione
Conoscere e comprendere gli aspetti più significativi della riflessione sui modelli della didattica, a livello teorico, metodologico-operativo e delle relazioni con la pianificazione e la valutazione della stessa.
Conoscere e comprendere i contenuti della ricerca applicata in merito, tenendo presenti le indicazioni della normativa nazionale ed europea e le recenti innovazioni in ambito scolastico.

B.      „ Conoscenza e capacità di comprensione applicate
Saper applicare ad uno o più ambiti delle professioni educative teorie, metodologie e procedure di pianificazione e valutazione della didattica, facendo, in particolare, riferimento, oltre che alle indicazioni europee e nazionali sull’Apprendimento Permanente, al Sistema Nazionale di Valutazione, al Piano Triennale dell’Offerta Formativa, al Piano di Miglioramento e all’Autovalutazione.

C.      „ Autonomia di giudizio
Saper raccogliere, elaborare e interpretare dati, procedure, teorie in relazione alle discussioni, forum, problem solving, individuazione di percorsi tematici sul web, peer rewiew, proposti come compito dai docenti.
Saper fornire una lettura critica e scritta di uno dei testi del corso (consigliato).

D.      „ Abilità comunicative
Saper interagire in gruppo, faccia a faccia e sul web, essendo in grado di gestire dati, problemi, ipotesi di soluzione, scelte attinenti temi e situazioni di pianificazione e valutazione della didattica.

E.       „ Capacità di apprendere
Saper selezionare problematiche concrete, aspetti teorici, approfondimenti disciplinari e interdisciplinari, nella discussione e nelle esercitazioni proposte, anche con un’argomentata sitografia e/o bibliografia.

RISULTATI ATTESI:

A.      „ Utilizzo di libri di testo avanzati, conoscenza di alcuni temi   d’avanguardia nell’ambito della materia oggetto di studio.
I corsisti dovranno dimostrare conoscenze di teorie e principi relativi ai modelli della didattica utilizzando il testo proposto e l’eventuale testo facoltativo, sapendo anche argomentare sull’attualità di tali modelli in relazione alle indicazioni più recenti sulla pianificazione e la valutazione della didattica.

B.      „ Approccio professionale al proprio lavoro e possesso di competenze adeguate per concepire argomentazioni, sostenerle e  per risolvere problemi nell’ambito della materia oggetto di studio
I corsisti, facendo riferimento in particolare ad un ambito professionale (scuola, extrascuola, educazione degli adulti, comunità educative, ecc.), divisi in gruppi, devono individuare un tema del secondo sottomodulo (spazi e tempi della pianificazione e della valutazione didattica, con riferimento alle normative nazionali ed europee), problematizzandolo e analizzandolo tramite la metodologia della SWOT analisi. Inoltre dovranno illustrarlo, in un incontro sincrono, attraverso 5 slides, ai propri colleghi .

C.      „ Capacità di raccogliere e interpretare dati utili a determinare giudizi autonomi
I corsisti dovranno selezionare, tramite una webquest, un percorso tematico attinente al primo sottomodulo, contenente anche una sitografia di almeno 5 siti, argomentandone il contenuto. Inoltre in relazione al secondo modulo (la scuola come laboratorio della ricerca educativa), dovranno elaborare un’ipotesi di ricerca, su indicazioni date, individualmente o in gruppo, reperendo in rete risorse, materiali, testi, ecc.

D.       „ Capacità di comunicare informazioni, idee, problemi e soluzioni ad interlocutori specialisti e non specialisti.
I corsisti dovranno esporre ai propri colleghi e ai docenti i lavori svolti individualmente e in gruppo. Inoltre al termine dei lavori saranno impegnati in una peer review assistita dai tutor.

E.       „ Capacità di intraprendere studi successivi con un alto grado di autonomia.
Sia il percorso tematico tramite la webquest, sia la ricerca relativa al secondo modulo dovranno contenere indicazioni circa problematiche, contenuti e riferimenti sitografici e/o bibliografici argomentati che consentano di approfondire i lavori svolti.

Organizzazione della didattica DIDATTICA EROGATIVA

  • 13 video lezioni
  • 2 video lezioni in sincrono
  • Podcast di tutte le video lezioni sopramenzionate.

DIDATTICA INTERATTIVA

  • 1 forum di orientamento;
  • 2   forum di approfondimento tematico (1 per ciascun modulo);
  • almeno 2 e-tivity strutturate (come descritte nelle Modalità di verifica del profitto in itinere)

AUTOAPPRENDIMENTO
Per ciascun modulo sono previsti materiali didattici: approfondimenti tematici, articoli del docente, letture open access, risorse in rete, bibliografia di riferimento, ecc.

Testi consigliati
  • M. Baldacci (a cura di), 2015, I modelli della didattica, Carocci, Roma, 2004 [obbligatorio]
  • R. Baldascino, Insegnare e apprendere in un mondo digitale, Tecnodid, Napoli, [facoltativo]
  • M. Faggioli (a cura di), 2014, Migliorare la scuola, Autovalutazione, valutazione e miglioramento per lo sviluppo della qualità,  Spaggiari edizioni, Parma [facoltativo]
  • G. Allulli, F. Farinelli, A. Petrolino, L’autovalutazione di istituto, modelli e strumenti operativi, con moduli e questionari disponibili online, Guerini e Associati, Roma, 2013 [facoltativo]

Materiali di studio on line

Modalità di verifica in itinere L’accesso alla prova finale è subordinato allo svolgimento di almeno 2 e-tivity:

  1. Per il Modulo 1
    • Swot Analysis  [obbligatoria] – Individuazione e problematizzazione di una tematica attraverso swot analysis da svolgere individualmente o in gruppo.
    • WebQuest [facoltativa] – La prova di verifica prevista come WebQuest sul primo sottomodulo, richiede una ricerca sul web per individuare esperienze, progettazioni, riflessioni che possano richiamare modelli di didattica di cui si parla nel testo di riferimento, o procedure operative, metodologie, programmazioni ecc., che si possono utilizzare coerentemente con quei modelli. Il risultato della ricerca consiste nella selezione di una sitografia (di almeno cinque siti web), motivata e ragionata con sintetiche argomentazioni.
    • Scrittura di un testo ispirandosi ai testi proposti di almeno 3 cartelle [facoltativa]
  2. Per il Modulo 2
    • Impostazione di un’ipotesi di ricerca [obbligatoria]

E’ necessario consegnare le etivity obbligatorie almeno una settimana prima dell’esame.

Modalità di svolgimento dell’esame finale Colloquio orale in presenza.
Lingua d’insegnamento Italiano