Pedagogia delle risorse umane

Corso di laurea in “Metodi e tecniche delle interazioni educative”

a.a. 2017/2018

 

INSEGNAMENTO:

PEDAGOGIA DELLE RISORSE UMANE

 

SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE: M-PED/01; CFU 12

I ANNO; II SEMESTRE

Docente: Prof.ssa Daniela Sarsini

Tutor disciplinare: Dott. Alessandro Cambi (scarica CV)

Scarica scheda dell’insegnamento (PDF) 

Qualifica e curriculum scientifico del docente Daniela Sarsini, è stata professore ordinario di Pedagogia Generale e Sociale nel Dipartimento di Scienze della Formazione e Psicologia, Università degli Studi di Firenze, fino al 30 Ottobre 2016; è Presidente del c.d.s in Metodi e Tecniche delle Interazioni Educative nella Italian University Line (IUL) dove insegna Pedagogia delle risorse umane; è docente di Pedagogia della formazione nel c.d.l. specialistica in Innovazione educativa e apprendimento permanente della IUL; è docente a contratto nel c.d.s. in Scienze dell’Educazione e della Formazione per l’insegnamento di Attività motorie e sportive al Dipartimento di Scienze della Formazione e Psicologia dell’Università di Firenze ; è membro della direzione scientifica della Rivista Studi sulla formazione. Ha diretto per l’Università di Firenze i TFA (Tirocini formativi attivi) dal 2013 al 2016 per l’area pedagogica, psicologica e filosofica, ha coordinato numerosi master, corsi di perfezionamento e di aggiornamento.

Si è occupata di tematiche legate alla corporeità e allo sport, secondo l’ottica pedagogica, oltre che di infanzia e di educazione scolastica per quanto riguarda la formazione cognitiva ed emozionale degli alunni; si è occupata di comunicazione sia in ambito scolastico che socio-culturale (adolescenti, adulti, anziani).

Sul piano didattico si è occupata di programmazione, valutazione e progettazione curricolare. Ha approfondito le problematiche relative all’educazione artistica ed estetica, ambientale e sociale. Tra le indagini di pedagogia sociale le sue ricerche hanno affrontato le questioni relative all’educazione alla genitorialità, alla musica, alla “terza età” e alla formazione permanente del corpo docente.

Articolazione dei contenuti e suddivisione in moduli didattici del programma

 

INDICE E DEFINIZIONE DEI CONTENUTI

Temi, problemi, ambiti e metodi della Pedagogia. Lavoro e formazione. Le risorse umane in ambito lavorativo. I “lavoratori della conoscenza”. Condivisione e isolamento nell’utilizzo del digitale. Le competenze educative. L’interconnessione dei saperi. La formazione alle professionalità educative oggi. Le problematiche attuali delle risorse umane in ambito professione e le interpretazioni pedagogiche. La congiuntura economica attuale e le conoscenze richieste. Le competenze trasversali da acquisire in ambito educativo e professionale.

Suddivisione in moduli:

I MODULO: Ambiti e metodi della Pedagogia; La pedagogia delle risorse umane; Lavoro e formazione nelle organizzazioni educative.

II MODULO: Le risorse umane in ambito lavorativo; La congiuntura storica attuale; La società delle conoscenze.

III MODULO: La formazione alle professionalità educative oggi; Le competenze trasversali; Cura di sé e formazione.

Obbiettivi formativi OBIETTIVI FORMATIVI:

A.      Conoscenza e capacità di comprensione

Acquisire competenze e conoscenze adeguate alle tematiche principali affrontate secondo un’ottica pedagogica.

 

B.      Conoscenza e capacità di comprensione applicate

Saper applicare nel proprio ambito professione alcune indicazioni educative e didattiche precisate durante il corso.

 

C.      Autonomia di giudizio

Apprendere un metodo di studio e di comprensione della realtà che sia critico, riflessivo, coerente con la globalità e la complessità della società attuale.

 

D.      Abilità comunicative

Sapersi relazionare con gli altri in forma dialogica, comprensiva e partecipativa.

E.       Capacità di apprendere

Apprendere un metodo di studio da estendere in altri ambiti scientifici e e in ambienti professionali, in forma permanente e ricorrente.

Risultati d’apprendimento previsti e competenze da acquisire RISULTATI ATTESI:

A.      Utilizzo di libri di testo avanzati, conoscenza di alcuni temi   d’avanguardia nell’ambito della materia oggetto di studio

 

B.      Approccio professionale al proprio lavoro e possesso di competenze adeguate per concepire argomentazioni, sostenerle e  per risolvere problemi nell’ambito della materia oggetto di studio

 

C.      Capacità di raccogliere e interpretare dati utili a determinare giudizi autonomi

 

D.      Capacità di comunicare informazioni, idee, problemi e soluzioni ad interlocutori specialisti e non specialisti

 

E.       Capacità di intraprendere studi successivi con un alto grado di autonomia

Organizzazione della didattica

 

DIDATTICA EROGATIVA

  •  Indicare N° 10 videolezioni
  • Indicare n° 3 video lezioni in sincrono
  • Podcast di tutte le video lezioni sopramenzionate.

DIDATTICA INTERATTIVA

  • 1 forum di orientamento;
  • 3   forum di approfondimento tematico (1 per ciascun modulo);
  • 6 e-tivity strutturate (come descritte nelle Modalità di verifica del profitto in itinere)

AUTOAPPRENDIMENTO

Per ciascun modulo sono previsti materiali didattici: approfondimenti tematici, articoli del docente, letture open access, risorse in rete, bibliografia di riferimento, ecc.

Testi consigliati Elenco dei testi d’ esame,  distinguendo fra testi  consigliati  e facoltativi

Testi consigliati

  • Cambi, E. Catarsi, E. Colicchi, C. Fratini, M. Muzi, Le professionalità educative, Roma, Carocci 2004
  • J. Rifkin, La società a costo marginale, Milano, Mondadori, 2014 (Cap. I pp. 3-39; Cap VII e VIII pp. 152-187) , anche on line
  • J. Rifkin, L’era dell’accesso, Milano, Mondadori, 2001, (pp.5-15; 336-339; 345-353), anche on line
  • Dossier on line sul sapere pedagogico  e sulla pedagogia delle risorse umane.
  • Z. Bauman, La congiuntura storica attuale, La vita tra reale e virtuale, Milano, EGEA, 2014, (pp.31-33; 45-46; 71-74), anche on line

Testi di approfondimento

Slide proposte durante lo svolgimento delle lezioni e i seguenti link:

  • Il pensiero di Jeremy Rifkin

https://www.youtube.com/watch?v=3EZv9H62xm0

https://www.youtube.com/watch?v=X5FU0N5nf8U

https://www.youtube.com/watch?v=wCLPizjSe6I

 

  • Malcom Knowles e il concetto di “Andragogia”

http://www.edurete.org/pd/sele_art.asp?ida=2173

https://www.youtube.com/watch?v=vLoPiHUZbEw

http://medtriennaliasl4.campusnet.unito.it/didattica/att/7b4d.2923.file.pdf

 

  • Il pensiero di Jerome Bruner

https://www.youtube.com/watch?v=MFCwVLEqS14

 

  • Il pensiero di Edgar Morin

https://www.youtube.com/watch?v=f67g7jx2BMQ

https://www.youtube.com/watch?v=BMhL9CCRIb4

https://www.youtube.com/watch?v=qw_V7E9_z6Y  (Lectio Magistralis in italiano

Modalità di verifica in itinere L’accesso alla prova finale è subordinato allo svolgimento delle seguenti 6 e-tivity

 

etivity comuni ai 3 Moduli

 

1.       Ad un gruppo di studenti (ca. un terzo degli studenti iscritti al corso) sarà chiesto di pensare e realizzare un webquest su uno degli argomenti affrontati nel singolo modulo.

Il webquest sarà poi fatto svolgere al resto del gruppo-classe e – una volta terminata la ricerca, i risultati verranno analizzati e commentati durante uno degli incontri sincroni.

In ciascuno degli altri due moduli varierà il gruppo incaricato di organizzare il webquest.

In ciascuno degli altri due moduli varierà il gruppo incaricato di organizzare il webquest.

 

2.       Gli studenti sono invitati a formare piccoli gruppi e a organizzare mappe concettuali “circoscritte” (mediante software freeware reperibili online come CmapTools) su singoli concetti indicati di volta in volta dal docente.

 

3.       Sempre divisi a piccoli gruppi, gli studenti saranno invitati a una attività di ricerca online per trovare materiale audio-video relativo alle maggiori figure contemporanee citate nel corso delle lezioni.

 

4.       I materiali reperiti durante la etivity precedente, verranno analizzati, valutati e commentati dalla classe (con il supporto del docente) e al termine del corso  andranno a formare un repertorio/archivio sotto forma di bibliografia-sitografia ragionata.

etivity finali

5.       Realizzazione – per ciascun piccolo gruppo – di una presentazione, su un argomento da individuare durante il corso, di durata non superiore ai 10-15 minuti (realizzata mediante slide, video, in Html ecc…). La presentazione sarà discussa e commentata durante la prova di esame.

 

6.       Gli studenti/gruppi sono invitati a elaborare – sulla base delle singole mappe concettuali prodotte – un’unica mappa “complessa”, che tenga conto di tutti i concetti indicati dal docente. Durante la prova di esame potranno essere analizzati e commentati uno o più concetti riportati nella mappa.

Modalità di svolgimento dell’esame finale Colloquio orale in presenza.
Lingua d’insegnamento Italiano