Editing multimediale

Corso di laurea in “Metodi e tecniche delle interazioni educative”

a.a. 2017/2018

 

INSEGNAMENTO:

EDITING MULTIMEDIALE

 

SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE: INF/01; CFU 12

II ANNO; I SEMESTRE

Docente: Prof. Alessandro Ferrini

Tutor disciplinare: Dott.ssa Beatrice Miotti (scarica CV)

Scarica scheda dell’insegnamento (PDF)

Qualifica e curriculum scientifico del docente

 

Alessandro Ferrini è un tecnologo che lavora presso INDIRE dal 2007. Esperto informatico e programmatore sia in ambito web che stand-alone, si occupa dello sviluppo di portali di formazione collaborativi, software innovativi di ricerca, siti istituzionali, con particolare attenzione all’evoluzione tecnologica sia hardware che software. Si occupa inoltre dello sviluppo di software di modellazione 3D all’interno del progetto di ricerca “Maker@Scuola” di INDIRE, dello studio e dello sviluppo delle interfacce utente dei vari software prodotti, dello sviluppo di app per dispositivi mobili, dell’interazione con componenti fisici tramite piattaforme hardware quali ad esempio Arduino o Raspberry PI, e della gestione di basi di dati.

È uno degli autori del libro “Maker@Scuola – Stampanti 3D nella scuola dell’infanzia”, pubblicato per INDIRE nel 2017 da Assopiù Editore, ISBN 978889689365-4.

Nel 2013 è stato docente del corso “Web Advanced” presso la Scuola internazionale di Comics, ed ha lavorato per importanti aziende o enti di ricerca come ENI e CNR, per il quale ha svolto attività di consulenza e sviluppato reti neurali dedicate alla ricerca ed alla classificazione di documenti di dottrina giuridica sul web.

 Articolazione dei contenuti e suddivisione in moduli didattici del programma. INDICE E DEFINIZIONE DEI CONTENUTI

Il corso è dedicato allo sviluppo di competenze di base necessarie per creare, gestire e fondere insieme contenuti di tipo multimediale quali immagini, audio, video e modelli 3D.

L’insegnamento è strutturato in 4 fasi principali. Non si prevede lo studio mnemonico di testi, bensì la lettura attenta dei medesimi, al fine di focalizzare lo scenario in cui le attività devono essere immaginate e, se possibile, riprodotte nei propri contesti professionali.

Altrettanto attentamente devono essere letti tutti i materiali che vengono offerti online e che sono finalizzati all’esecuzione delle attività proposte.

Le attività vengono svolte mediante il proprio computer collegato a Internet. Le discussioni sono finalizzate alla rielaborazione delle attività svolte, sotto forma di esposizione di problemi, condivisione di soluzioni, nuove proposte. Il luogo della discussione è il forum dell’ambiente IUL. Per l’esecuzione delle attività e per la redazione degli elaborati vengono usati software liberi, ove possibile. I software vengono consigliati dal docente ma i discenti saranno liberi di utilizzare qualsiasi software essi vogliano purché ovviamente ne conoscano il funzionamento. Le lezioni o le spiegazioni del docente saranno comunque basate sui software consigliati.

I link ai materiali sono offerti dal docente nell’ambiente IUL durante il percorso.
Faranno riferimento a varie fonti online e offline, a seconda delle necessità che si presenteranno.

Il corso prevede varie attività, tra cui il progetto finale, che si propone di riunire insieme tutte le conoscenze acquisite durante lo svolgimento delle lezioni.

Le attività non sono finalizzate all’esame, il quale serve invece a svolgere una discussione finale e a ritoccare lievemente la valutazione. Quest’ultima viene invece costruita mediante una valutazione reale e continuativa sia delle attività svolte che della qualità del progetto finale. Il docente e il tutor collaborano nell’assistenza alle attività e alla loro discussione.

Il corso consta 4 moduli, corrispondenti alle 4 fasi sopra descritte:

  • Modulo 1 – Elaborazione di sequenze audio
  • Modulo 2 – Elaborazione di immagini
  • Modulo 3 – Elaborazione di sequenze video
  • Modulo 4 – Modellazione 3D

I primi due moduli riguardano gli elementi multimediali di base: l’audio e le immagini; il terzo riguarda la composizione degli elementi base a costruire un prodotto video, il quarto riguarda la modellazione 3d.

Obiettivi formativi, risultati di apprendimento e competenze previste OBIETTIVI FORMATIVI:
A.      Conoscenza e capacità di comprensione
Sviluppo di competenze di base necessarie per utilizzare software di creazione e gestione di materiali multimediali.B.      Conoscenza e capacità di comprensione applicate
Realizzazione di un progetto finale che metta in atto le conoscenze apprese.C.      Autonomia di giudizio
Tramite discussioni e confronti fra pari, i discenti saranno spinti a rendersi conto delle diversità dei loro metodi di approccio ai problemi, imparando dai compagni e migliorando il proprio operato attraverso l’autoanalisi.D.      Abilità comunicative
L’obiettivo è quello di riuscire a realizzare un “prodotto” finale che comunichi in modo chiaro le idee sviluppate dal discente.E.       Capacità di apprendere
Dal corso deve scaturire la capacità di sfruttare gli strumenti non solo per svolgere le attività indicate, ma anche per realizzare contenuti multimediali originali maturati dalle proprie idee.
RISULTATI ATTESI:

A.    Utilizzo autonomo di strumenti per la creazione di contenuti multimediali.

B.     Approccio professionale al proprio lavoro e possesso di competenze adeguate per concepire argomentazioni, sostenerle e per risolvere problemi nell’ambito della materia oggetto di studio.

C.     Capacità di raccogliere e interpretare dati utili a realizzare progetti autonomi.

D.   Capacità di comunicare informazioni, idee, problemi e soluzioni ad interlocutori specialisti e non specialisti.

E.    Capacità di intraprendere approfondimenti successivi con un alto grado di autonomia.

Organizzazione  didattica DIDATTICA EROGATIVA

  • 19  videolezioni
  • 2  video lezioni in sincrono
  • Podcast di tutte le video lezioni sopramenzionate.

DIDATTICA INTERATTIVA

  • 1 forum di orientamento;
  • 3   forum di approfondimento tematico;
  • 4 e-tivity strutturate (come descritte nelle Modalità di verifica in itinere).

AUTOAPPRENDIMENTO
Per ciascun modulo sono previsti materiali didattici: approfondimenti tematici, articoli del docente, letture open access, risorse in rete, bibliografia di riferimento, ecc.

Testi consigliati Il corsista potrà scegliere autonomamente eventuali manuali o libri di testo su cui preparare le tematiche affrontate nell’insegnamento.
Modalità di verifica in itinere:

 

L’accesso alla prova finale è subordinato allo svolgimento delle seguenti 3 e-tivity:

  1. Per  il modulo 1 e modulo 2 – 2 elaborati in modalità collaborativa mediante l’utilizzo di wiki.
    Il docente creerà dei gruppi di lavoro/studio costituiti da 4 corsisti selezionati in ordine alfabetico e metterà loro a disposizione una lista di argomenti afferenti alle tematiche trattate nel modulo; infine assegnerà casualmente un argomento per gruppo.
    Ciascun gruppo mediante l’utilizzo del wiki produrrà  autonomamente una relazione di almeno due pagine da uplodare nella etivity, e presentare tramite diverse modalità –  solo orale, slide, prezi, ecc. – in un incontro in modalità sincrona: ogni gruppo avrà circa 10 minuti per presentare l’argomento.
    Tali elaborati saranno inoltre condivisi ed utilizzati come approfondimenti da studiare per l’esame finale.
    Coloro che non avranno la possibilità  di partecipare agli incontri in sincrono di presentazione dei lavori di gruppo, avranno la possibilità di esporre una breve descrizione dell’elaborato all’esame finale.
  2. Per il modulo 3 e 4 – realizzazione individuale di un video corredato da una relazione.
    Al corsista è richiesto di realizzare individualmente un video che dovrà costituire la narrazione di una “storia” espressione di un proprio  interesse/bisogno/necessità della durata max di 10 minuti (ad es. un percorso didattico, lavorativo, sportivo, un’esperienza personale o qualsiasi situazione adatta ad essere narrata tramite una sequenza di audio, immagini e video); esso dovrà comprendere tre delle quattro tipologie di media presentati durante il corso (audio, immagini e video) e dovrà essere corredato da una relazione di almeno 10 pagine (secondo un format fornito dal docente).
    Infine è caldamente consigliato, a corredo ulteriore del video anche se non obbligatorio, lo sviluppo di un modello 3D, anche semplice, di qualsiasi cosa inerente all’argomento del video.
    E’ necessario consegnate il lavoro una settimana prima dell’esame.
Modalità di svolgimento dell’esame finale Colloquio orale in presenza.
Lingua d’insegnamento Italiano